Appunti impressionismo

Appunti impressionismo

 

 

Appunti impressionismo

IMPRESSIONISMO

Fenomeno artistico che nasce in Francia, a Parigi, in cui si incontrano e scambiano idee una serie di artisti che, animati da obiettivi comuni, daranno vita a tale movimento il quale si proporrà di INNOVARE il mondo dell’arte. Esso propone TEMI ed un MODO DI RAPPRESENTARLI molto INNOVATIVI (non tradizionali). Tale fenomeno ha una dimensione internazionale: coinvolgerà artisti inglese e oltreoceano (ad esempio statunitensi).

La contemporaneità inizia con l’impressionismo? Esso segna il punto di svolta fra arte moderna e arte contemporanea? L’arte moderna inizia con il Rinascimento (Donatello, Brunelleschi, Masaccio), che pone fine e supera il Gotico internazionale o Tardo Gotico. Secondo alcuni l’Impressionismo chiude l’età moderna.

Esso nasce gli anni ’60 del 1800 e si afferma nei decenni successivi (anni 70 e parte degli anni 80).

L’Impressionismo si può inscrivere come ulteriore evoluzione di una pittura di stampo naturalistico, il cui obiettivo è appunto quello di rappresentare la realtà circostante. Si differenzia dalle esperienze precedenti del Realismo perché la finalità non è rappresentare la realtà come essa è (quindi nell’essenza) ma come ESSA APPARE, focalizzando l’attenzione sui meccanismi della PERCEZIONE.

ANTECEDENTI (ossia aspetti incanalati da altri fenomeni, contributi):

  1. Romanticismo:
  2. Negazione del valore intrinseco di un soggetto: il soggetto diventa un pretesto per la realizzazione di un’opera, non ha importanza in se (si parla non più di soggetti ma di MOTIVI)
  3. Rappresentazione della natura e dei paesaggi
  4. ruolo dell’artista ribelle o genio sregolato (in opposizione alla società del tempo)
  5. importanza del colore (CONTRIBUTI): * Delacroix fece un viaggio in Marocco in cui fece scoperte importanti sui colori; * negli anni ’30 nella scuola di Barbizon i pittori francesi praticavano una pittura di paesaggio en plain air (all’aria aperta); * Corot (artista francese che dipinge soprattutto paesaggi); * pittura inglese (Constable con i suoi studi sui paesaggi e sulle nuvole- Turner con studi sugli effetti della luce); * influenze esotiche, del Giappone, specie per l’uso dello scorcio, per il taglio di molte composizioni; le stampe giapponesi iniziano a circolare a Parigi contribuendo a dare spunti per rompere con la tradizione classica e seguire un corso nuovo, questo soprattutto in seguito alla nascita della fotografia, che spinge l’arte ad interrogarsi sugli obiettivi e gli strumenti della pittura; * conquiste e teorie nel campo scientifico (scoperte di Scevrelle Maxwell con i loro studi sui colori e la luce, l’individuazione del cerchio cromatico, la definizione del contrasto simultaneo, che influenzò il Puntinismo. Il contrasto simultaneo associa coppie di colori in cui uno è secondario e l’altro e il primario opposto escluso dalla sua composizione. Ad esempio: viola/giallo; verde/rosso; arancione/blu. Questo effetto produce maggiore brillantezza, in quanto i colori si esaltano a vicenda divenendo più vivi. Gli impressionisti si occupano di registrare l’attimo in cui gli occhi percepiscono e registrano le forme ossia la percezione immediata della realtà. Il Realismo di Courbet, ad esempio, mira a rappresentare la realtà così com’è, l’impressionismo invece mira a rappresentare l’attimo, l’impressione visiva, la percezione.
  6. Progressi della tecnica: sono messe in atto tecniche industriali per realizzare dei colori, che prima erano prodotti con sostanze naturali (minerali). Ad esempio il blu di Prussia viene ottenuto chimicamente. Sono inventati i tubetti di stagno contenenti i colori ad olio già preparati, il ché consente di poter dipingere all’aria aperta. Sono inventate le boccole di metallo che servono a saldare le setole dei pennelli.

OBIETTIVI DELL’IMPRESSIONISMO

Pittura innovativa che si distacca dalla tradizione accademica:

  1. gli impressionisti rifiutano il disegno, che fa parte di un processo progettuale, propedeutico all’opera;
  2. superano il sistema prospettico, per cui nella rappresentazione dello spazio la profondità si tradurrà in un’orchestrazione cromatica (sarà il colore a dare l’idea della profondità);
  3.  rifiutano l’illuminazione da studio, non naturale, privilegiando una pittura en plein air;
  4. Rifiutano i soggetti di carattere storico, mitologico, religioso e letterario: i temi sono quelli della vita contemporanea, paesaggi, aspetti della vita di Parigi, rappresentazioni di luoghi d’incontro, di socialità, in cui si balla. Fra i temi principali si ha la folla (che è protagonista di molti quadri), oppure stazioni ferroviarie, o covoni di grano, stagni, cattedrali, etc.
  5. Il soggetto diventa pretesto per studiare la luce e le variazioni cromatiche, perdendo quindi importanza. A volte uno stesso soggetto viene reiterato e rappresentato in diverse situazioni di luce. I soggetti sono detti MOTIVI.
  6. Il colore diventa protagonista: l’arte è stata un fine nel Rococò (caratterizzato dal gusto dell’arte per l’arte). La pittura diventa elemento di conoscenza perché diventa strumento per conoscere la modalità di percezione dell’artista. La pittura non è quindi uno strumento con finalità sociali, religiose e storiche. La pittura degli impressionisti è quello che noi vediamo, non ha altri significati se non quello di restituire all’arte i suoi mezzi specifici- l’arte diventa sempre più una disciplina autonoma e non eteronoma, essa ubbidisce cioè a se stessa, ai propri codici ed elementi costitutivi. L’Impressionismo non prende a prestito elementi da altre discipline, ma l’arte dell’Impressionismo dipende dalla REALTA’ (arte non come mezzo ma come obiettivo), ma attraverso la valorizzazione dei colori, da usare su una superficie piana (la tela). E’ la differenza cromatica che fa percepire i CONTORNI, non il disegno e le linee, così come l’uso corretto dei colori fa percepire la prospettiva (i colori vengono accostati con pennellate senza essere mescolati). L’impressionismo fa quindi parte dell’arte moderna. L’arte contemporanea verrà iniziata da Cezanne.

 

 

ELEMENTI COMUNI ALL’IMPRESSIONISMO

SEGNO: linee assenti e assenza di disegno preparatorio; le forme prendono vita dal colore, steso con un segno rapido, sicuro, senza un’apparente attenzione per il contorno della figura, in modo da far coincidere la fase progettuale con quella esecutiva.

LUCE: studio dei fenomeni della luce che, colpendo i soggetti, si scompone nei vari colori: ogni paesaggio è fatto di luce e colore, continuamente mutevoli, a seconda dell’ora, delle condizioni atmosferiche, del punto di vista.

COLORE: il colore viene steso puro sulla tela, non è impastato o mescolato sulla tavolozza. I colori puri sono giustapposti in modo che verranno percepiti in modo più brillante (per l’esaltazione reciproca dei colori). Non esistono i colori della cosa in sé perché la loro intensità varia con la luce e l’influenza del colore che gli sta vicino (ad esempio i colori complementari si rafforzano).

PROSPETTIVA: si rompe la realtà prospettica di tipo rinascimentale, giocando con i diversi valori cromatici e usando la giustapposizione dei colori per dare l’idea di spazialità.

OMBRE: le ombre non sono più nere, ma zone meno luminose, colorate, e sono ottenute sovrapponendo i colori complementari.

IDEA DEL MOVIMENTO: parte dell’impressione nel percepire il mondo esterno, che è colto in divenire, per cui le immagini sono fuggevoli (ad esempio non importa rappresentare il numero esatto di persone di una folla o il numero di fiori), senza contorno e chiaro-scuro.

MOTIVI: l’acqua è rappresentata molto spesso, infatti l’acqua riflette la luce, gli oggetti, quindi muta continuamente e cattura pertanto l’attenzione degli impressionisti. Con l’acqua essi possono rappresentare gli infiniti mutamenti della percezione.

CHI SONO GLI IMPRESSIONISTI PIù IMPORTANTI?

MONET- RENOIR- DEGAS- PIZARRO

MOSTRE DELL’IMPRESSIONISMO:

Prima mostra: 1874

Ottava e ultima mostra: 1886

Prima del 1874 le opere degli impressionisti non erano state accettate nei Saloon. Alcuni artisti si organizzano quindi in una società (società anonima di pittori, scultori ed incisori), si autofinanziano ed organizzano la prima mostra nello studio del fotografo Felix Nadar. In questa prima mostra viene esposta l’opera di Monet “Impressione: sole che nasce”, recensita dal critico Louis Leroy il quale coniò il termine di Impressionismo, termine nato quindi con una connotazione negativa. Egli pubblica su una rivista satirica la recensione di tale mostra, fingendo di accompagnare un immaginario collega, pittore accademico, che avrebbe detto di pensare, osservando l’opera di Monet, che i suoi occhiali fossero sporchi, ma che le opere in mostra davano un’impressione. La prima mostra suscitò molto clamore e nel giro di pochi anni incontrerà il favore di un pubblico istruito, gli artisti riusciranno quindi a vendere le loro opere e alcuni ne trarranno notevoli riscontri economici. Monet, ad esempio, riuscirà a comprare una casa con un giardino in cui realizzò uno stagno artificiale con la deviazione di un torrentello. Monet rimase fedele all’impressionismo fino alla sua morte, mentre Renoir, Degas e Cezanne cambieranno il loro stile.

 

Fonte: http://www.diversamentesocial.it/pluginfile.php/152/mod_folder/content/0/appunti%20impressionismo.docx?forcedownload=1

Sito web da visitare: http://www.diversamentesocial.it/

Autore del testo: non indicato nel documento di origine

Il testo è di proprietà dei rispettivi autori che ringraziamo per l'opportunità che ci danno di far conoscere gratuitamente i loro testi per finalità illustrative e didattiche. Se siete gli autori del testo e siete interessati a richiedere la rimozione del testo o l'inserimento di altre informazioni inviateci un e-mail dopo le opportune verifiche soddisferemo la vostra richiesta nel più breve tempo possibile.

 

Appunti impressionismo

 

 

I riassunti , gli appunti i testi contenuti nel nostro sito sono messi a disposizione gratuitamente con finalità illustrative didattiche, scientifiche, a carattere sociale, civile e culturale a tutti i possibili interessati secondo il concetto del fair use e con l' obiettivo del rispetto della direttiva europea 2001/29/CE e dell' art. 70 della legge 633/1941 sul diritto d'autore

Le informazioni di medicina e salute contenute nel sito sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo e per questo motivo non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione).

 

Appunti impressionismo

 

"Ciò che sappiamo è una goccia, ciò che ignoriamo un oceano!" Isaac Newton. Essendo impossibile tenere a mente l'enorme quantità di informazioni, l'importante è sapere dove ritrovare l'informazione quando questa serve. U. Eco

www.riassuntini.com dove ritrovare l'informazione quando questa serve

 

Argomenti

Termini d' uso, cookies e privacy

Contatti

Cerca nel sito

 

 

Appunti impressionismo