Apparato urinifero domande e risposte

Apparato urinifero domande e risposte

 

 

Apparato urinifero domande e risposte

Urinifero
a livello del meato uriterale le mucose, vescicale e ureterale  si continuano l'una nell'altra
all'esterno della parete endoteliare dei capillari glomerulari e' presente  una membrana basale pas-positiva
anatomicamente nella vescica distinguiamo  tutte le precedenti
dal punto di vista istologico il tipo di capillari appartenenti al glomerulo rn nale e' conosciuto anche con la denominazione di  capillari fenestrati
fanno parte della struttura dell'uretra tutte questa strutture ad eccezione di  una: quale?  nessuna di queste
i calici renali maggiori e quelli minori  i calici maggiori derivano dalla confluenza di due o piu' calici minori
i capillari glomerulari derivano  dall'arteria afferente
i capillari glomerulari sono costituiti da una lamina  endoteliale
i dotti di bellini sono  i dotti papillari
i due processi citoplasmatici dei podociti sono detti  maggiori e minori
i due reni vengono in contatto con il peritoneo mediante la faccia  antero-laterale
i due ureteri destro e sinistro sono in rapporto lateralmente con  il colon
i fori papillari costituiscono una discontinuita'  delle papille renali
i glomeruli renali nel rene dell'uomo sono circa  da uno a tre milioni
i glomeruli renali sono principalmente distribuiti in corrispondenza  della corticale
i podociti costituiscono  la lamina viscerale della capsula di bowman
i podociti hanno come caratteristica  2 processi citoplasmatici
i podociti sono cellule  epiteliali
i poli inferiori dei due reni sono in rapporto con  le anse del tenue a destra, il colon discendente a sinistra
i poli superiori dei due reni sono in rapporto con  le ghiandole surrenali
i processi citoplasmatici dei podociti sono  2
i raggi midollari di ferrein sono  prolungamenti della midollare del rene che dalla base di ciascuna piramide si irradiano verso la corticale costituendone la parte radiata
i raggi midollarti del ferrein sono costituiti da  tubuli collettori
i rapporti che la vescica presenta con gli organi circostanti  variano con il sesso e lo stato di vacuita' o di ripienezza
i testicoli sono ghiandole con funzioni  sessuali e endocrine
i tuboli contorti si dicono prossimali o distali rispetto al  glomerulo
i tubuli collettori  non appartengono al nefrone
i tubuli contorti di i ordine  appartengono al nefrone
il baciknetto renale ha una capacita' media  di 6-7 cc
il bacinetto renale corrisponde a  una struttura a forma di calice disposta in corrispondenza delle papille
il bacinetto renale presenta  diverse variazioni di forma
il braccio ascendente dell'ansa di henle presenta una struttura istologica siml le a quella del  tubulo contorto distale
il braccio discendente dell'ansa di henle presenta una struttura istologica simile al  tubulo contorto prossimale
il calibro dell'arteria renale destra e' di circa mm  5-6
il calibro dell'uretere, lungo tutto il decorso tra la pelvi e la vescica  non e' costante e uniforme
il colletto dell'uretere e' una struttura  ristretta, situata all'inizio del suo decorso
il corpuscolo di malpighi e' costituito dal glomerulo e da  capsula di bowman
il decorso del tratto iniziale dell'arteria renale di destra e'  nessuna risposta e' esatta
il decorso del tratto iniziale dell'arteria renale di sinistra e'  nessuna risposta e' esatta
il dotto di muller rappresenta  una formazione embrionale dalla quale deriveranno il corpo dell'utero e le      trombe uterine
il dotto mesonefrico di wolf  permane solo nel maschio dando esito al dotto deferente
il dotto mesonefrico di wolf e' il nome dato  al canale del pronefro nel successivo stadio del mesonefro
il dotto reuniente collega  tubolo distale e tubolo collettore
il dotto reuniente raccoglie l'estremita' del  tubolo contorto distale
il foglietto esterno della capsula di bowman e' di natura  epiteliale
il foglietto parietale della capsula di bowman a livelo del polo urinario  si continua con la parete del tubolo di i ordine
il fuso lombare dell'uretere e'  una dilatazione lunga circa 8-9 cm che fa seguito al colletto
il fuso pelvico dell'uretere e'  una dilatazione che fa seguito al restringimento iliaco
il fuso pelvico e quello addominale sono due dilatazioni dell'uretere intervallate  dal restringimento iliaco
il fuso pelvico rispetto a quello lombare e'  piu' corto
il legamento ombelicale mediano della vescica deriva embriologicamente dal  uraco
il meato ureterale e' disposto  dopo il tratto intramurale dell'uretere
il meato ureterale ha un diametro di circa  2-3 mm
il meato uriterale corrisponde allo sbocco vescicale dell'uretere a livello di  i due angoli superiori del trigono vescicale
il mesangio e' costituito da  cellule
il mesonefro rappresenta  uno stadio dello sviluppo embrionale del rene
il metanefro  rappresenta il iii stadio dello sviluppo embrionale del rene
il metanefro  corrisponde al rene definitivo
il muscolo psoas delimita la loggia renale  nedialmente
il nefrone comprende  nessuna ri queste informazioni
il nefrone e' costituito da  a + b
il parenchima renale e' costituito da  la corticale esternamente e la midollare internamente
il percorso seguito dall'urina e'  spazio capsulare, tubulo prossimale, ansa di henle, tubulo distale, tubulo col  lettore
il peso medio del rene e'  circa 170 g
il polo urinario del corpuscolo renale e'  il punto di partenza del tubulo contorto prossimale
il polo vascolare del corpuscolo renale e' il punto di  arrivo dell'arteriola afferente e di partenza dell'arteriola efferente
il pronefro nello sviluppo embrionale del rene rappresenta lo stadio  primo
il pronefro rappresenta  uno stadio dello sviluppo embrionale del rene
il rene fetale  e' caratterizzato da una superficie esterna plurilobata
il restringimento iliaco dell'uretere e' un restringimento  in corrispondenza dell'incrocio dell'uretere con i vasi iliaci
il sangue refluo dai capillari glomerulari viene raccolto da  l'arteriola efferente
il seno renale e'  una cavita' rettangolare appiattita posta all'interno del rene,in corrispondenza dell'ilo
il sistema venoso del rene e'  analogo a quello arterioso
il tratto intramurale dell'uretere e' lungo circa  13-18 mm
il tratto rettilineo del tubolo contorto di i ordine costituisce  la parte iniziale del tratto discendente dell'ansa di henle
il tratto rettilineo del tubolo contorto di ii ordine costituisce  la parte terminale del tratto ascendente dell'ansa di henle
il tronco renale arterioso comune  non esiste
il tubolo contorto di i ordine e' sinonimo di  tubolo contorto prossimale
il tubolo contorto di ii ordine e' sinonimo di  tubolo contorto distale
il tubolo renale in corrispondenza della macula densa e'  privo di membrana basale
il tubulo contorto distale nasce  dal tratto ascendente dell'ansa di henle
il tubulo contorto distale si continua  nel tubulo collettore
il tubulo contorto prossimale  possiede una sua membrana basale
la arteriole interlobulari derivano dalle  arterie arciformi
la capacita' media della vescica e' di circa  300-500 cc
la capsula adiposa del rene  e' posta esternamente a quella fibrosa ed e' costituita da tessuto adiposo
la capsula che avvolge i reni e'  una membrana fibrosa connettivale
la capsula di bowman consta di  due foglietti epiteliari
la capsula di bowman consta di due foglietti  uno interno o viscerale, l'altro esterno o parietale
la capsula di bowman deriva  dall'invaginazione dell'estremita' a fondo cieco del tubulo renale
la capsula di bowman e' in continuita' con  la parete del tubulo contorto di i ordine, mediante la sua lamina parietale
la capsula di bowman e' in continuita' con  il lume del tubulo contorto di i ordine
la capsula renale e' costituita da tessuto  fibroso con fibre elastiche e da uno strato interno di cellule muscolari lisce
la cortex corticis ha uno spessore di mm  1-2
la dilatazione vescicale dell'uretere e'  nessuna risposta e' esatta
la faccia anteriore del rene sinistro e' in rapporto con tutte le seguenti formazioni tranne una: indicare quale  bulbo duodenale
la faccia antero-inferiore della vescica e' in rapporto con  la sinfisi pubica
la faccia dorsale del rene sinistro e' in rapporto con  il muscolo quadrato dei lombi
la faccia parietale della porzione pelvica dell'uretere e'  fissa
la faccia postero-superiore della vescica e' in rapporto nella donna con  l'utero
la faccia superiore della vescica e' in rapporto con  il peritoneo
la faccia superiore della vescica e' in rapporto, sia nell'uomo che nella donna con  il peritoneo
la faccia viscerale della porzione pelvica dell'uretere e'  mobile
la flessura marginale dell'uretere e' a livello della regione  sacroiliaca
la lamina propria dell'uretere e' costituita da  connettivo denso con poche fibre elastiche
la lamina viscerale e parietale della capsula di bowman si fondono  a livello del polo vascolare
la larghezza del rene e' circa  6 cm
la lunghezza media del rene e'  da cm 11 a cm 12
la macula densa appartiene  al tubolo distale
la macula densa e' cosi' chiamata perche' e'  e' costituita da cellule  strettamente stipate fra di loro
la membrana basale glomerulare e' spessa  meno di 1 mm
la midollare del rene presenta un aspetto  striato longitudinalmente
la mucosa ureterale rappresenta tra le tuniche dell'uretere  la parte piu' interna
la parete dei capillari glomerulari e' costituita da cellule  endoteliali provviste di fenestrature
la parte addominale dell'uretere riposa sul muscolo  psoas
la parte convoluta della corticale del rene e' costituita da  le colonne di bertin e la corticale compresa
la parte radiata della corticale del rene e' costituita da  i raggi midollari del ferrein
la parte tubolare del negrone e' costituita da  tutte vere
la parte tubulare del nefrone misura in lunghezza circa  30-38 mm
la pelvi renale e'  una struttura ampollare a livello del seno renale da cui origina l'uretere
la pelvi renale e il colletto dell'uretere proiettati sulla parete addominale anteriore corrispondono al livello della  ombelico
la porzione basale delle cellule che tappezzano il lume del tubolo contorto dis tale e' caratterizzata da  invaginazioni della membrana plasmatica
la porzione basale dell'epitelio che tappezza il lume del tubulo contorto prossimale, e'  striata longitudinalmente per la presenza di numerose invaginazioni
la porzione pelvica dell'uretere e' suddivisa in  parietale o retrolegamentosa, sottolegamentosa e prelegamentosa ma solo nella   donna
la proiezione del tratto terminale dell'uretere sullo scheletro corrisponde alla  base della spina ischiatica
la renina e' prodotto da  cellule iuxtaglomerulari
la renina stimola  la muscolatura liscia delle arteriooole
la rete capillare peritubolare e'  separata dalle cellule dei tuboli dal mesangio
la sostanza corticale del rene presenta un aspetto  finemente granuloso
la sostanza midollare del rene e' costituta  principalmente da prolungamenti delle piramidi normali
la struttura generale del rene comprende  i nefroni, i dotti escretori e lo stroma
la tonaca avventizia dell'uretere e'  la parte piu' esterna
la tonaca avventizia dell'uretere e' costituita da  connettivo lasso
la tonaca muscolare dell'uretere ne rappresenta  la parte intermedia
la tunica mucosa dell'uretere e' costituita da  epitelio e lamina propria
la tunica sottomucosa dell'uretere e' costituita da  connettivo lasso
la vena renale di destra presenta un decorso  sottodiaframmatico extraperitoneale
la vena renale di destra rispetto alla controlaterale e'  piu' corta
la vena renale di sinistra presenta un decorso  sottodiaframmatico extraperitoneale
la vena renale di sinistra rispetto alla controlaterale e'  piu' lunga
la vena renale sinistra defluisce  nella vena cava inferiore
la vescica e' situata  tra peritoneo e pavimento pelvico
la vescica possiede una struttura istologica  diversa da quella delle precedenti vie urinarie
l'ansa di henle presenta un diametro che rispetto a quello del tubulo contorto  distale e'  minore
l'apice della vescica e' caratterizzato dalla presenza di un legamento detto  legamento ombelicale mediano, residuo dell'uraco
l'apparato genitale maschile comprende  tutte queste strutture
l'apparato genito-urinario deriva dal  tutti questi
l'arteria interlobare e quella interlobulare sono  in comunicazione mediante l'interposizione delle arterie arciformi
l'arteria renale di destra  nasce dall'aorta discendente a livello di l1
l'arteria renale di destra deriva  direttamente dall'aorta
l'arteria renale di destra nasce, rispetto alla controlaterale  piu' in alto
l'arteria renale di destra rispetto alla controlaterale e'  piu' lunga
l'arteria renale di sinistra  nasce dall'aorta discendente a livello di l1
l'arteria renale di sinistra deriva  direttamente dall'aorta
l'arteria renale di sinistra nasce, rispetto alla controlaterale  piu' in basso
l'arteria renale di sinistra rispetto alla controlaterale e'  piu' corta
l'arteriola afferente deriva da  una arteria interlobulare
l'arteriola afferente porta sangue alla  rete capillare glomerulare
l'arteriola efferente deriva da  i capillari glomerulari
l'arteriole afferente ed efferente del glomerulo  sono in continuita' mediante l'interposizione di una rete capillare
l'arteriole afferente ed efferente del glomerulo entrano ed escono rispettivamente dal polo  vascolare
le anse capillari del glomerulo renale  decorrono nell'ambito del glomerulo con reciproche anastomosi
le arterie arciformi costeggiano  la base delle piramidi renali
le arterie arciformi decorrono prevalentemente in corrispondenza  del limite tra corticale e midollare
le arterie arciformi derivano dalle  arterie interlobari
le arterie interlobari costeggiano  i lati delle piramidi renali
le arterie interlobari decorrono prevalentemente in corrispondenza  della midollare
le arterie interlobari derivano  dalle ramificazioni delle arterie renali
le arterie interlobari e quelle arciformi  sono perpendicolari
le arterie interlobari irrorano prevalentemente la  corticale delle colonne di bertin
le arterie interlobulari decorrono prevalentemente in corrispondenza  della corticale
le arterie interlobulari irrorano prevalentemente la  corticale
le arterie rette  nessuna risposta e' esatta
le arterie rette sono sinonimo di arterie  nessuna risposta e' esatta
le arterie rette spurie derivano dalle  arteriole efferenti dei glomeruli iuxtamidollari
le arteriole afferenti ed efferenti sono denominate cosi' rispetto al  glomerulo renale
le arteriole rette irrorano prevalentemente la  midollare delle piramidi renali
le arteriole rette possono suddividersi in arteriole rette  vere e spurie
le arteriole rette spurie originano dalle arterie  efferenti dei glomeruli
le cellule adiacenti a quelle che costituiscono la parete del tubolo contonto prossinale sono  endoteliali
le cellule che tappezzano il lume del tubulo contorto di ii ordine sono carattrizzate dal fatto che  nessuna risposta e' esatta
le cellule che tappezzano il lume del tubulo contorto di ii ordine sono di natr ra  epiteliare
le cellule che tappezzano il lume dell'ansa di henle sono  diverse da quelle dei tubuli contorti
le cellule che tappezzano il lume dell'ansa di henle sono di natura  epiteliale
le cellule del mesangio nel rene hanno localizzazione  intercapillare
le cellule della macula densa sono in piu' stretto contatto con  le cellule iuxtaglomerulari
le cellule iuxtaglomerulari si trovano in corrispondenza del  l'arteriola afferente
le cellule luxtaglomerulari appartengono  all'arteriola afferente
le colonne renali del bertin  raggiungono il seno renale
le colonne renali del bertin sono costituite  da quella parte di corticale che si insinua tra una piramide e l'altra, a livello della midollare
le papille renali sono costituite da  la fusione di due o piu' apici delle piramidi
le papille renali sono situate in corrispondenza  dei calici renali
le piramidi renali sono  macroscopiche
le piramidi renali sono costituite da  vasi sanguigni e tuboli collettori
le piramidi renali sono sinonimo di  tutte errate
le ramificazioni dell'arterie renali penetrano nel parenchima renale attraverso  le colonne di bertin
le ramificazioni delle arterie renali, appena penetrate nel parenchima renale sono dette  interlobari
le vellule della lamina parietale della capsula di bowman sono  cellule epiteliali poligonali
le vene arciformi decorrono prevalentemente  tra corticale e midollare
le vene interlobari decorrono prevalentemente  nella midollare interpiramidale
le vene interlobulari decorrono prevalentemente  nella corticale
le vene rette decorrono prevalentemente  nella midollare interpiramidale
le vene rette defluiscono nelle vene  arciformi
le vene stellate  nessuna risposta e' esatta
le vene stellate defluiscono nelle vene  interlobulari
le vene stellate occupano  lo spazio subcapsulare
le venule stellate si trovano  nessuna risposta e' esatta
le vie urinifere che precedono la vescica si succedono in uno dei seguenti ordi ni  calici renali, pelvi, uretere
l'epitelio che tappezza il lume del tubulo contorto prossimale e' anche detto   epitelio  bacillare
l'epitelio del lume del tubolo contorto prossimale e' di tipo  cubico
l'eritropoietina e' prodotta dal  tutte errate
l'erteriola efferente presenta un calibro  piu' piccolo di quello della corrispondente arteriola afferente
l'ilo renale e'  il punto di transito dei vasi renali e dell'uretere
lo spazio capsulare del corpuscolo di malpinghi  e' compreso tra foglietto parietale e foglietto viscerale della capsula do bowman
lo spazio subpodocitico e' compreso fra  podociti e lamina basale dei capillari
lo spessore del rene e'  circa 3 cm
lo strato interno della capsula fibrosa renale e' costituito da tessuto  muscolare liscio
lo stroma connettivale del rene e'  scarso
lo stroma connettivale del rene e' costituito prevalentemente da  cellule connettivali e fibrille connettivali
l'orletto a spazzola delle cellule del tubolo contorto di i ordine  e' costituito da microvilli
lungo il decorso dell'aorta discendente le arterie renali nascono  dopo l'arteria mesenterica superiore
lungo la via del deflusso dell'urina, la vescica e' interposta tra  uretere e uretra
l'unita' elementare del rdne e'  nefrone
l'uretere destro nel maschio e nella femmina contrae rapporti diversi  nel tratto pelvico
l'uretere di destra ha un decorso  retroperitoneale
l'uretere di destra incrocia  l'arteria iliaca esterna
l'uretere di destra posteriormente e' in rapporto con  il muscolo psoas
l'uretere di destra rispetto a quello controlaterale e'  piu' corto
l'uretere di destra si trova  piu' distante dall'aorta che dalla vena cava
l'uretere di sinistra incrocia  l'arteria iliaca comune
l'uretere di sinistra posteriormente e' in rapporto con  il muscolo psoas
l'uretere di sinistra si trova  piu' distante dalla vena cava che dall'aorta
l'uretere di sinistra, rispetto a quello controlaterale e'  piu' lungo
l'uretere e' in rapporto  con il peritoneo anteriormente
l'uretere e' lungo circa  27-30 cm
l'uretere nasce  dalla pelvi renale
l'uretere prende origine  dalla pelvi renale
l'uretere presenta un calibro medio di circa  5 cm
l'uretere sbocca nella  vescica
l'uretere sinistro nel maschio e nella femmina contrae rapporti diversi  nel tratto pelvico
l'uretra femminile dorsalmente e' in rapporto con  nessuna delle precedenti
l'uretra femminile e' lunga circa  38 mm
mel rene la macula densa appartiene  al tubolo contorto distale
mel rene l'area cribrosa e' parte  della superfice delle papille renali
ml'arteriola efferente riceve il sangue refluo dalla rete  capillare glomerulare
nel glomerulo renale il mesangio costituisce  le cellule muscolari lisce all'interno della rete capillare
nel glomerulo renale si distinguono  due poli: uno vascolare e uno urinario
nel maschio la vescica si trova piu' in alto che nella femmina  vero
nel piano sagittale, l'uretere presenta  tre curvature
nel piano sagittale, l'uretere presenta alcune curvature  alla sua origine, a livello della regione sacroiliaca, nel piccolo bacino
nel rene i dotti papillari decorrono in corrispondenza del  le papille
nel rene i dotti papillari terminano in corrispondenza del  l'area cribrosa
nel rene il calibro tratto contorto del tubolo contorto prossimale e' circa di  50 micron
nel rene il foglietto interno della capsula di bowman e' di natura  epiteliale
nel rene il lume dei dotti papillari e'  piu' ampio dei tuboli contorti
nel rene la cortex corticis e' costituita da  la parte convoluta dei nefroni superficiali
nel rene la cortex corticis e' la parte  piu' esterna della corticale
nel rene la lamina densa corrisponde  alla parete centrale della membrana basale del glomerulo
nel rene le cellule che tappezzano il lume del tubolo prossimale sono caratterizzate dalla presenza di  orletto a spazzola
nel rene le papille sono presenti in numero  minore delle piramidi
nel rene le piramidi di malpighi sono  nella midollare
nel sesso maschile gli ureteri destro e sinistro contraggono rapporti  uguali in tutto il decorso
nel suo tratto lombare l'uretere destro anteriormente e' in rapporto con  il duodeno
nel suo tratto lombare l'uretere destro e' in rapporto lateralmente con  il colon ascendente
nel suo tratto lombare l'uretere destro e' in rapporto medialmente con  la vena cava
nel suo tratto lombare l'uretere sinistro e' in rapporto lateralmente con  il colon discendente
nel suo tratto lombare l'uretere sinistro e' in rapporto medialmente con  l'aorta
nel tubolo contorto di i ordine le cellule sono di natura  epiteliale
nel tubolo contorto prossimale si distinguono i tuboli  contorto e rettilineo
nella donna la faccia postero-superiore della vescica e' in rapporto con  l'utero
nella donna la vescica occupa una posizione piu' ventrale rispetto a quella del l'uomo per  l'interposizione dell'utero tra retto e vescica
nella donna la vescica, rispetto all'uomo  si trova un po' piu' in basso
nella donna la vscica presenta una posizione che rispetto a quella dell'uomo e'  anteriore
nella donna rispetto all'uomo la vescica e'in posizione  anteriore
nella regione lombare, il termine del muscolo piccolo psoas incrocia l'uretere  posteriormente
nella regione pelvica l'uretra presenta due porzioni dette rispettivamente porzione  nessuna delle precedenti
nella struttura della vescica si distinguono i seguenti strati  mucoso, sottomucoso e sieroso
nella vescica distinguiamo un  tutte vere
nell'ansa di henle si distinguono  tutte queste strutture
nelle cellule che costituiscono il tubolo di i ordine nel rene, l'orletto a spazzola e' dispsto  internamente al tubolo
nelle cellule che tappezano il lume del tubolo contorto distale mancano  orletto a spazzola
nelle cellule che tappezzano il lume del tubolo contorto prossimale mancano  nessuna di queste
nelle cellule che tappezzano il lume del tubulo contorto di i ordine  nessuna risposta e' esatta
nelle numerose invaginazioni  presenti in corrispondenza della parte basale dell'epitelio tubulare osserviamo  molti mitocondri
nello sviluppo embrionale del rene quale stadio rappresenta il mesonefro?  secondo
nell'uomo la faccia postero-superiore della vescica e' in rapporto prevalentemente con  il retto
nell'uomo la vescica occupa una posizione leggermente piu' elavata per  la presenza della prostata
nell'uomo la vescica occupa una posizione piu' dorsale per  l'assenza dell'utero
nell'uomo la vescica presenta una posizione che rispetto a quella della donna che e'  posteriore
nell'uomo la vescica presenta una posizione che rispetto a quella della donna e'  posteriore
normalmente le arterie renali  si biforcano prima dell'ilo
normalmente le arterie renali sono disposte, rispetto all'uretere omolaterale  anteriormente
normalmente le vene renali sono disposte, rispetto all'uretere omolaterale  anteriormente
normalmente, l'uretere incrocia dall'alto in basso i processo costiformi della  iii, iv e v vertebra lombare
per colletto dell'uretere si deve intendere  la parte iniziale
per epitelio capsulare nel rene si intende  il foglietto parietale della capsula di bowman
per epitelio glomerulare nel rene si intende  il foglietto viscerale della capsula di bowman
per glomerulo si intende  un insieme di capillari arteriosi avvolti dalla capsula bi bowman
per lobo renale deve intendersi quella parte di parenchima costituita da  una piramide e la circostante corticale
per lobulo renale deve intendersi  un raggio midollare e la circostante sostanza convoluta
per mesangio nel rene si intende  un insieme di cellule
per peduncolo renale si intende  i vasi renali che transitano nell'ilo
per podociti si intende  le cellule della capsula di bowman
per porzione intramurale dell'uretere si intende quella parte di esso che risul ta compresa  nella parete vescicale
per stroma renale si intende  il connettico interposto al paremchima renale
processi citoplasmatici e microvilli sono strutture presenti entrambe  tuitte errate
processi citoplasmatici maggiori o minori e i microvilli sono due strutture cellulari  distinte: la prima presente nei podociti e la seconda nel lume tubolare
quale delle seguenti affermazioni e' esatta?  il margine mediale del rene destro e' piu' vicino alla vena cava che all'aorta
qual'e' il normale decorso seguito dal sangue nell'attraversare il sistema arte rioso renale?  arterie interlobari, arciformi, interlobulari, afferenti, efferenti
quante sono le piramidi renali?  8-18
rispetto a quello del tubulo distale, l'epitelio che tappezza il lume dell'ansa di henle e'  piu' basso
rispetto ai peritonei i reni  sono organi retroperitoneali
rispetto ai vasi iliaci comuni gli ureteri sono disposti  antero-medialmente
rispetto al parenchima renale i dotti papillari si trovano in corrispondenza della  midollare
rispetto al tubulo contorto prossimale, l'ansa di henle ha un lume di calibro  maggiore
rispetto alla colonna vertebrale gli ureteri sono disposti in posizione  antero-laterale
rispetto alla colonna vertebrale il rene corrisponde alle vertebre  d12 e l3
rispetto alla pelvi i rami di divisione della arterie renali si dispongono  sia anteriormente che posteriormente
rispetto alla pelvi renale il tronco della vena renale e' situato  anteriormente
rispetto alle coste il rene si trova  in corrispondenza della xi e xii costa
rispetto all'uretere i vasi iliaci sono disposti  postero-medialmente
si definiscono nefroni  le unita' elementari del rene
struttura continua del corpuscolo renale e'  la membrana basale
strutturalmente i calici renali sono costituiti da  tutte le precedenti
strutturalmente la pelvi renale e' costituita da  tutte le precedenti
strutturalmente l'uretere e' costituito da  tutte le precedenti
tra i sebuenti, il tratto piu' vicino allo sbocco dell'uretere in vescica e' il  fuso pelvico
tra uretere, pelvi renale e calici renali dal punto di vista istologico  non c'e' grande differenza strutturale
tutta l'irrorazione arteriosa del rene deriva da  le due arterie renali
tutti i seguenti elementi fanno parte del nefrone, ad eccezione di uno: quale?  tubulo collettore
tutti i seguenti, ad eccezione di uno, sono rami collaterali delle arterie rena li. qual'e' l'eccezione?  arteria spermatica
uscita dal glomerulo l'arteriola efferente si munisce di una tunica  muscolare
uscita dal glomerulo l'erteriola efferente  si risolve nella rete capillare che avvolge i tubuli renali
wuale formazione e' a contatto piu' diretto con la membrana basale del glomerulo renale?  foglietto viscerale della capsula di bowman

 

Fonte: http://www.mininterno.net/ele/Urinifero.doc

Sito web da visitare: http://www.mininterno.net/

Autore del testo: non indicato nel documento di origine

Il testo è di proprietà dei rispettivi autori che ringraziamo per l'opportunità che ci danno di far conoscere gratuitamente i loro testi per finalità illustrative e didattiche. Se siete gli autori del testo e siete interessati a richiedere la rimozione del testo o l'inserimento di altre informazioni inviateci un e-mail dopo le opportune verifiche soddisferemo la vostra richiesta nel più breve tempo possibile.

 

Apparato urinifero domande e risposte

 

 

I riassunti , gli appunti i testi contenuti nel nostro sito sono messi a disposizione gratuitamente con finalità illustrative didattiche, scientifiche, a carattere sociale, civile e culturale a tutti i possibili interessati secondo il concetto del fair use e con l' obiettivo del rispetto della direttiva europea 2001/29/CE e dell' art. 70 della legge 633/1941 sul diritto d'autore

Le informazioni di medicina e salute contenute nel sito sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo e per questo motivo non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione).

 

Apparato urinifero domande e risposte

 

"Ciò che sappiamo è una goccia, ciò che ignoriamo un oceano!" Isaac Newton. Essendo impossibile tenere a mente l'enorme quantità di informazioni, l'importante è sapere dove ritrovare l'informazione quando questa serve. U. Eco

www.riassuntini.com dove ritrovare l'informazione quando questa serve

 

Argomenti

Termini d' uso, cookies e privacy

Contatti

Cerca nel sito

 

 

Apparato urinifero domande e risposte