Segno zodiacale dello Scorpione periodo e caratteristiche

Segno zodiacale dello Scorpione periodo e caratteristiche

 

 

Segno zodiacale dello Scorpione periodo e caratteristiche

SCORPIONE 22 ottobre – 21 novembre

E' cosa saggia e di particolare importanza per gli studiosi della Saggezza Antica di esaminare con cura il segno dello Scorpione, la cui interpretazione li metterà in possesso della chiave di uno dei più grandi misteri. Per averne una conoscenza quanto più completa possibile, cominciamo a spiegarne la natura, poi prenderemo ad esaminarlo nei suoi tre aspetti. Lo Scorpione è un segno dell'acqua; quindi, ha grande affinità col piano astrale ed emotivo. La sua qualità è tamasica, tuttavia ha qualche punto di contatto con il I Raggio, o Raggio della Potenza, avendo per scopo la trasmutazione del desiderio in volontà. Prima di procedere nella spiegazione del segreto scopo del segno, esaminiamo la triplice divisione: Scorpione, Serpente, Aquila. Lo Scorpione, noto per il suo morso avvelenato, rappresenta il lato bestiale e sensuale; anche il Serpente ha il dente avvelenato, ma, tolto il veleno dal dente, si avrà l'uomo che si prepara   per  la  sua   rigenerazione,  il   che

 

significa che egli è divenuto un serpente di saggezza, o un Iniziato, secondo l'antico significato dell'espressione. Nel suo aspetto di Aquila è in rapporto con la Costellazione dell'Aquila, che non appartiene allo Zodiaco, ed è situata verso l'equatore celeste; giace in piena via lattea. Molte persone nate nella Costellazione dello Scorpione hanno caratteristiche dell'Aquila, anche nell'aspetto esteriore, nonché negli ideali elevati, nell'ambizione, nella rapacità e tendenza verso l'universale. Nella presente interpretazione, però, ci atterremo di più all'aspetto del Serpente, perché è quello dal quale si possono trarre maggior numero di ammaestramenti. Lo Scorpione è l'ottava porta, o porta di occidente, il Luogo del Giudizio, in stretta relazione con la Morte, e dà accesso ad altri piani di coscienza. Troviamo, quindi, che i nati in questo segno hanno una grande passione di penetrare nei misteri degli altri piani dell'essere. Ciò viene dimostrato dal gran numero di persone nate in Scorpione che si danno allo spiritismo, alla medianità, all'astrologia, al misticismo... e in qualche modo si sentono attratte dalle cerimonie rituali e dalle forme magiche. E' pericoloso per persone che hanno dei pianeti afflitti in Scorpione cercare di aprire la propria coscienza ai piani interiori, poiché è molto probabile per loro incontrare forze ed esperienze alle quali non saranno in grado di tener testa. I pianeti afflitti in Scorpione stanno a significare che vi è un debito karmico da pagare, prima di poter entrare nel Sentiero propriamente detto, e di poter partecipare attivamente agli studi esoterici. Tali attività dovranno essere rimandate ad altre incarnazioni. Bisogna insistere molto su questo punto. E' vero che soltanto lo stolto soggiace all'influenza degli astri, mentre il saggio li dirige a sua posta, ma chi può presumere di essere perfettamente saggio?... Solo un Maestro di Saggezza può affermare di esserlo. E' quindi bene sconsigliare ai nati in Scorpione di approfondire troppo gli studi esoterici, o cercare di affrettare il proprio sviluppo con pratiche occulte. Purtroppo non è facile guidare i nati in Scorpione, quindi poco si può fare per loro, poiché hanno una volontà personale molto sviluppata, accoppiata spesso ad una risolutezza che nulla può dominare.  Ma poiché hanno il coraggio e l'audacia d'immergersi a capofitto in ciò che fanno, e hanno tendenza più che tanti altri a deviare dal Sentiero della Luce al Sentiero delle Tenebre, si deve cercare almeno di far giungere fino ad essi quegli insegnamenti scientifici che sono stati raccolti intorno a questo segno. Si dice che questa sia l'età della rivelazione, e, cioè, l'età in cui si ha da portare alla luce ciò che è stato fino a qui nascosto. La prima cosa che devesi far noto è che il significato interiore, o la mèta ultima dello Scorpione, è laRigenerazione. Nel nostro linguaggio ciò significa redimere, riscattare l'Anima, il Sè Superiore dalla schiavitù della natura inferiore, trasformare il serpente che striscia nella polvere in Serpente di Saggezza, che più non striscia, ma cammina eretto. Ciò viene compiuto per mezzo del processo magico di trasmutare il desiderio inferiore in energia creativa di tipo mentale e spirituale. Lo Scorpione è stato anche chiamato il segno del Mago, semplicemente perché i nati in questo segno debbono e possono effettuare la loro redenzione e la loro rigenerazione. Ma purtroppo essi sono anche facilmente soggetti alla tentazione di fare cattivo uso dei loro poteri magici. Cominceremo a comprendere il potere e il significato dello Scorpione quando ci renderemo conto che è il simbolo del serpente, o Fuoco di Kundalini, il quale è sinonimo di Fuoco Solare o Fuoco Cosmico, a seconda che vogliamo riferirci alle energie macrocosmiche, o a quelle microcosmiche. Negli antichi tempi era permesso a ben pochi di partecipare ai misteri connessi col Serpente, che era, come lo è ancora oggi, in molte parti del mondo, tenuto in grande riverenza. E' veramente sorprendente di constatare quanto spesso il serpente sia usato come simbolo o motivo ornamentale, nelle varie architetture del mondo; basta pensare alla Cina, al Giappone, ecc., dove draghi e serpenti adornano le pareti dei Templi e delle case e decorano stoffe e chimono. In India si sente parlare continuamente del Naga, che non deve essere ucciso, perché sacro. Nell'antico Messico e nell'America del Sud, il serpente era usato nei fregi architettonici e oggi il serpente, non il simbolo, ma esso stesso, è usato dagli Indiani in certi loro riti... Il serpente è il guardiano del giardino delle Esperidi, e, nel Giardino dell'Eden, dei frutti del bene e del male... Il serpente che striscia nella polvere è ritenuto dai Cristiani come l'emblema di Satana, il Tentatore. Ma non dobbiamo dimenticare l'altro aspetto del serpente quello della Saggezza poiché altrimenti perderemmo il segreto della redenzione di noi stessi. La caduta di Eva può dirsi simbolizzi per noi il Serpente del Male, poiché Ella fu tentata di usare l'energia creativa allo scopo della procreazione fisica, e cedette. Ci è stato insegnato che per questo fatto Ella fu cacciata dal Paradiso terrestre, ciò che noi possiamo interpretare come significato che Ella perdé il. potere e la capacità di usare il suo Serpente Solare, o Serpente di Saggezza degli Adepti Superiori. Ora, infatti, il potere creativo fisico trovasi alla base della spina dorsale; il Fuoco di Kundalini, prima del « fallo » risiedeva in alto, nei livelli superiori mentali e spirituali: il fallo lo fece precipitare in basso, nei livelli inferiori, e presentemente deve ripercorrere il cammino inverso, per risalire verso i centri superiori. Notate la chiara analogia con l'arco discendente e l'arco ascendente del Sentiero evolutivo. La famosa caduta fa evidentemente parte del processo evolutivo e il mondo e gli esseri umani devono, per un certo tempo, attardarsi nella materia ed investigare questo piano materiale delle forme, delle manifestazioni, dei fenomeni fisici. Poi, a suo tempo, quando la materia e lo spirito si saranno meglio conosciuti l'un l'altro, o avranno appreso a servirsi reciprocamente, a collaborare ai loro mutui intenti, il Serpente della polvere sarà dimenticato, sarà calpestato sotto il calcagno di Eva redenta, non più Eva, ma Maria, la Madre del Mondo: la materia sempre vergine, e anche l'umanità sarà tutta redenta. Quante interpretazioni, più o meno erronee, sono state date a questo semplice processo! A mano a mano che noi trascendiamo i nostri desideri inferiori, e che la Saggezza diviene per noi più necessaria della sensazione, noi capovolgiamo il processo per il quale Eva cadde, e, di nuovo, andiamo ridivenendo Serpenti di Saggezza. In altre parole, l'energia solare, o Serpente di Fuoco, ravvolto alla base della spina dorsale, è atto a due specie di creazioni, una sul piano fisico, o piano inferiore, l'altra sul piano superiore mentale e spirituale. Col tempo sarà usato soltanto nel senso più elevato e più eccelso. Questa è la « Redenzione »: la cosa più importante nella vita, che dobbiamo cercare di affrettare in ogni modo. Tuttavia, non è nemmeno bene avere troppa fretta nel compiere tale processo, per timore d'incontrare difficoltà più grandi di quanto si sia in grado di sostenere e superare. Né, d'altra parte, dobbiamo attardarci troppo, tralasciando di fare tesoro delle occasioni che via via si presentano; ché, questa, non sarebbe prova di saggezza, non sapendo quando le medesime occasioni potranno ripresentarsi. Devesi, dunque, compiere la propria rigenerazione, usando correttamente le forze del Serpente, il che evidentemente non è cosa delle più facili, e, quindi, sarà necessario ripetere il tentativo per parecchie incarnazioni, per modo che i centri eterici al di sopra del diaframma e quelli cerebrali divengano sufficientemente sensibili ed atti a rispondere alle vibrazioni più alte e ad adeguarsi al processo della trasmutazione. Il particolare processo a cui mi riferisco è stato simbolizzato per noi dal Caduceo, la bacchetta del Tot egiziano, dell'Ermete greco e del Mercurio romano. Formato da due serpenti, avviticchiati ad una verga, la quale corrisponde al midollo spinale, mentre i due serpenti rappresentano le due correnti di energia, la positiva e la negativa, che salgono verso l'alto con movimento a spirale e terminano nei centri del cervello. Una delle correnti termina nella glandola pituitaria e l'altra nella pineale. Queste glandole, a loro volta, stimolano l'intero sistema nervoso, e danno alla persona, in cui ciò ha luogo, una mirabile consapevolezza della vita e una visione delle eterne verità. In tutte le epoche vi sono state persone ansiose di giungere a questa visione ed al possesso dei poteri superiori, senza però essere disposti a pagare, per così dire, il prezzo spirituale, che rende immuni dai pericoli associati al risveglio del Fuoco Divino o Solare, senza la previa, necessaria purificazione. Pur di ottenere i poteri, tali persone si sottomettono al serpente che striscia nella polvere, e ne sono puniti con la pazzia, con la morte fisica, o ancora peggio, in casi gravi, quando la disobbedienza alla legge Divina è stata spinta troppo oltre. Una delle cose dunque più importanti da ricordare per i nati in Scorpione, è che la rigenerazione non deve essere intrapresa senza preparazione. Non si tratta di un semplice sforzo di volontà, né di una arbitraria deliberazione di rifiutarsi di soddisfare le esigenze della natura inferiore, per affrettare il processo della rigenerazione; non si tratta nemmeno di dedicarsi a pratiche ascetiche contrastanti alla natura... nulla di tutto ciò. Si tratta di un lavoro purificatorio spirituale, lento e persistente. Quando un essere umano noterà in sé la completa e spontanea assenza di desideri sul campo fisico, quando si sentirà attratto solo da quelle attività che hanno carattere e valore umanitario, allora soltanto l'uomo saprà di essere sulla via della rigenerazione e pronto a riconquistare il proprio Serpente di Saggezza. Saprà che ben presto potrà portare come simbolo il Serpente sopra la testa, come i Faraoni che, rivendicando nascita divina, portavano 1'Uracus, o Serpente, come ornamento ed emblema, in alto del loro capo. Ricordate anche le parole di Gesù Cristo: « Siate puri come colombe e saggi come serpenti ». Indubbiamente, Egli doveva conoscere il significato di quanto diceva, e doveva avere in mente lo stesso concetto espresso dagli Egiziani, che rappresentavano l'Iniziato come un serpente con gambe di uomo. I nati in Scorpione debbono sostenere una continua lotta, non possono sottrarsi al tumulto delle passioni ed al conflitto, poiché la forza dinamica che regge questo segno li spinge ad azioni violente ed energiche di qualsiasi genere: quindi, sono dei guerrieri. Talvolta, sono in lotta soltanto con il loro ambiente, con parenti e congiunti; tal altra scendono in campo per raddrizzare i torti commessi anche da altri. Spesso sono in guerra solo contro se stessi e contro la propria natura. Se ne incontrano ovunque, ma molto più frequentemente nei gruppi esoterici, ove parlano del loro problema di trasmutazione, e dei loro sforzi per acquistare e sottomettere il loro serpente quello che striscia nella polvere. Coloro che non hanno alcun pianeta in Scorpione troveranno difficile di avere della comprensione per queste persone. E' bene sapere che lo Scorpione è chiamato l'inferno dello Zodiaco, nel quale le persone sono scaraventate, dopo aver goduto le delizie del Paradiso della Bilancia. Paradiso fatto di sogni, di bellezza e di romanticismo mentre nell'inferno dello Scorpione c'è la lotta contro il desiderio e la sensualità. E poiché lo Scorpione è strettamente connesso con il piano emotivo, molto difficile a dominare nel presente stadio di evoluzione, la lotta che deve sostenere lo Scorpione è formidabile. Prima di tentare di dare ai nati in Scorpione dei consigli sul modo di risolvere i loro problemi, vogliamo parlare di alcune caratteristiche generali. Lo Scorpione è associato con gli organi segreti del corpo fisico umano e con l'aspetto nascosto della mente, quindi è raro trovare nei nati in Scorpione mancanza di acume, di segretezza, di reticenza sui propri affari. Anche se talvolta appaiono franchi, quasi sempre, studiandoli, si trova in loro qualche cosa di celato, che non. ama palesarsi. A causa di questa caratteristica, è pericoloso averli come nemici, anche perché il Pianeta Marte che li governa li rende ben spesso distruttivi, specialmente quando si tratta di persone ancora di un livello molto basso di evoluzione. Se divampa in loro il desiderio di vendetta, non si contentano di applicare la legge « occhio per occhio, dente per dente », ma vogliono avere parecchi occhi e parecchi denti, per uno che abbiano perduto. Sempre nei poco evoluti, la tendenza a spiare le azioni dei propri amici e dei propri cari è anche spiccatissima; purtroppo, tale tendenza rimane, benché in misura più lieve, pure in individui che riteniamo già alquanto avanzati. Né si accorgono quanto questo sia poco corretto e come riesca increscioso agli altri. Sembra quasi che spetti loro di diritto l'immischiarsi in tutto ciò che, per ragioni più o meno plausibili, gli altri intendono tenere privato e nascosto. Qualunque sia il motivo che li spinge, troviamo che con la massima disinvoltura, cercano di penetrare nei segreti degli altri esseri umani, e anche nei segreti dei piani invisibili. Qualcuno del tipo più nobile riconosce di non comportarsi bene così facendo, ma il più delle volte non se ne rende conto, né si rende pienamente conto della indesiderabilità di molte altre sue azioni, specialmente nel campo delle avventure galanti. E siccome in questi Scorpioni, la separazione fra natura inferiore e natura superiore è assai spiccata, siamo spesso stupiti di apprendere che alcuni i quali godono ottima reputazione, conducono una vita doppia: sono allo stesso tempo il Dottor jeckill e il signor Hyde.  In questo segno si trovano anche dei grandi sentimentali, i quali però non desiderano di mostrarsi tali e nascondono il loro sentimentalismo sotto una scorza di freddezza e di scontrosità, che nuoce immensamente alla felicità loro e dei loro familiari ed amici. L'orgoglio, unito ad un senso esagerato della propria importanza, rende loro quasi impossibile riconoscere ed ammettere di aver torto: ma ciò aliena loro la simpatia, specialmente di coloro che hanno spiccato il senso della giustizia e della lealtà. Se in questo segno troviamo spiacevoli e incresciose tendenze, dobbiamo, però, anche dire che, come sempre accade, coloro i quali sono capaci di toccare il fondo, sono anche in grado di assurgere alle vette, e, quindi, in questo segno vi è grande possibilità di pervenire a possedere poteri divini. Sta ad ogni nato in Scorpione di decidere a quale dei due Serpenti vuol servire, se vuol preparare la via alla vera rigenerazione. Oltre ai tipi accennati ve ne troviamo anche un altro: il tipo negativo, tamasico, letargico, indolente, torpido, procrastinatore per eccellenza. Esso si ripromette che un giorno farà qualche cosa di grande e di magnifico, ma questo giorno è sempre di là da venire. Ogni più piccolo pretesto basta per distoglierlo dagli sforzi più seri. Non ha alcuna idea del valore del tempo, arriva sempre in ritardo agli appuntamenti, spesso perde il treno, o arriva giusto a prenderlo all'ultimo momento. Passa la vita in una ben strana maniera: la maggior parte del tempo la passa senza far nulla, e il tempo rimanente lo impiega a lavorare affannosamente per rimediare al tempo perduto. Vi è anche un'altra cosa importantissima da ricordare, a proposito delle persone nate in questo segno, le quali non di rado sono davvero incomprensibili. Internamente, sono consci di un senso di potenza e di superiorità e si aspettano che ciò venga riconosciuto anche dagli altri, pur non avendo dimostrato in alcun modo evidente la loro superiorità. Il non ottenere tale riconoscimento, come ben spesso naturalmente avviene, li turba, li mette, come suol dirsi, fuori di loro stessi, e sono capaci di compiere qualunque azione stravagante, nella speranza di guadagnarsi quell'apprezzamento che sentono di meritare. Alcuni di essi considerandosi trascurati ed incompresi, ne sono tanto amareggiati da avere violente reazioni contro il mondo e contro i loro cari. Si abbandonano a scenate, nel vano tentativo di attrarre l'attenzione e divenire soggetto di stima e di plauso. Purtroppo queste persone, che si credono vittime d'ingiusto trattamento da parte del mondo, non esitano a sminuire il merito degli altri, a dare una interpretazione malevola ad ogni atto virtuoso ed invidiare il successo di uomini veramente superiori. Alcuni Scorpioni, ossessionati dal desiderio di ottenere potere e ascendente sugli altri, ricorrono alle arti magiche, entrano in qualsiasi società segreta che promette l'acquisto di poteri straordinari e sovrumani, con la palese intenzione di divenire, in un campo qualsiasi, personaggi importanti. Si potrebbero scrivere dei volumi su questo tipo. Crediamo di fare cosa utile ricordando che Erasmo da Rotterdam era nato in Scorpione, e coloro che sono nati in questo segno potranno apprendere molto, leggendo la vita di questo teologo saggio ed arguto, che offre un bel esempio di uno Scorpione già rigenerato. Egli possedeva il più mirabile equilibrio di qualità: audacia, arguzia, saggezza, fuse in bella armonia. Martin Lutero è un altro esempio. Ma forse non aveva tanta sottigliezza di spirito e tanta profonda saggezza quanto Erasmo. Altri esempi di Scorpioni rigenerati, o sulla via della rigenerazione, sono: Madame Curie, George Eliot, Teodoro Roosvelt, ecc. A tutti sono noti i loro meriti, nei loro svariati campi di azione. I migliori Scorpioni hanno sempre mente intuitiva, filosofica, penetrazione acuta... delle persone e delle cose. In quanto alla salute, possiamo dire che, in generale, sono sani, magri in gioventù... tendono ad ingrassare con l'età. Le parti più soggette ad infermità sono la gola e gli organi della riproduzione. Se sanno mantenersi temperati, il che è molto difficile, per il tipo ancora comune, avranno lunga vita. Spesso muoiono di morte improvvisa, non per malattia. In fondo, ad essi non dispiace fare una morte drammatica. Si trovano Scorpioni in tutte le carriere. Buoni chirurghi, talvolta un po'troppo audaci. Ottimi guaritori, specialmente per mezzo del tatto, e guaritori mentali; scultori eccellenti, che sanno dare vita alle loro opere; scrittori di musica, ottimi uomini di affari, purtroppo talvolta privi di ogni scrupolo, pur di far fortuna.  I segni con i quali vanno d'accordo e fra i quali debbono cercare amici, soci, la moglie, o il marito, sono i segni della terra e dell'acqua specialmente: Capricorno, Pesci, Cancro, Vergine. Metalli: ferro; pietra:topazio; colore: rosa; nota: mi.  E' raccomandabile il matrimonio. Allo Scorpione si raccomanda di moderare la sua ambizione, di non darsi all'uso delle droghe e del bere, che potrebbero metterlo in contatto con pessime forze astrali. Colui che riesce ad evolvere in questo segno è doppiamente meritevole di qualunque altro nato sotto altro segno. La completa vittoria su tutti i pericoli che minacciano lo Scorpione, lo condurrà alla porta dell'Iniziazione. Sia di conforto a coloro che si trovano in questo segno, che il prossimo segno sarà il Sagittario, ove il peso sarà molto leggero, ed in cui avranno grandissimi aiuti per superare il loro sé inferiore. Si consiglia agli Scorpioni di studiare il loro segno opposto: il Toro.

 

Fonte: http://www.unirenellamore.com/raggi_teosofici/08_Scorpione.doc

Sito web da visitare: http://www.unirenellamore.com/

Autore: A. Mattioni

Il testo è di proprietà dei rispettivi autori che ringraziamo per l'opportunità che ci danno di far conoscere gratuitamente i loro testi per finalità illustrative e didattiche. Se siete gli autori del testo e siete interessati a richiedere la rimozione del testo o l'inserimento di altre informazioni inviateci un e-mail dopo le opportune verifiche soddisferemo la vostra richiesta nel più breve tempo possibile.

 

Segno zodiacale dello Scorpione periodo e caratteristiche

 

 

I riassunti , gli appunti i testi contenuti nel nostro sito sono messi a disposizione gratuitamente con finalità illustrative didattiche, scientifiche, a carattere sociale, civile e culturale a tutti i possibili interessati secondo il concetto del fair use e con l' obiettivo del rispetto della direttiva europea 2001/29/CE e dell' art. 70 della legge 633/1941 sul diritto d'autore

Le informazioni di medicina e salute contenute nel sito sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo e per questo motivo non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione).

 

Segno zodiacale dello Scorpione periodo e caratteristiche

 

"Ciò che sappiamo è una goccia, ciò che ignoriamo un oceano!" Isaac Newton. Essendo impossibile tenere a mente l'enorme quantità di informazioni, l'importante è sapere dove ritrovare l'informazione quando questa serve. U. Eco

www.riassuntini.com dove ritrovare l'informazione quando questa serve

 

Argomenti

Termini d' uso, cookies e privacy

Contatti

Cerca nel sito

 

 

Segno zodiacale dello Scorpione periodo e caratteristiche