Astrologia cos'è un oroscopo?

Astrologia cos'è un oroscopo?

 

 

Astrologia cos'è un oroscopo?

Cos'è un oroscopo?

Un oroscopo è come una figura ο una carta, e non come una pagina a stampa. Il modo per arrivare a capire un oroscopo è quello di guardarlo allo stesso modo in cui si guarda da una finestra ο si osserva una situazione.
Gli astrologhi parlano di ”lettura” dell'oroscopo, ma questo termine spesso porta fuori strada il principiante. Egli pensa di dover leggere una serie di simboli, come lettere unite a formare parole, e che l'astrologia allinei idee come fossero frasi e paragrafi. Egli cerca di trarre queste idee, pronto a legarle insieme in tal modo, e ben presto si confonde; ciò accade semplicemente per la mancanza di una corretta comprensione all'inizio.
Le lettere sono state inventate dagli uomini e le parole sono diverse in ogni lingua, ma gli
elementi dell'astrologia hanno invece una loro effettiva realtà nel cielo. La posizione delle stelle viene trasferita con correttezza matematica sul foglio di carta, di conseguenza l'oroscopo è una reale rappresentazione di una vita cosi come essa è raffigurata nel movimento celeste.
La “carta” astrologica, ο “schema”, “mappa”, “ruota”, come viene variamente definito l'oroscopo,
si esamina all'incirca allo stesso modo in cui si osserva la persona che essa rappresenta. Con l'osservazione è possibile trovare delle particolarità, sia che si tratti di vedere che la carta ha molti pianeti riuniti in uno stesso luogo, oppure se la persona ha il naso grosso (due cose queste che non hanno alcuna connessione astrologica), ma come di solito, quando osserviamo un individuo, anzitutto gli diamo uno sguardo complessivo, cosi dobbiamo comportarci anche di fronte ad un oroscopo.
La carta astrologica per indicare i pianeti si serve di simboli. Inoltre identifica certe sezioni del cielo come "case dell'oroscopo" in base ad un tipo di movimento e come "segni zodiacali" in base ad un altro. Questi elementi astrologici non sono numerosi, e sono veramente molto più facili da imparare di molte di quelle cose di cui normalmente ci accorgiamo nell'incontrare un amico, come ad esempio il significato di un sorriso, di un'occhiata ο di un gesto. Il bambino impara ad osservare gli altri cominciando a “guardare”, e a trarre conclusioni. Queste conclusioni all'inizio sono semplici; divengono sempre più complesse solamente crescendo e proseguendo a guardare. L'astrologo deve iniziare nella medesima maniera, se non vuole rendere tutto difficile.
Lo scopo di questo libro è di aiutare il novizio ad “osservare” una carta, con accuratezza e competenza, fin dal principio di questo studio. Le prime conclusioni alle quali egli arriverà saranno semplici  ο generiche, ma anche utili  e corrette. Questo  gli darà fiducia e lo  sospingerà a raggiungere una capacità di giudizio ancora più articolata.
Questa, nella figura, è la forma regolare di un oroscopo per una certa signora piena di risorse. Suo marito, un professionista di fama, ma con una forte insolvibilità, la lasciò senza denaro e con quattro bambini, dei quali il maggiore aveva sette anni. Ella riuscì ad ottenere un successo sorprendente, esclusivamente grazie alle proprie forze ed alla propria iniziativa, ed in breve tempo divenne conosciuta in tutto il paese. Il principiante, comunque, scuoterà la testa vedendo questa carta.


"Come faccio a guardarla e a dire qualcosa su di essa? Non conosco il significato di nessuno dei segni. Tutto ciò che io vedo è un largo cerchio diviso in sezioni come una grossa torta, con un cerchio centrale più piccolo che contiene informazioni riguardanti il luogo e la data di nascita".
Il bambino che comincia ad “osservare” le cose può fare un'obiezione molto simile a questa.
"Come puoi aspettarti da me che ti dica qualcosa, quando non c'è niente che io possa riconoscere,
e che abbia un significato per me?". Comunque il bambino va giustamente avanti e comincia a fare progressi. Il fanciullo in astrologia deve fare altrettanto e nello stesso modo.
Ciò che confonde in questo oroscopo è la presenza di molti segni sconosciuti. Ι simboli dei dodici segni zodiacali sono posti intorno alla ruota, sulle "cuspidi delle case", ο raggi della ruota stessa, insieme al numero dei gradi di ciascuno. Poi, ci sono i simboli di dieci pianeti che sono posti all'interno delle case, con i loro gradi e minuti zodiacali.
Il principiante potrebbe giustamente dire, "Dovrò immediatamente imparare i simboli di questi dodici segni ed anche dei dieci pianeti, ed imparare inoltre che cosa sono le case e come usare gradi e minuti".

 

Niente  affatto!  Il  bambino  non  deve  imparare  un  mucchio  di  fatti  intorno  a  questa  vita misteriosa che lo circonda, prima di cominciare ad osservarla con intelligenza e a conoscere le cose. La vita lo fa attendere, gli fa comprendere i dettagli solo al momento in cui ne ha bisogno. All'inizio egli si rende conto di tutto come in una grande visione sfocata. Poi comincia a riconoscere modelli indistinti che hanno un senso. Egli costruisce la propria conoscenza un passo dopo l'altro. Il principiante in astrologia dovrebbe fare altrettanto. Per aiutarlo è possibile tracciare la carta della "signora piena di risorse" in una forma diversa. Questa gli consentirà di avere una comprensione preliminare del suo significato. Poiché i simboli dei segni dello zodiaco e dei pianeti e dei numeri dei gradi e dei minuti sono del tutto incomprensibili, sono stati sostituiti da dei semplici segni neri, e l'oroscopo si presenta con questo aspetto elementare ma vivido.
Una semplice caratteristica della carta risalta immediatamente. Ι segni neri all'interno della
ruota, "nelle case", come dicono gli astrologhi, si trovano nell'insieme alla sinistra della linea centrale. Questo ha un valore sostanziale nella vita del “nativo", come gli astrologhi chiamano la


persona per la quale viene “calcolato” ο “costruito”' l'oroscopo. Esso infatti mostra che la signora può determinare completamente il corso della propria esistenza.

 

In linguaggio astrologico, i pianeti sono a "est". Quindi il principiante può osservare che le direzioni dell'oroscopo sono l'esatto contrario di quelle sulle carte, con l'est a sinistra, l'ovest a destra, il sud in alto e il nord in basso.
Ιl nativo in questione fu lasciato completamente privo di aiuto, con i suoi quattro bambini, ma ella non sprecò energie a disperarsi. Invece si guardò intorno per vedere che cosa potesse fare. Ella viveva nel quartiere degli artisti della città, e là trovò una soffitta in disuso in una casa, vecchia di cent'anni, occupata da un negozio di dolciumi. Qui aprì un minuscolo negozio, che vendeva solamente dolci e caffè, ma lei era specialista nel creare atmosfera, discussioni e nel dare incoraggiamenti psicologici. Aiutò pittori e scrittori che faticavano ad affermarsi, e raddoppiò i prezzi alla clientela convenzionale, per privilegiare i rapporti diretti con individui bohémien. In pochi anni divenne famosa.
Questa possibilità di dare un indirizzo al proprio destino è sempre mostrata, in un modo o nell'altro, quando i pianeti in una carta si trovano ad est. L' "est" è la sezione del cielo dove sorge il sole, e l’area dell’esperienza dove ogni cosa ha il suo inizio. Ora, in contrapposizione, il principiante può osservare l'oroscopo di Woodrow Wilson, ugualmente semplificato.
Qui i pianeti si trovano nell'insieme ad ovest, il che significa, nella vita, una situazione esattamente opposta. Il presidente Wilson fu un prodotto dei suoi tempi, e non fu mai il reale artefice del proprio destino. Gli sviluppi politici nello stato del New jersey, con i quali egli non ebbe alcun rapporto diretto, furono i fattori del suo inserimento al primo posto nella vita pubblica. Ciò che lo portò alla sua prima nomina alla presidenza non fu tanto il suo sforzo personale, quanto la natura della lotta all'interno della Democratic National Convention. Fu la spaccatura del partito Repubblicano che provocò la sua prima elezione, e la seconda fu prodotta, all'ultimo momento, dal voto della California, che fu il sorprendente risultato delle particolari condizioni di questo stato, col quale egli non aveva mai intessuto personalmente alcun tipo di


rapporto. Ε fu dalla guerra mondiale che gli derivò la sua importanza internazionale, ancora una volta indipendentemente da quelle che erano le sue personali e fondamentali iniziative; per contro, i suoi diretti sforzi a favore della Lega delle Nazioni furono, in definitiva, un enorme insuccesso.  Questa  è  un'illustrazione  tipica  dello  schema  di  vita,  quando  nell'oroscopo  la posizione dei pianeti è ad ovest. Questa è la direzione verso la quale il sole tramonta e nell'area dell'esperienza rappresenta il luogo dove tutto ha il suo completamento.

 

Per semplificare le distinzioni finora date, si può dire, in maniera naturalmente superficiale, che una preponderanza di pianeti nella metà orientale della carta genera una vita à la carte, mentre nell'emisfero occidentale un'esistenza a la table d'hôte. Gli individui del primo tipo sono assolutamente liberi di scegliere i proprii cibi, mentre gli altri prendono ciò che viene loro servito, ed, a paragone, hanno solamente una minore possibilità di scelta.

 

Distinzione fra nord e sud

Se è possibile distinguere fra "enfasi dell'emisfero" est ed ovest, come si definisce in astrologia la preponderanza di pianeti in una metà della ruota, sarà altrettanto possibile fare la medesima distinzione fra nord e sud, dividere cioè l'esperienza sulla base di un sole alto nel cielo, oppure basso sotto l'orizzonte. L'oroscopo della regina Vittoria è un esempio di enfasi dell'emisfero sud.
Quando nell'insieme i pianeti si trovano a sud, cioè al di sopra della linea centrale dell'oroscopo,
si dice che la vita è completamente oggettiva, ο legata esclusivamente alle cose pratiche e tangibili. Questo non fu vero solamente per la regina Vittoria, ma per tutto quel periodo del quale ella  fu  la  figura  centrale;  tanto  che  il  suo  nome  ha  contribuito  alla  nascita  del  termine “vittoriano”, ο più particolarmente “medio vittoriano”. L'idea generale di questo periodo era che


tutto dovesse avere almeno una facciata di rispettabilità, e che non si dovesse menzionare inutilmente, ο addirittura ammettere, l'esistenza di una vita intima e personale. L'oroscopo di Martiri Lutero è al contrario un esempio di enfasi dell'emisfero nord.

Quando i pianeti si trovano prevalentemente a nord, ο al di sotto della linea centrale della carta,
la vita è esclusivamente soggettiva, ovvero legata soprattutto ai problemi dell'anima ē dello
spirito. Questo fu per Lutero drammaticamente vero. La sua maggiore impresa fu di reagire contro la superficialità della religione, che altro non era che esibizione esteriore di pietà, un pietrificato conformarsi al rituale.
Egli certamente stimolò il formarsi di una devozione più profonda ο più vera e di una fede che
fosse realmente sentita e vissuta. Ε questo è anche ciò che domanda la struttura fondamentale della sua carta.
Questi  quattro  casi  di  enfasi  dell'emisfero  sono  quattro  esempi  limite  per  illustrare  le distinzioni generali. Nelle carte della regina Vittoria e di Martin Lutero i pianeti sono effettivamente tutti dalla parte esatta rispetto alla linea centrale. Nel caso della "signora piena di risorse" il pianeta più in basso si trova in realtà dalla parte ovest, anche se solamente di mezzo grado, mentre, nell'oroscopo di Woodrow Wilson, il pianeta più in alto è spostato di otto gradi verso la parte est. Nessuna di queste variazioni cambia la situazione complessiva. In altre parole, distinzioni di questo tipo sono largamente generiche. Offrono l'opportunità, osservando un oroscopo con un'occhiata d'insieme, di poter avere una prima e complessiva impressione della persona.
Il principiante imparerà che queste caratteristiche avranno un'attinenza minore quando i pianeti

avranno solamente la tendenza a trovarsi ad est, ovest, sud ο nord. Lo stesso avviene nella vita. Quando  si  sono  individuate  le  persone  “alte”  ο  “basse”,  “grasse”  ο  “magre”,  allora  diventa possibile descrivere gli altri come "piuttosto alto", "leggermente grasso", e cosi via. Il giovane astrologo, andando avanti, avrà altri ampi mezzi per definire le persone, ο descriverle con queste prime “occhiate” complete. Si accorgerà che questa via è la più naturale per avvicinarsi all'interpretazione dell'oroscopo.

 

Fonte: http://www.gianobifronte.it/2_ARGOMENTI/2c_divinazioni/2c1_astrologia/come_imparare_l_astrologia.pdf

Sito web da visitare: http://www.gianobifronte.it

Autore del testo: M.E.JONES

Il testo è di proprietà dei rispettivi autori che ringraziamo per l'opportunità che ci danno di far conoscere gratuitamente i loro testi per finalità illustrative e didattiche. Se siete gli autori del testo e siete interessati a richiedere la rimozione del testo o l'inserimento di altre informazioni inviateci un e-mail dopo le opportune verifiche soddisferemo la vostra richiesta nel più breve tempo possibile.

 

Astrologia cos'è un oroscopo?

 

 

I riassunti , gli appunti i testi contenuti nel nostro sito sono messi a disposizione gratuitamente con finalità illustrative didattiche, scientifiche, a carattere sociale, civile e culturale a tutti i possibili interessati secondo il concetto del fair use e con l' obiettivo del rispetto della direttiva europea 2001/29/CE e dell' art. 70 della legge 633/1941 sul diritto d'autore

Le informazioni di medicina e salute contenute nel sito sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo e per questo motivo non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione).

 

Astrologia cos'è un oroscopo?

 

"Ciò che sappiamo è una goccia, ciò che ignoriamo un oceano!" Isaac Newton. Essendo impossibile tenere a mente l'enorme quantità di informazioni, l'importante è sapere dove ritrovare l'informazione quando questa serve. U. Eco

www.riassuntini.com dove ritrovare l'informazione quando questa serve

 

Argomenti

Termini d' uso, cookies e privacy

Contatti

Cerca nel sito

 

 

Astrologia cos'è un oroscopo?