Commercio domande e risposte

Commercio domande e risposte

 

 

Commercio domande e risposte

 

1 Il titolare o gestore di un pubblico esercizio che inizia l'attività deve darne comunicazione al Registro delle Imprese della Camera di Commercio:
a - entro 30 giorni b - entro 60 giorni c - entro 90 giorni

2 Il trasferimento della gestione o della proprietà di un pubblico esercizio:
a - è vietato
b - è comunicato al Comune sede dell'esercizio solo in caso di morte del titolare
c - è comunicato al Comune sede dell'esercizio entro trenta giorni dalla data dell'atto di cessione o dell'apertura della successione con l'indicazione degli estremi dell'autorizzazione, del titolo giuridico che dà luogo al subingresso, nonché del possesso dei requisiti per l'esercizio dell'attività di somministrazione di alimenti e bevande

3 L'autorizzazione amministrativa di un pubblico esercizio decade:
a - se il titolare sospende l'attività per un periodo superiore ad un anno
b - se il titolare sospende l'attività per un periodo superiore alla normale chiusura per ferie
c - se il titolare sospende l'attività per un periodo superiore a sei mesi

4 L'orario di apertura e di chiusura dei pubblici esercizi è:
a - fissato dal Comune su criteri stabiliti dalla Regione
b - fissato dal Comune sulla base dei criteri concordati con le organizzazioni del commercio, del turismo e dei servizi e le associazioni dei consumatori maggiormente rappresentative a livello regionale
c - rimesso alla libera determinazione degli esercenti entro il limite giornaliero minimo e massimo stabilito dal Comune, sentite le organizzazioni del commercio, del turismo e dei servizi e le associazioni dei consumatori maggiormente rappresentative a livello regionale

5 La somministrazione di bevande aventi un contenuto alcolico superiore al 21% del volume non è consentita:
a - all'interno degli Enti Ospedalieri
b - negli esercizi operanti nell'ambito di impianti sportivi, sagre, fiere, manifestazioni sportive o musicali all'aperto, complessi di attrazione dello spettacolo viaggiante e simili
c - all'interno di stazioni ferroviarie, aeroportuali e marittime

6 I titolari di pubblici esercizi hanno l'obbligo di comunicare preventivamente al Comune l'orario prescelto e di renderlo noto al pubblico mediante l'esposizione di appositi cartelli all'interno e all'esterno dell'esercizio?
a - si, sempre
b - no, mai
c - si, solamente nei periodi estivi e di festività nazionali

7 Il rilascio dell'autorizzazione è subordinato:
a - all'accertamento dei soli requisiti professionali e morali ed al rispetto dei criteri comunali
b - alla disponibilità dei locali, all'autorizzazione sanitaria, al certificato prevenzione incendi e all'indicazione, in caso di società, dell'eventuale preposto
c - a tutto quanto previsto nelle due risposte precedenti

8 Ai fini della tutela dell'ordine e della sicurezza pubblica il Comune deve, entro 30 giorni dal rilascio, comunicare gli estremi dell'autorizzazione:
a - al Prefetto, al Questore, alla ASUR e alla Camera di Commercio
b - al Questore
c - al Presidente della Camera di Commercio

9 Gli indirizzi ai Comuni per il rilascio delle autorizzazioni per gli esercizi della somministrazione di alimenti e bevande sono fissati:
a - dalle Province
b - dalla Camera di Commercio competente per territorio
c - dalla Regione

10 I criteri stabiliti dai Comuni per il rilascio delle autorizzazioni all'apertura dei pubblici esercizi devono stabilire:
a - un limite numerico di autorizzazioni

b - nessuna limitazione di autorizzazioni
c - il rilascio sulla base degli indirizzi regionali

11 Per somministrazione al pubblico alimenti e bevande si intende:
a - la vendita di prodotti esclusivamente alimentari
b - la vendita per il consumo sul posto, che comprende tutti i casi in cui gli acquirenti consumano il prodotto nei locali dell'esercizio o in un'area aperta al pubblico attrezzati allo scopo
c - effettuare la vendita per asporto di cibi cotti e di bevande

12 La L.R. 9 dicembre 2005, n. 30, disciplina anche la somministrazione al pubblico di alimenti e bevande con distributori automatici?
a - no
b - si, in ogni caso
c - si, solamente se avviene in locali aperti al pubblico esclusivamente adibiti a tale attività

13 Gli esercizi di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande sono costituiti in:
a - tre tipologie
b - quattro tipologie
c - un'unica tipologia, che comprende anche la somministrazione di bevande alcoliche di qualsiasi gradazione, nei limiti della relativa autorizzazione sanitaria

14 Nel settore dei pubblici esercizi, essere stati dichiarati falliti, è ostativo all'esercizio dell'attività di somministrazione di alimenti e bevande?:
a - si, sempre
b - si, a meno che non sia intervenuto il decreto di chiusura del fallimento
c - no

15 Nel settore della somministrazione al pubblico di alimenti e bevande, aver riportato una condanna per delitto colposo a pena restrittiva della libertà personale inferiore a tre
anni, è ostativo ai fini del rilascio dell'autorizzazione?:
a - si
b - no
c - si, solamente se la condanna comporta la restrizione della libertà personale superiore a tre anni

16 Nel settore della somministrazione al pubblico di alimenti e bevande, aver riportato una condanna per reati concernenti la prevenzione dell'alcolismo, le sostanze stupefacenti
e psicotrope, è ostativo per esercitare l'attività di somministrazione di alimenti e bevande?:
a - si, sempre
b - no, a meno che la condanna comporti la restrizione della libertà personale superiore a tre anni
c - no mai

17 Quale validità ha l'autorizzazione ad esercitare l'attività di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande?:
a - a tempo indeterminato
b - sino al 31 dicembre del quinto anno successivo al quello di rilascio
c - dieci anni

18 In occasione di fiere, feste, mercati o di altre riunioni straordinarie di persone, il Comune può rilasciare:
a - autorizzazioni straordinarie
b - non serve alcuna autorizzazione
c - autorizzazioni temporanee valide soltanto per il periodo di svolgimento delle manifestazioni

19 L'attività di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande negli esercizi in cui viene svolta una prevalente attività di intrattenimento e svago è soggetta:
a - ad autorizzazione amministrativa rilasciata dal Comune ai sensi della L.R. 9.12.2005, n. 30
b - a presa d'atto del Comune
c - a dichiarazione di inizio attività presentata al Comune ai sensi dell'art. 19 della legge 7.8.90, n. 241

20 L'autorizzazione amministrativa per la somministrazione al pubblico di alimenti e bevande è soggetta a decadenza qualora il titolare, dalla data di comunicazione del rilascio o del subingresso, non attivi l'esercizio entro:
a - sei mesi b - tre mesi c - un anno

21 L'esercizio dell'attività di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande è subordinato:
a - alla dimostrazione della disponibilità dei locali ed all'iscrizione nel Registro degli Esercenti il Commercio
b - all'accertamento del possesso dei requisiti professionali e morali da parte del richiedente ed al rispetto dei criteri comunali
c - all'iscrizione nel Registro degli Esercenti il Commercio ed al rilascio dell'autorizzazione amministrativa

22 Gli esercizi autorizzati alla somministrazione al pubblico di alimenti e bevande hanno facoltà di vendere per asporto?
a - solo gli alimenti
b - solo le bevande
c - tutti i prodotti per i quali sono stati autorizzati alla somministrazione

23 In occasione di fiere, feste, mercati e di altre riunioni straordinarie di persone, l'autorizzazione temporanea rilasciata dal Comune non può comunque superare:
a - trenta giorni b - venti giorni c - dieci giorni

24 L'autorizzazione temporanea è rilasciata dal Comune previo:
a - l'accertamento che la fiera, la festa, il mercato o la riunione straordinaria di persone è di breve durata
b - l'accertamento dei requisiti professionali e morali del richiedente, nonché dei requisiti di sicurezza e igienico sanitari
c - l'accertamento dei soli requisiti di sicurezza e igienico sanitari

25 Per lo svolgimento dell'attività di somministrazione di alimenti e bevande nell'ambito di manifestazioni a carattere religioso, benefico, politico, sociale , sportivo, l'autorizzazione temporanea è rilasciata dal Comune previo:
a - l'accertamento che la manifestazione è di breve durata
b - l'accertamento dei requisiti professionali e morali del richiedente, nonché dei requisiti di sicurezza e igienico sanitari
c - l'accertamento dei soli requisiti di sicurezza e igienico sanitari

26 Il preposto all'esercizio dell'attività di somministrazioni in caso di società, associazioni e organismi collettivi può:
a - essere contemporaneamente preposto di più società, associazioni e organismi collettivi
b - essere contemporaneamente preposto di non più di due società, associazioni e organismi collettivi
c - non può essere contemporaneamente preposto di più società, associazioni e organismi collettivi

27 Coloro che hanno riportato una condanna a pena detentiva, accertata con sentenza passata in giudicato, per ricettazione, riciclaggio, insolvenza fraudolenta, bancarotta fraudolenta, usura, sequestro di persona a scopo di estorsione, rapina possono esercitare l'attività di somministrazione di alimenti e bevande?:
a - no, a meno che la condanna comporti la restrizione della libertà personale inferiore a tre anni
b - no, mai
c - no, a meno che non siano trascorsi cinque anni dal giorno in cui la pena è stata scontata o si sia in altro modo estinta, ovvero, qualora sia stata concessa la sospensione condizionale della pena, dal giorno del passaggio in giudicato della sentenza

28 Dalla data dell'atto di cessione o dell'aperura della successione, il subingresso nell'attività di somministrazione di alimenti e bevande è comunicato al Comune entro:
a - trenta giorni
b - sessanta giorni
c - novanta giorni

29 Gli esercizi di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande, costituiti da un'unica tipologia dalla L.R. 9.12.2005, n. 30, possono somministrare:

a - alimenti e bevande
b - bevande alcoliche di qualsiasi gradazione
c - quanto previsto dalla relativa autorizzazione sanitaria

30 La somministrazione di bevande alcoliche di qualsiasi gradazione mediante distributori automatici:
a - è ammessa
b - è vietata
c - è vietata solo per i minori di anni diciotto

31 Il commercio si dice al dettaglio quando:
a - si effettua il pagamento in contanti
b - si effettua tra commerciante e consumatore finale
c - si effettua in piccole partite di merce

32 L'incaricato dall'imprenditore all'esercizio dell'impresa prende il nome di:
a - Institore b - Preposto c - Agente

33 Chi coadiuva l'imprenditore nella stipulazione dei contratti, senza pero' essere incaricato della loro conclusione, è:
a - il rappresentante
b - l'agente di commercio
c - il preposto

34 L'intermediario che rivende in nome e per conto proprio è:
a - il concessionario b - il commissionario c - il mediatore

35 Un elemento essenziale del contratto di compravendita è:
a - la determinazione della quantità della merce
b - la modalità del trasporto
c - il tempo e il luogo del pagamento

36 Nel contratto di compravendita il venditore si impegna a:
a - cedere l'utilizzo di un bene
b - cedere la proprietà di un bene
c - pagare la proprietà di un bene

37 Nel contratto di compravendita il compratore si impegna a:
a - cedere la proprietà di un bene
b - pagare il prezzo di un bene
c - garantire che la merce non presenti vizi o difetti occulti

38 Il contratto di compravendita viene stipulato:
a - tra due persone denominate acquirente e compratore
b - tra due persone denominate locatore e conduttore
c - tra due persone denominate venditore e compratore

39 L'onerosità del contratto di compravendita per il venditore consiste:
a - nel dover trasportare il bene venduto fino al compratore
b - nel dover pagare il prezzo del bene
c - nel dover ritirare dal compratore il bene

40 La clausola "lordo per netto":
a - tiene conto della tara che si paga a parte
b - tiene conto della tara che si paga allo stesso prezzo della merce
c - non tiene conto della tara

41 La clausola "porto franco" indica che:
a - le spese di trasporto sono a carico del compratore
b - la spese di trasporto sono sostenute al momento in cui la merce arriva a destinazione
c - la spese di trasporto sono sostenute dal venditore al momento della partenza delle merci

42 La clausola "porto assegnato" indica:
a - che le spese di trasporto sono a carico del venditore
b - che il trasporto deve essere eseguito dal compratore
c - che le spese di trasporto sono a carico del compratore

43 Il container è:
a - un vagone particolare delle Ferrovie dello Stato
b - un elemento di un sistema di trasporto
c - un contenitore per la conservazione dei prodotti

44 La clausola "contrassegno":
a - significa che il trasporto è a carico del compratore e si paga con un assegno
b - indica che al merce deve essere pagata al trasportatore per poterla ritirare
c - stabilisce che il compratore deve pagare il venditore esclusivamente con un assegno

45 La clausola "imballaggio da fatturare a parte" indica che:
a - alla fattura della merce seguirà la fattura di imballaggio
b - l'imballaggio sarà fatturato nella fornitura successiva
c - merce ed imballaggio figureranno con importi separati nella stessa fattura

46 Le merci devono essere accompagnate durante il loro trasporto da:
a - fattura differita
b - lettere che hanno dato vita al contratto di compravendita
c - documento di trasporto

47 La parte tabellare della fattura contiene oltre alla qualità e alla quantità della merce:
a - le condizioni contrattuali
b - le indicazioni dell'acquirente
c - gli estremi del documento di trasporto

48 L'imponibile è un elemento tipico:
a - del documento di trasporto
b - del buono d'ordine
c - della fattura commerciale

49 La bolletta doganale è assimilabile:
a - al documento di trasporto
b - alla fattura
c - al buono d'ordine

50 l'avviamento commerciale di un'azienda:
a - è il primo periodo di attività
b - è un bene che il commerciante può cedere separatamente dagli altri valori
c - è dato dalla maggior redditività dell'azienda rispetto alle altre similari

51 Il reddito percepito e non speso si definisce:
a - investimento
b - capitale
c - risparmio

52 Il compenso che il risparmiatore riceve per aver ceduto il reddito monetario non consumato si definisce:
a - investimento
b - interesse
c - risparmio

53 Nell'inventario del patrimonio dell'azienda le rimanenze di magazzino:
a - figurano tra le passività
b - figurano tra le attività
c - non vi figurano

54 L'inventario serve a determinare:
a - il totale delle vendite
b - il capitale netto
c - il totale della merce acquistata

55 Il libro degli inventari deve contenere:
a - l'elenco dei debiti
b - l'elenco dei clienti
c - l'elenco di tutte la attività e passività

56 Nella determinazione dell'utile o della perdita di esercizio, le rimanenze di magazzino:
a - sono un componente positivo b - sono un componente negativo c - non vi influiscono

57 Lo "sconto mercantile":
a - è calcolato sul peso della merce
b - è calcolato sull'importo della fattura tenendo conto del tempo di anticipazione
c - è calcolato sull'importo della fattura senza tener conto del tempo di anticipazione

58 La caparra versata al momento della stipula di un contratto di compravendita obbliga il venditore inadempiente:
a - a restituire la caparra ricevuta
b - a non restituire la caparra ricevuta
c - a restituire il doppio della caparra ricevuta

59 Il cessionario è:
a - colui che trasmette un diritto di credito a terze persone
b - colui che deve adempiere ad una certa prestazione
c - colui che riceve un diritto di credito da terze persone

60 Il debitore ceduto è:
a - colui che trasmette un diritto di credito a terze persone
b - colui che deve adempiere ad una certa prestazione
c - colui che riceve un diritto di credito da terze persone

61 Il cedente un credito è:
a - colui che trasmette un diritto di credito a terze persone
b - colui che deve adempiere ad una certa prestazione
c - colui che riceve un diritto di credito da terze persone

62 Il titolo di credito è un documento che:
a - permette il trasferimento del diritto con la cessione del documento
b - comprova l'esecuzione di un contratto di compravendita
c - concede al debitore l'esercizio di un diritto indicato da una dichiarazione contenuta nel documento

63 La girata è un atto giuridico mediante il quale:
a - si estende a una terza persona il contratto di compravendita
b - si trasferisce la proprieta' di beni economici
c - si trasferisce il diritto incorporato in un titolo di credito

64 I titoli di credito al portatore sono documenti che possono essere trasferiti:
a - con girata in bianco
b - con girata in pieno
c - con la semplice consegna manuale

65 Con la procedura di ammortamento:
a - si trasferisce un titolo di credito al portatore
b - si estingue un titolo di credito smarrito, sottratto o distrutto
c - si concede una dilazione di pagamento

66 L'ammortamento di un titolo di credito è "decretato":
a - dal debitore
b - dal creditore
c - dal legittimo possessore del titolo

67 Il decreto di ammortamento deve essere pubblicato:
a - sulla Gazzetta Ufficiale
b - sui quotidiani locali
c - sui quotidiani nazionali

68 L'emittente di una cambiale-pagherò è:
a - colui che ordina a una terza persona di pagare una somma di denaro
b - colui che riceve il pagamento di una somma di denaro a una data scadenza
c - colui che si impegna a pagare una somma di denaro

69 La dichiarazione cartolare contenuta in una cambiale-tratta ha le caratteristiche di essere:
a - una promessa incondizionata di pagare una certa somma a una certa scadenza b - una promessa condizionata di pagare una certa somma a una certa scadenza c - un ordine incondizionato di pagare una certa somma a una certa scadenza

70 La denominazione di cambiale:
a - è un elemento specifico della cambiale-tratta
b - è un elemento specifico della cambiale-pagherò
c - è un elemento comune ai due tipi di cambiale

71 La cambiale deve contenere il nome e l'indirizzo:
a - del beneficiario
b - dell'emittente
c - del debitore

72 Il beneficiario nella cambiale-pagherò è colui che:
a - deve pagare la cambiale alla scadenza
b - firma la cambiale per l'emissione
c - accetta la cambiale al momento della presentazione

73 Nella cambiale-tratta la firma che appare è quella:
a - del trattario che deve pagarla
b - del traente che dà l'ordine di pagare
c - del beneficiario che deve riscuoterla

74 La cambiale-tratta "all'ordine proprio" si ha quando:
a - il traente e il trattario sono la stessa persona
b - il beneficiario e il trattario sono la stessa persona
c - il traente e il beneficiario sono la stessa persona

75 Il riconoscimento effettuato per iscritto sulla cambiale-tratta del debito da parte del trattario si definisce:
a - avvallo
b - accettazione
c - girata

76 La cambiale-tratta è un titolo di credito:
a - nominativo b - al portatore c - all'ordine

77 Il protesto è:
a - la constatazione da parte di un Pubblico Ufficiale del mancato pagamento della cambiale
b - la constatazione da parte di una banca del mancato pagamento della cambiale
c - la constatazione da parte di un creditore del mancato pagamento della cambiale

78 Il protesto deve essere levato entro:
a - quindici giorni dalla scadenza della cambiale
b - due giorni successivi, non festivi, alla scadenza della cambiale
c - entro trenta giorni dalla constatazione da parte di un Pubblico Ufficiale del mancato pagamento

79 Il "Bollettino dei Protesti" viene pubblicato:
a - dalla Cancelleria del Tribunale
b - dalla Camera di Commercio
c - dalle Associazioni dei Commercianti

80 L'azione di regresso può essere esercitata:
a - dopo aver esercitato l'azione diretta
b - dopo aver esercitato le azioni cambiarie
c - dopo aver fatto levare il protesto

81 L'avallante assume un'obbligazione cambiaria:
a - simile a quella del debitore principale
b - simile a quella del girante
c - esclusivamente di regresso

82 In una cambiale-tratta, la firma di girata è:
a - del beneficiario che deve riscuoterla
b - del traente che ordina di pagare
c - del trattario che deve pagarla

83 La valuta di un deposito bancario rappresenta:
a - il giorno di scadenza stabilita
b - il giorno di scadenza adeguata
c - il giorno dal quale cominciano a maturare gli interessi

84 L'assegno circolare è un titolo di credito:
a - al portatore b - nominativo c - all'ordine

85 L'assegno circolare è un titolo di credito che può essere emesso per un importo massimo di:
a - euro 25.822,84 b - importo illimitato c - euro 51.645,69

86 L'assegno bancario può essere emesso per una somma non superiore a:
a - euro 51.645,69
b - ai fondi disponibili in c/c
c - ai fondi depositati dal correntista

87 L'assegno bancario contiene:
a - un ordine di pagamento di una certa somma di denaro a una scadenza stabilita dalle parti
b - una promessa di pagamento di una certa somma di denaro a una scadenza stabilita dalle parti
c - un ordine di pagamento di una certa somma di denaro a vista

88 Un assegno bancario può essere paragonato:
a - ad una cambiale-tratta
b - ad un pagherò
c - ad un pagherò domiciliato

89 La sbarratura apposta sulla facciata dell'assegno significa che l'assegno:
a - non può essere trasferito mediante girata
b - può essere trasferito solo mediante girata "in pieno"
c - può essere pagato dalla banca solo ad un'altra banca o ad un suo cliente

90 La ricevuta bancaria:
a - è un titolo di credito esecutivo b - è un documento di quietanza c - è un documento probatorio

91 Indicare quali tra le seguenti non è una caratteristica delle carte di credito:
a - hanno una funzione monetaria
b - sono titoli di credito
c - sono strettamente personali

92 Le carte di credito:
a - si trasferiscono mediante girata
b - non sono trasferibili
c - si trasferiscono mediante semplice consegna

93 Il bonifico bancario:
a - è un ordine di riscossione
b - è una promessa di pagamento
c - è un trasferimento di fondi dal debitore al creditore

94 Il capitale netto di una azienda è:
a - la differenza tra le attività e le passività
b - il capitale di costituzione
c - l'apporto iniziale dell'imprenditore

95 Nel bilancio di una azienda sono attività:
a - la cassa
b - le cambiali passive
c - i debiti verso i fornitori

96 Nel bilancio di una azienda sono passività:
a - le merci rimanenti b - le cambiali passive c - i crediti verso clienti

97 Il reddito di una azienda è:
a - l'incremento delle attività
b - la differenza tra le attività e le passività
c - la differenza tra costi e ricavi

98 Sono costi d'esercizio:
a - le cambiali attive
b - i canoni d'affitto
c - le cambiali passive

99 Sono costi d'esercizio:
a - le spese telefoniche
b - l'attrezzatura
c - le cambiali attive

100 E' un costo pluriennale: a - l'acquisto di un automezzo b - l'acquisto delle merci
c - il pagamento di un fitto

101 E' un costo pluriennale: a - le spese di riscaldamento b - l'acquisto di attrezzature
c - le spese di pubblicità

102 I ricavi sono:
a - le cambiali attive
b - i corrispettivi di vendita
c - il conto corrente bancario

103 L'ammortamento è:
a - l'accantonamento di una quota
b - la vendita di un macchinario
c - l'acquisto di merce

104 La perdita di esercizio è:
a - la distruzione di merce avariata
b - la differenza di costi e ricavi
c - l'emissione di cambiali

105 Il libro giornale deve essere vidimato:
a - dal Comune
b - dal Tribunale
c - dalla Camera di Commercio

106 Il libro degli inventari può essere vidimato:
a - dal sindaco b - dal prefetto c - dal notaio

107 Il libro giornale deve essere conservato:
a - per tre anni
b - per cinque mesi
c - per dieci anni
108 Nelle S.a.s. i soci accomandanti rispondono per le obbligazioni sociali verso terzi:
a - con i beni sociali e il patrimonio personale b - solo nei limiti dei beni conferiti alla società c - con patrimonio preso a prestito

109 Nelle S.n.c. il creditore della Società:
a - può agire liberamente verso la Società o verso i soci
b - deve agire prima verso la Società
c - deve agire prima verso i soci

110 Nella S.p.A. le azioni rappresentano:
a - una quota dei debiti della Società
b - una quota di tutte le attività della Società
c - una quota del solo capitale sociale

111 La S.p.A. risponde verso i terzi per le obbligazioni sociali:
a - con il solo patrimonio proprio
b - con il solo patrimonio dei soci
c - con il patrimonio proprio e con quello dei soci

112 L'autoconsumo è:
a - il prelievo di merce dal negozio per uso familiare
b - il prelievo di denaro dalla cassa del negozio per uso familiare
c - il prelievo delle spese per l'automezzo utilizzato nell'azienda

113 L'IVA è un'imposta:
a - sui consumi
b - sul reddito
c - sugli scambi

114 L'IVA è un'imposta che viene pagata:
a - dal venditore
b - dal consumatore finale
c - in parte dal venditore e in parte dal consumatore finale

115 Da chi deve essere firmata la dichiarazione modello UNICO?
a - dal direttore dell'impresa b - dal legale rappresentante c - da uno qualsiasi dei soci

116 Non è obbligatorio indicare nella fattura:
a - il prezzo netto esclusa IVA
b - il mezzo di trasporto
c - la natura delle merci vendute

117 E' stato abolito totalmente l'obbligo del documento di accompagnamento:
a - si
b - no, solo per alcuni prodotti
c - si, ma sono esclusi dall'esonero i prodotti soggetti ad accisa

118 Si chiama nota di accredito:
a - un particolare documento emesso per regolarizzare una fattura errata
b - un documento che per errore riporta un importo superiore
c - la comunicazione della banca che la ricevuta bancaria è stata pagata

119 Che cosa comporta il nuovo d.d.t. (documento di trasporto):
a - la possibilità di trasportare merce
b - la possibilità della fatturazione differita
c - la possibilità di riscontro della destinazione della merce

120 Sul documento di trasporto deve obbligatoriamente apparire:
a - il prezzo totale pagato
b - il codice fiscale del destinatario
c - la natura delle merci

121 Come viene considerata la cessione tra privati quando cedente e cessioniario appartengono a due diversi stati membri dell'Unione Europea?
a - operazione esente
b - operazione intracomunitaria
c - operazione impossibile

122 Si chiama tentata vendita il sistema di vendita utilizzato:
a - dagli ambulanti che vendono a domicilio dei consumatori
b - dai grossisti che vendono presso i negozi
c - dai dettaglianti che consegnano la merce a domicilio

123 Il documento di trasporto è emesso da:
a - colui che trasporta la merce
b - il rappresentante di commercio
c - colui che spedisce la merce

124 Quando si è in presenza di uno scambio intracomunitario?
a - quando il bene ceduto viene trasferito da uno stato all'altro dell'Unione Europea
b - quando il bene ceduto non viene trasferito da uno stato all'altro
c - quando uno dei contraentri è soggetto IVA

125 Se la merce viene spedita con il documento di trasporto, la fattura deve essere emessa:
a - entro il giorno dopo la consegna o la spedizione
b - entro 30 giorni dalla consegna o dalla spedizione
c - entro il giorno 15 del mese successivo a quello della consegna o della spedizione

126 Se la merce viene venduta senza documento di trasporto occorre compilare la fattura:
a - immediatamente, alla consegna della merce
b - entro il giorno successivo la consegna della merce
c - entro una settimana dalla consegna della merce

127 Sulla fattura deve essere indicato obbligatoriamente:
a - il numero d'iscrizione alla Camera di Commercio
b - la data di compilazione
c - le condizioni di pagamento

128 E' documento di trasporto delle merci viaggianti:
a - la fattura differita
b - la fattura accompagnatoria
c - la copia commissione

129 Se la merce è spedita senza utilizzare un vettore il documento di trasporto deve essere:
a - in due copie
b - in tre copie
c - a scelta del venditore

130 Se la merce è spedita tramite vettore il documento di trasporto deve essere emesso:
a - in due copie
b - in tre copie
c - in cinque copie

131 Nella ricevuta fiscale:
a - è indicato il tipo di merce e il prezzo, IVA compresa b - è indicato il tipo di merce ed il prezzo distinto dall'IVA c - è sufficiente indicare il tipo di merce e la quantità

132 Possono rilasciare la ricevuta fiscale:
a - solo le pizzerie
b - i ristoranti e le pizzerie, in generale
c - solo i ristoranti che superano euro 3.000,00 di volume d'affari

133 Il documento di trasporto può servire a scortare tutte le merci?
a - no
b - si
c - no, solo i prodotti petroliferi

134 I bollettari delle ricevute fiscali devono essere acquistati:
a - presso l'Ufficio dell'Agenzia delle Entrate
b - presso l'Associazione Pubblici Esercizi
c - presso le cartolerie autorizzate

135 Dall'ammontare annuo della cessione di beni e delle prestazioni di servizi si ricava:
a - il volume d'affari
b - il reddito netto del commerciante
c - il patrimonio aziendale del commerciante

136 Dal volume d'affari annuo realizzato da un commerciante dipende:
a - il reddito del commerciante
b - il tipo di adempimenti da eseguire alla Camera di Commercio
c - la scadenza dei versamenti dell'IVA

137 Per volume d'affari s'intende:
a - Il totale delle vendite in un anno, al netto di IVA
b - il totale delle vendite in un anno, comprensive d'IVA
c - il totale delle vendite più il totale degli acquisti

138 Per determinare il volume d'affari il commerciante al minuto deve:
a - ricavare i dati dal registro degli acquisti
b - ricavare i dati dal registro dei corrispettivi
c - sommare i dati ottenuti dal registro dei corrispettivi con quelli ottenuti dal registro degli acquisti

139 Un commerciante nel corso dell'anno ha realizzato vendite per euro 39.000,00 e acquisti per euro 20.000,00. Il volume d'affari realizzato è:
a - euro 19.000,00 b - euro 39.000,00 c - euro 59.000,00

140 Entro 30 giorni dall'inzio dell'attività il commerciante deve:
a - acquistare i registri IVA
b - presentare denuncia di inizio attività presso l'Ufficio dell'Agenzia delle Entrate ai fini dell'attribuzione del numero della partita IVA
c - effettuare il primo versamento dell'IVA

141 Un commerciante risiede a Milano ed ha il negozio a Varese: l'Ufficio dell'Agenzia delle Entrate competente è quello:
a - di Varese
b - di Milano
c - sia di Varese che di Milano

142 Al momento della dichiarazione d'inizio attività, l'Ufficio dell'Agenzia delle Entrate:
a - consegna i registri
b - consegna i moduli di conto corrente per i versamenti IVA
c - assegna il numero di partita IVA

143 Per inizio dell'attività, ai fini dell'IVA, si intende:
a - la data di apertura del negozio
b - la data di denuncia al Registro delle Imprese
c - la data della prima operazione soggetta ad IVA

144 La dichiarazione di inizio attività all'Ufficio dell'Agenzia delle Entrate va fatta:
a - entro 30 giorni dal rilascio della licenza
b - entro 30 giorni dalla prima operazione soggetta ad IVA
c - entro 30 giorni dall'iscrizione al Registro Esercenti il Commercio

145 Per quanto riguarda le scadenze di versamenti dell'IVA i commercianti si suddividono:
a - a seconda del volume d'affari
b - a seconda del reddito guadagnato
c - a seconda del tipo di attività

146 Il registro degli acquisti deve essere tenuto:
a - solo dai commercianti al minuto
b - solo dai commercianti all'ingrosso
c - da tutti i commercianti

147 Nel registro di prima nota si annotano:
a - gli acquisti
b - i corrispettivi
c - tutti i documenti della gestione aziendale

148 Possono adottare il sistema della ventilazione delle vendite per il calcolo dell'IVA:
a - i commercianti al minuto e all'ingrosso di alimentari
b - i commercianti al minuto di alimentari
c - i commercianti al minuto di alimentari e i pubblici esercizi

149 I corrispettivi devono essere registrati:
a - il giorno stesso
b - entro il giorno successivo, non festivo
c - entro i 15 giorni

150 Sul registro dei corrispettivi il commerciante, in generale, deve registrare le vendite:
a - al lordo di IVA e distinte per aliquota IVA
b - al netto di IVA e distinte per aliquota IVA
c - al lordo di IVA e senza distinzione di aliquota

151 I registri IVA per il commerciante all'ingrosso sono:
a - il registro dei corrispettivi ed il registro dei beni ammortizzabili
b - il registro delle fatture ed il registro degli acquisti
c - il registro di scarico ed il registro dei corrispettivi

152 Le fatture di acquisto vanno registrate nel registro IVA degli acquisti:
a - entro il giorno successivo al ricevimento
b - entro 30 giorni dal ricevimento
c - prima della liquidazione periodica dell'IVA in cui si esercita il diritto alla detrazione dell'IVA a credito sugli acquisti

153 I registri IVA per il commerciante al minuto sono:
a - il registro degli acquisti ed il registro dei corrispettivi
b - il registro di carico e scarico
c - il registro delle fatture emesse

154 Un commerciante al minuto deve registrare le vendite a credito:
a - sul registro delle fatture
b - sul registro dei corrispettivi
c - sul libro giornale

155 Nel registro delle fatture l'annotazione delle fatture immediate va fatta:
a - entro il giorno di emissione
b - entro il giorno successivo all'emissione
c - entro 15 giorni dall'emissione

156 L'autofattura è:
a - la fattura compilata dal distributore di carburanti
b - la fattura compilata dallo stesso compratore
c - la fattura compilata dai viaggiatori di commercio

157 I commercianti che versano l'IVA ogni mese sono:
a - tutti i grossisti
b - i commercianti con più di 9.296,22 euro di volume d'affari
c - i commercianti con più di 516.456,90 euro di volume d'affari

158 L'installazione del registratore di cassa deve essere denunciata:
a - all'Ufficio dell'Agenzia delle Entrate entro 30 giorni
b - all'Ufficio dell'Agenzia delle Entrate entro il giorno successivo
c - all'Ufficio Metrico entro 30 giorni

159 Se il registratore di cassa non funziona l'esercente deve annotare le vendite:
a - nel registro dei corrispettivi
b - nel registro di prima nota
c - in un registro apposito

160 Il modello UNICO contiene:
a - la dichiarazione delle imposte sui redditi, la dichiarazione IVA, la dichiarazione IRAP
b - la dichiarazione ICI
c - il modello 730

161 Quali attività commerciali sono obbligate a tenere il registratore di cassa:
a - il commercio al dettaglio
b - i bar
c - i ristoranti

162 Il registratore di cassa deve essere adoperato:
a - entro 30 giorni dall'inizio d'attività b - dal 1°gennaio dell'anno seguente c - dal giorno d'apertura

163 Il versamento dell'IVA per il primo trimestre dell'anno si effettua:
a - entro il 5 marzo
b - entro il 16 maggio
c - entro il 31 maggio

164 Il versamento dell'IVA del mese di marzo si effettua:
a - entro il 16 aprile b - entro il 31 marzo c - entro il 5 marzo

165 I commercianti al minuto sono obbligati a rilasciare la fattura:
a - si, sempre quando viene richiesta dal cliente
b - si, solo se il commerciante ha la contabilità ordinaria
c - solo se il cliente dimostra di essere un imprenditore o un professionista

166 L'autotassazione è:
a - la tassa di circolazione automobilistica
b - il pagamento dell'imposta calcolata dal contribuente
c - la tassa che si paga per l'iscrizione alla Camera di Commercio

167 Entro il 15 marzo di ogni anno occorre presentare:
a - la dichiarazione dei redditi
b - la dichiarazione IVA del primo trimestre
c - la dichiarazione finale IVA

168 Per quale imposta l'aliquota aumenta con l'ammontare del reddito imponibile:
a - IRE
b - IVA
c - IRES

169 Sono soggetti all'IRE:
a - le persone fisiche
b - le persone giuridiche
c - solo le persone fisiche che sono lavoratori dipendenti

170 Il commerciante è soggetto all'imposta diretta:
a - IVA
b - imposta di registro
c - IRE

171 L'IRE è l'imposta che riguarda:
a - tutti i redditi di una persona fisica
b - tutti i redditi, esclusi quelli da lavoro dipendente
c - solo i redditi da attività commerciale

172 I commercianti che devono fare la dichiarazione dei redditi sono:
a - tutti
b - tutti, tranne quelli che hanno avuto una perdita nell'anno precedente
c - tutti, tranne quelli che hanno iniziato l'attività nell'anno precedente

173 Sono redditi d'impresa quelli:
a - derivanti dal possesso di azioni di società
b - derivanti da lavoro dipendente
c - derivanti dall'esercizio di attività commerciali

174 Occorre presentare il Modello Unico Persone Fisiche:
a - entro il 31 dicembre
b - entro il 30 aprile
c - entro il 31 ottobre se si sceglie la trasmissione telematica

175 Il modello Unico Persone Fisiche, per la trasmissione telematica, si può consegnare:
a - al Centro operativo di Venezia
b - ad un Ufficio qualunque dell'Agenzia delle Entrate
c - al Centro Operativo di Pescara

176 Un commerciante che risiede ad Ancona ed ha un negozio a Macerata può consegnare la dichiarazione dei redditi (modello Unico Persone Fisiche) per la trasmissione telematica:
a - presso qualsiasi Ufficio dell'Agenzia delle Entrate
b - presso il Centro Operativo di Pescara
c - presso l'Ufficio Tributi del proprio Comune di residenza

177 L'IRE si paga:
a - tramite bollettino di conto corrente
b - tramite delega di versamento (modello F24)
c - tramite versamento all'Ufficio dell'Agenzia delle Entrate

178 IRE significa:
a - imposta sul reddito delle persone giuridiche
b - imposta sul reddito delle persone fisiche
c - imposta locale sui redditi

179 All'IRES sono assoggettate:
a - le società di capitali b - le società di persone c - le ditte individuali

180 Il Modello Unico serve:
a - per la dichiarazione di inizio attività all'Ufficio dell'Agenzia delle Entrate
b - per comunicare ai dipendenti l'ammontare dello stipendio dell'anno precedente
c - per la dichirazione dei redditi delle persone fisiche e delle società

181 Il sistema tributario è composto:
a - dai conteggi neccessari per calcolare le entrate tributarie
b - dalla risorse di cui lo Stato dispone per soddisfare i bisogni pubblici
c - dalle norme che regolano il prelievo effettuato dallo Stato di una parte della ricchezza dei cittadini

182 E' un'imposta indiretta:
a - l'IRES
b - l'IRE
c - l'imposta di registro

183 Chi adotta una contabilità semplificata deve utilizzare:
a - il libro giornale
b - il libro degli inventari
c - i registri dell'IVA

184 Gli oneri deducibili si detraggono:
a - dal fatturato
b - dai costi
c - dal reddito complessivo

185 Quali dei seguenti redditi non devono essere denunciati nella dichiarazione dei redditi?
a - il compenso ottenuto per l'avviamento commerciale
b - gli interessi dei depositi bancari personali
c - il reddito della propria abitazioni

186 L'Ufficio dell'Agenzia delle Entrate è l'ufficio:
a - in cui si richiedono i dati catastali di un immobile
b - in cui si registrano i contratti di compravendita dei fabbricati
c - in cui si versano le imposte

187 Nell'esporre il prezzo di vendita al pubblico di un prodotto il commerciante al minuto deve indicare:
a - il prezzo del prodotto comprensivo di IVA
b - il prezzo separato dall'IVA
c - il prezzo del prodotto comprensivo di IVA e l'aliquota dell'IVA applicata

188 Entro quale termine deve essere versata l'Imposta di Registro sui canoni di locazione?
a - entro l'anno cui si riferisce
b - entro il giorno di scadenza del contratto annuale
c - entro 30 giorni dalla scadenza del contratto annuale

189 La partita IVA come è composta?
a - da 11 elementi numerici
b - da 11 elementi alfanumerici
c - da 16 elementi numerici

190 Entro il mese di novembre deve essere pagato:
a - l'acconto dell'IVA b - l'acconto dell'IRE c - il saldo dell'IVA

191 L'IRE è un'imposta:
a - fissa
b - proporzionale
c - progressiva

192 L'acconto ICI va pagato:
a - entro il 31 marzo e il 5 agosto
b - entro il 30 giugno e il 20 dicembre
c - entro il 30 settembre

193 Il codice fiscale delle persone fisiche da quanti caratteri alfanumerici è costituito?
a - sedici
b - quattordici
c - undici

194 In caso di smarrimento, le persone fisiche possono richiedere il numero di codice fiscale:
a - alla Prefettura
b - all'Ufficio dell'Agenzia delle Entrate
c - alla Camera di Commercio

195 Le società devono richiedere il codice fiscale:
a - all'Ufficio dell'Agenzia delle Entrate
b - alla Prefettura
c - alla Camera di Commercio

196 Il codice fiscale delle persone fisiche è:
a - un codice numerico
b - un codice alfabetico
c - un codice alfanumerico

197 L'ICI va versata:
a - al Comune dove si trova l'immobile b - al Comune dove si ha la residenza c - al Centro Servizi

198 I regimi contabili e di determinazione del reddito previsti per le imprese individuali e per le società di persone sono:
a - ordinario e forfettario
b - semplificato e forfettario
c - ordinario e semplificato

199 Per una certa quantità di merce che deve essere distrutta perché non è più vendibile (fuori
moda, difettosa, scaduta), affinché la "perdita" abbia rilevanza fiscale, il commerciante deve:
a - avvertire i Vigili Urbani
b - annotare soltanto l'operazione nei registri contabili
c - avvertire l'Ufficio dell'Agenzia delle Entrate competente almeno 5 giorni prima delle operazioni di distruzione

200 L'avviamento costituisce onere deducibile?
a - si, tutto nell'esercizio in cui è avvenuto il pagamento
b - si, per quote costanti (ripartite per un periodo minimo di 10 anni)
c - no, mai

201 La plusvalenza (cioè la differenza tra il prezzo di vendita e il valore netto dell'azienda), realizzata in sede di cessione di azienda è assoggettata a tassazione:
a - no, mai
b - si, solo se è stato pagato un prezzo di acquisto
c - si, sempre

202 Se l'imprenditore destina al consumo personale o familiare beni oggetto dell'attività d'impresa, il valore normale di detti beni deve essere dichiarato come ricavo?
a - soltanto se supera certi limiti
b - si, sempre
c - no, perché costituisce ricavo soltanto ciò che viene venduto a terzi

203 Il rimborso di una somma versata in più per l'IRE deve essere richiesto:
a - alla Direzione Regionale dell'Agenzia delle Entrate
b - all'Ufficio dell'Agenzia delle Entrate
c - alla Commissione Tributaria Provinciale

204 La riscossione coattiva delle imposte non pagate viene svolta:
a - dalla Tesoreria dello Stato
b - dagli Istituti di Credito
c - dal Concessionario della riscossione

205 Sono soggetti all'imposta di fabbricazione:
a - i prodotti alcoolici b - i prodotti alimentari c - i prodotti surgelati

206 La licenza dell'U.T.F è necessaria per vendere:
a - alcolici
b - alimentari deperibili
c - opere d'arte

207 Chi vende prodotti soggetti ad imposta di fabbricazione deve avere:
a - la licenze dell'U.T.E
b - la licenza dell'U.T.F
c - l'autorizzazione dell'Ufficio dell'Agenzia delle Entrate

208 Se un commerciante espone all'interno del negozio un cartello che pubblicizza un prodotto destinato alla vendita:
a - non deve pagare l'imposta di pubblicità
b - deve pagare l'imposta di pubblicità
c - paga l'imposta di pubblicità se il cartello è più grande di 1 mq.

209 Chi ha installato un'insegna nel negozio deve pagare l'imposta di pubblicità per il rinnovo annuale:
a - entro il 31 gennaio di ogni anno al Comune
b - entro il 31 gennaio di ogni anno alla Direzione Regionale delle Entrate
c - entro il 31 gennaio di ogni anno alla Camera di Commercio

210 L'imposta di pubblicità sui manifesti pubblicitari esposti in vetrina va pagata:
a - si, sempre
b - no, mai
c - si, alle condizioni previste dal regolamento comunale

211 L'imposta di pubblicità va pagata:
a - all'Ufficio del Registro
b - al Comune
c - all'UTIF

212 Gli atti soggetti a registrazione obbligatoria in un termine fisso (esempio: compravendite di fabbricati), devono essere registrati:
a - entro il giorno successivo della firma dell'atto
b - entro 30 giorni della firma dell'atto
c - entro 20 giorni dalla firma dell'atto

213 Se un commerciante è proprietario di un fabbricato, su quell'immobile pagherà:
a - la TOSAP
b - l'IRAP
c - l'ICI

214 Se il titolare di un bar occupa con sedie e tavolini una strada pubblica antistante il locale, dovrà pagare per l'occupazione del suolo pubblico:
a - la TOSAP
b - l'ICI
c - l'IRAP

215 L'imposta di bollo sulla cambiale-pagherò è del:
a - 10 per mille b - 12 per mille c - 20 per mille

216 L'imposta di bollo va pagata:
a - sulla cambiale
b - sulla fattura
c - sulla copia commissione

217 Con la dichiarazione d'inizio attività, fatta all'Ufficio dell'Agenzia delle Entrate, si paga:
a - un'imposta di bollo
b - una tassa di concessione regionale
c - non sono previsti pagamenti

218 Per il rilascio dell'autorizzazione sanitaria è dovuta la tassa di concessione regionale?
a - si, sempre
b - si, solo per le attività di somministrazione di alimenti e bevande
c - no, mai

219 Il saldo dell'IRAP si paga:
a - entro il 5 marzo
b - entro il 31 maggio
c - entro il 20 giugno

220 Il datore di lavoro con personale dipendente deve obbligatoriamente tenere sul posto di lavoro:
a - i prospetti paga dei dipendenti
b - i libri di matricola e paga
c - il registro ferie

221 Il datore di lavoro deve conservare i libri o fogli paga e libri matricola per:
a - due anni
b - cinque anni
c - dieci anni

222 Le ore giornaliere di lavoro effettuate da un dipendente debbono essere registrate sul libro paga:
a - giornalmente
b - settimanalmente
c - a fine mese

223 Le aziende che svolgono l'attività con più unità produttive devono tenere:
a - un solo libro matricola per tutte le unità produttive
b - tanti libri matricola quanti sono le unità produttive
c - tanti libri maricola quante sono le unità produttive e un libro matricola riepilogativo dell'intero complesso aziendale da tenere presso la sede

224 I libri matricola e paga devono essere tenuti:
a - nel domicilio del datore di lavoro
b - presso l'Associazione di categoria del datore di lavoro
c - nel luogo di lavoro

225 La tenuta e la conservazione dei libri paga e matricola con l'utilizzo di supporti magnetici deve preventivamente:
a - essere autorizzata dall'INAIL
b - non è prevista alcuna preventiva autorizzazione
c - essere autorizzata dalla Direzione Provinciale del Lavoro

226 Il registro degli infortuni prima di essere posto in uso deve essere vidimato:
a - dall'A.S.U.R..
b - dalla Direzione Provinciale del Lavoro
c - dall'I.N.A.I.L.

227 Nel registro infortuni vanno annotati in ordine cronologico:
a - gli infortuni sul lavoro
b - gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali
c - ogni tipo di infortunio

228 Degli infortuni sul lavoro occorsi ai lavoratori dipendenti vanno annotati cronologicamente sul registro infortuni:
a - quelli che comportino un'assenza dal lavoro superiore ad un giorno
b - quelli che comportino una invalidità permanente
c - tutti

229 L'assunzione diretta dei lavoratori può essere effettuata:
a - in nessun caso
b - qualora l'azienda non occupi più di 3 dipendenti
c - si, sempre

230 Per quanti anni deve essere conservato il registro degli infortuni:
a - per due anni
b - per quattro anni
c - per dieci anni

231 Presso il centro per l'impiego e per la formazione sono state abolite le liste di collocamento:
a - tutte
b - alcune
c - nessuna

232 Chi sono i disoccupati di lunga durata ai sensi del D.Lgs. 297/02:
a - coloro che dopo aver perso un posto di lavoro o cessato un'attività di lavoro autonomo, siano alla ricerca di una nuova occupazione da più di 12 mesi (6 mesi se giovani)
b - coloro che dopo aver perso un posto di lavoro o cessato un'attività di lavoro autonomo, siano alla ricerca di una nuova occupazione da più di 24 mesi (12 mesi se giovani)
c - coloro che senza aver precedentemente svolto alcuna attività lavorativa, siano alla ricerca di una nuova occupazione da più di 12 mesi (6 mesi se giovani)

233 I lavoratori extracomunitari che intendano lavorare nel territorio italiano devono essere provvisti:
a - di passaporto
b - di permesso di soggiorno per motivi di lavoro
c - di autorizzazione del paese di provenienza

234 Il permesso di soggiorno per lavoro subordinato è rilasciato:
a - dalla Prefettura
b - dalla Questura
c - dalla Direzione Provinciale del Lavoro

235 La retribuzione può essere determinata dal giudice:
a - sempre
b - in nessun caso
c - in mancanza di contratti collettivi o di accordi tra le parti

236 La mancata consegna del prospetto di paga al lavoratore costituisce:
a - illecito amministrativo
b - illecito penale
c - illecito amministrativo e penale

237 Il codice fiscale del lavoratore deve essere comunicato:
a - al centro per l'impiego e per la formazione
b - all'INAIL
c - alla Questura

238 Il dipendente apprendista può essere adibito a lavori di manovalanza e produzione in serie:
a - solo in particolari settori produttivi e in determinati periodi dell'anno
b - in nessun caso
c - in qualunque caso

239 Quanti tipi di percorsi di apprendistato sono stati introdotti dalla nuova normativa:
a - due
b - uno
c - tre

240 Per i lavoratori del settore turismo in caso di malattia o di infortunio la conservazione del posto di lavoro ha la durata di:
a - 60 giorni b - 180 giorni c - 90 giorni

241 Quanti apprendisti un'azienda può assumere:
a - non esistono limiti
b - non può superare il 100% delle maestranze specializzate e qualificate presenti in azienda
c - non può superare il 100% dei dipendenti

242 L'orario di lavoro degli apprendisti maggiorenni:
a - è lo stesso dei lavoratori maggiorenni
b - è lo stesso dei lavoratori minori
c - nessuno dei due

243 Un dipendente apprendista, di età superiore a 18 anni, può essere adibito a lavoro notturno (tra le ore 22 e le 5):
a - in nessun caso
b - solo in caso di forza maggiore
c - in ogni caso

244 Il superminimo viene corrisposto al lavoratore:
a - dopo il periodo di prova
b - dopo alcuni anni di occupazione
c - come premio per capacità ed attaccamento all'azienda

245 E' possibile assumere un apprendsita part-time:
a - si
b - no
c - si, purchè la riduzione dell'orario non pregiudichi la finalità formativa

246 Al termine del contratto di apprendistato il datore di lavoro può recedere dal contratto:
a - no
b - si, dandone formale disdetta
c - a volte

247 L'orario massimo settimanale di lavoro dei dipendenti apprendisti adolescenti (di età compresa tra 15 e 18 anni compiuti)
a - non può superare le 44 ore settimanali b - non può superare le 40 ore settimanali c - non può superare le 35 ore settimanali

248 Al dipendente di età compresa tra i 15 ed i 16 anni (non compiuti) per legge sono dovuti per ogni anno di lavoro:
a - 40 giorni di ferie b - 30 giorni di ferie c - 2 mesi di ferie

249 I minori adolescenti possono essere impiegati per:
a - svolgere ogni tipo di lavorazione
b - svolgere alcune lavorazioni previa autorizzazione in deroga della Direzione Provinciale del Lavoro
c - non possono lavorare

250 La lettera di assunzione al lavoratore deve essere consegnata:
a - dopo il periodo di prova
b - all'inizio del rapporto di lavoro
c - durante il rapporto di lavoro

251 I fanciulli (minori che non hanno compiuto 15 anni) e gli adolescenti (minori di età compresa tra i 15 ed i 18 anni compiuti) prima di essere ammessi al lavoro devono essere sottoposti a visita medica di idoneità:
a - solo se devono essere occupati in aziende che svolgono attività pericolose ed insalubri
b - in ogni caso
c - in nessun caso

252 Ai minori deve essere assicurato un riposo settimanale:
a - di un giorno
b - di 2 giorni
c - di almeno 3 giorni

253 La cessazione del rapporto di lavoro deve essere comunicato:
a - al Comune
b - al Centro per l'Impiego e la Formazione
c - all'I.N.P.S.

254 L'orario di lavoro dei fanciulli e degli adolescenti non può durare senza interruzione più di:
a - 4 ore e mezzo
b - 5 ore
c - 4 ore

255 Per lavoro subordinato si intende quello:
a - prestato gratuitamente
b - prestato alle dipendenze e sotto la direzione altrui
c - svolto per conto proprio

256 Per contratto di lavoro a tempo determinato si intende quello:
a - avente durata limitata con scadenza prestabilita
b - riguardante l'occupazione al lavoro per la durata inferiore a 12 mesi
c - stipulato con il lavoratore in attesa di adempiere gli obblighi militari di leva

257 In un contratto individuale di lavoro è consentito apporre un termine:
a - si
b - no
c - si, per motivi di carattere tecnico, produttivo, organizzativo e sostitutivo

258 L'apposizione del termine finale in un contratto individuale di lavoro, stipulato tra datore di lavoro e lavoratore, produce effetti se non risulta da atto scritto:
a - in nessun caso
b - qualora la durata del rapporto di lavoro non sia superiore a 12 giorni lavorativi
c - quando si tratta di un rapporto puramente occasionale

259 Una riassunzione con contratto a termine è possibile:
a - entro 10 giorni o 20 giorni, se il contratto ha avuto rispettivamente una durata inferiore o superiore a 6 mesi
b - dopo 10 giorni o 20 giorni, se il contratto ha avuto rispettivamente una durata inferiore o superiore a 6 mesi
c - entro 5 giorni

260 Il contratto a termine è prorogabile:
a - mai
b - sempre
c - si, ma la durata complessiva del rapporto, proroga compresa, non può eccedere i 3 anni

261 Il datore di lavoro che non versa all'I.N.P.S. le ritenute previdenziali ed assistenziali sulla retribuzione del dipendente incorre nella:
a - chiusura dell'azienda
b - pena della reclusione e multa se non le versa entro tre mesi
c - sanzione per illecito amministrativo

262 Le assicurazioni sociali per i lavoratori dipendenti:
a - sono falcoltative
b - sono volontarie
c - sono obbligatorie

263 Per il periodo di prova del dipendente i contributi assicurativi:
a - devono essere versati
b - non devono essere versati
c - possono essere versati

264 Il datore di lavoro deve versare all'I.N.P.S. i contributi previdenziali ed assistenziali dovuti in favore del personale dipendente:
a - annualmente
b - mensilmente
c - trimestralmente

265 Per i lavoratori stranieri subordinati che operano nel territorio italiano le assicurazioni sociali:
a - sono obbligatorie come per gli italiani
b - sono obbligatorie se gli stessi sono in regola con il permesso di soggiorno in Italia
c - non sono dovute

266 Sulla retribuzione dell'apprendista vengono effettuate le ritenute:
a - solo previdenziali ed assistenziali
b - solo fiscali
c - previdenziali, assistenziali e fiscali

267 Quali sono i lavoratori interessati ai contratti di inserimento:
a - tutti
b - i soggetti di età compresa tra i 18 e i 29 anni
c - i soggetti di età compresa tra i 15 e i 18 anni

268 Nel lavoro "intermittente" o "a chiamata" il lavoratore:
a - è sempre obbligato a rispondere alla chiamata
b - non è mai obbligato a rispondere alla chiamata
c - deve rispondere alla chiamata nel caso di sottoscrizione della clausola di impegno alla risposta

269 l'indennità economica di maternità alle esercenti attività commerciali è a carico:
a - della Camera di Commercio
b - dell'I.N.P.S.
c - della Regione

270 Per gli artigiani ed i commercianti:
a - esiste l'obbligo di iscrizione all'ente previdenziale
b - l'obbli go di iscrizione all'ente previdenziale è stato sostituito con l'iscrizione al Registro delle Imprese presso le Camere di Commercio
c - esiste l'obbligo di iscrizione all'ente previdenziale e al Registro delle imprese presso le Camere di Commercio

271 I contributi assicurativi versati all'I.N.P.S. per la Cassa Unica degli Assegni Familiari sono a carico di:
a - del datore di lavoro
b - del lavoratore
c - dello stato

272 L'esercente attività commerciale deve versare i contributi per l'assistenza malattia:
a - all'A.S.U.R.
b - all'I.N.P.S.
c - all'E.N.A.S.A.R.C.O.

273 L'assistenza malattia a favore dei commercianti è erogata:
a - dall'I.N.P.S.
b - dall'A.S.U.R.
c - dall'I.N.A.I.L.

274 Il coadiuvante nell'attività commerciale è:
a - un lavoratore minorenne
b - un familiare parente o affine entro 3°grado
c - un parente entro 4°grado

275 Gli assegni familiari erogati dal datore di lavoro ai lavoratori:
a - costituiscono un onere per il datore di lavoro
b - non costituiscono un onere per il datore di lavoro
c - in parte costituiscono un onere per il datore di lavoro

276 Il costo dell'assicurazione contro gli infortuni sul lavoro è a carico:
a - del datore di lavoro
b - del lavoratore
c - del datore di lavoro e lavoratore

277 Il commerciante che eserciti un'attività che presenta più cause di rischio di infortunio deve denunciare all'I.N.A.I.L. l'inizio dell'attività:
a - no, non è neccessario
b - sì, almeno cinque giorni prima dell'inizio
c - sì, entro cinque giorni dall'inizio

278 Cosa significa infortunio in itinere:
a - l'infortunio occorso al lavoratore durante il lavoro
b - l'infortunio occorso al lavoratore al di fuori del lavoro
c - l'infortunio occorso al lavoratore mentre si reca o torna dal lavoro

279 In caso di infortunio sul lavoro, a quale autorità o ente, il datore di lavoro deve fare la relativa denuncia:
a - solo all' I.N.A.I.L.
b - all' I.N.A.I.L e alla locale autorità di Pubblica Sicurezza
c - alla Direzione Provinciale del Lavoro

280 Il titolare di un'azienda commerciale è coperto dall'assicurazione contro gli infortuni sul lavoro:
a - in qualunque caso
b - in nessun caso
c - solo se l'attività che svolge presenta rischi d'infortunio

281 Nel rapporto di lavoro a progetto, il lavoratore:
a - è sottoposto alle direttive del datore di lavoro
b - è totalmente autonomo
c - è autonomo, ma deve coordinarsi con l'organizzazione del commitente

282 A chi è rivolto il tirocinio estivo di orientamento:
a - a qualsiasi giovane
b - agli adolescenti e giovani iscritti ad un ciclo di studi universitari o ad un istituto scolastico e da svolgersi durante le vacanze estive
c - agli adolescenti e giovani iscritti ad un ciclo di studi universitari o ad un istituto scolastico e da svolgersi in qualsiasi periodo dell'anno

283 Quali sono la durata e l'importo delle prestazioni occasionali (cd. mini Co.co.co):
a - durata complessiva non superiore a 30 giorni all'anno con lo stesso committente e compenso non superiore ad euro 5.000,00 all'anno
b - durata complessiva non superiore a 30 giorni all'anno e compenso non superiore ad euro 3.000,00 all'anno
c - alcun limite

284 Quanti tipi di part-time vi sono:
a - il part-time orrizontale
b - il part-time orizzontale e verticale
c - il part-time orizzontale, verticale e misto

285 La trasformazione del contratto di lavoro da tempo pieno a quello parziale (part-time) deve essere convalidata:
a - dalla Direzione Provinciale del Lavoro
b - dall'Associazione Sindacale di Categoria
c - dall'I.N.P.S.

286 Il datore di lavoro deve consegnare al dipendente, all'atto della corresponsione della retribuzione:
a - la ricevuta fiscale
b - la copia del libro paga
c - il prospetto di paga

287 In caso di mancata o ritardata consegna al lavoratore del prospetto di paga, di omissione o di inesattezza nelle registrazioni apposte su detto prospetto, il datore di lavoro
incorre:
a - nell'ammenda
b - nell'illecito amministrativo
c - nella multa

288 Cosa si intende per lavoro supplementare:
a - lavoro svolto oltre l'orario normale di lavoro
b - lavoro svolto oltre l'orario ridotto, ma entro il limite del tempo pieno
c - lavoro svolto di notte

289 I commercianti sono obbligati all'integrale rispetto del vigente contratto collettivo nazionale di categoria nei confronti dei propri dipendenti:
a - si, in ogni caso
b - no, in nessun caso
c - si, solo se gli stessi sono iscritti alle associazioni che hanno stipulato il contratto

290 I minimi retributivi da corrispondere ai propri dipendenti sono fissati:
a - dal contratto collettivo di lavoro
b - dalla legge
c - da un accordo C.E.E. (Comunità Economica Europea)

291 L'astensione obbligatora di una lavoratrice madre può essere fruita:
a - quattro mesi prima e un mese dopo il parto
b - due mesi prima e tre mesi dopo il parto o un mese prima e quattro mesi dopo il parto
c - cinque mesi dopo il parto

292 Durante il periodo di astensione obbligatoria la lavoratrice ha diritto ad una indennità economica giornaliera pari al:
a - 30 % della retribuzione b - 100 % della retribuzione c - 80 % della retribuzione

293 Durante il periodo di astensione facoltativa dopo il parto alla lavoratrice è dovuta una indennità economica giornaliera pari al:
a - 30 % della retribuzione b - 70 % della retribuzione c - 10 % della retribuzione

294 Il datore di lavoro può verificare l'assenza dal lavoro di un lavoratore dipendente per malattia o per infortunio:
a - direttamente
b - servendosi delle forze dell'ordine
c - incaricando medici degli istituti assicurativi

295 Durante l'assenza dal lavoro per parto, la lavoratrice riscuote l'indennità economica di maternità:
a - dall'A.S.U.R. dove ha sede la ditta
b - dal datore di lavoro
c - dal Centro per l'Impiego e per la Formazione

296 Una lavoratrice madre non può essere licenziata:
a - dall'inizio del periodo di gravidanza fino al compimento di un anno di età del bambino
b - dal momento della nascita fino ad un anno di età del bambino
c - dall'inizio del periodo di gravidanza fino al momento della nascita del bambino

297 Il datore di lavoro deve concedere alle lavoratrici madri che prestano lavoro per otto ore al giorno, riposi giornalieri durante il primo anno di vita del bambino, della durata di:
a - due ore b - tre ore c - un'ora

298 La madre o il padre di un bambino ha diritto a riposi giornalieri non retribuiti per l'assistenza del bambino stesso se malato:
a - sì, fino al compimento di 3 anni del bambino, senza limiti temporali
b - sì, fino al compimento di 8 anni del bambino, senza limti temporali
c - sì, a condizione che non abbiano la possibilità di affidare il bambino a parenti o ad altre persone

299 Una lavoratrice in stato di gravidanza può essere adibita a lavoro in un magazzino per il commercio all'ingrosso di carta da macero e materiali vari da recupero:
a - in ogni caso
b - sì, purchè l'ambiente di lavoro non presenti carattere di insalubrità
c - in nessun caso

300 Le dimissioni volontarie della lavoratrice madre presentate al datore di lavoro durante il periodo in cui opera il divieto di licenziamento, devono essere convalidate:
a - dall'A.S.U.R.
b - dalla Direzione Provinciale del Lavoro
c - dal Centro per l'Impiego e per la Formazione

301 Il datore di lavoro che licenzia la lavoratrice madre in periodo di divieto incorre nel:
a - pagamento di una ammenda
b - arresto
c - pagamento del triplo dell'indennità di licenziamento

302 Il riposo di un lavoratore ogni 24 ore deve essere di:
a - almeno 11 ore consecutive
b - almeno 11 ore, anche frazionate
c - almeno 8 ore

303 La legge ha fissato la durata media (calcolata con riferimento ad un periodo non superiore a 4 mesi) dell'orario di lavoro per ogni periodo di 7 giorni, comprese le ore di straordinario in:
a - 48 ore b - 52 ore c - 40 ore

304 La legge ha fissato l'orario normale di lavoro in:
a - 40 ore b - 36 ore c - 48 ore

305 La durata massima settimanale dell'orario di lavoro è stabilita:
a - dalla legge
b - dai contratti collettivi di lavoro
c - dalle parti

306 Il periodo notturno è quello:
a - di almeno 7 ore consecutive, comprendenti l'intervallo tra la mezzanotte e le cinque del mattino
b - di almeno 7 ore frazionate, comprendenti l'intervallo tra la mezzanotte e le cinque del mattino
c - di almeno 7 ore consecutive, comprendenti l'intervallo tra la mezzanotte e le sette del mattino

307 Il lavoratore ha diritto ad un riposo settimanale di almeno 24 ore consecutive, da cumulare con le 11 ore di riposo giornaliero, salvo eccezioni:
a - ogni 6 giorni b - ogni 7 giorni c - ogni 5 giorni

308 Il datore di lavoro che non concede il riposo settimanale al dipendente incorre:
a - nella chiusura dell'esercizio
b - nella sanzione amministrativa
c - nel pagamento al dipendente del triplo della retribuzione

309 Il periodo minimo annuale di ferie che ha diritto il lavoratore è di:
a - 4 settimane b - 3 settimane c - 5 settimane

310 La vigilanza presso le aziende sull'osservanza delle norme poste a tutela dei lavoratori dipendenti è esercitata:
a - dai Sindacati dei lavoratori
b - dalla Direzione Provinciale del Lavoro
c - dalla Questura

311 Il lavoratore per il periodo di ferie ha diritto:
a - all'intera retribuzione
b - alla metà della retribuzione
c - all'80% della retribuzione

312 Secondo la vigente legislazione le ferie:
a - sono rinunciabili dietro corrispettivo b - sono rinunciabili in casi particolari c - non sono rinunciabili

313 Ai lavoratori del settore commercio competono:
a - 12 mensilità b - 13 mensilità c - 14 mensilità

314 Gli assegni familiari a carico dell'I.N.P.S. anticipati dal datore di lavoro ai propri dipendenti, vengono recuperati:
a - con domanda da inoltrare all'I.N.P.S. annualmente
b - con richiesta all'I.N.P.S. ogni sei mesi
c - con conguaglio con i contributi mensili dovuti all'I.N.P.S.

315 Nel caso di licenziamento attribuibile a colpa del lavoratore l'indennità di anzianità:
a - non è dovuta in nessun caso
b - è dovuta in ogni caso
c - è dovuta soltanto se trattasi di qualifica impiegatizia

316 L'indennità economica di disoccupazione involontaria è erogata:
a - dall'I.N.A.I.L.
b - dalla A.S.U.R.
c - dall'I.N.P.S.

317 L'avviamento al lavoro degli invalidi (categorie protette) per il collocamento obbligatorio viene effettuato:
a - dalla Direzione Provinciale del Lavoro
b - dalla Prefettura
c - dal Centro per l'Impiego e per la Formazione

318 Il donatore di sangue, con quantitativo minimo di 250 gr., ha diritto:
a - ad una giornata di riposo non retribuita
b - ad una giornata di riposo retribuita
c - a due giornate di riposo non retribuite

319 Le ricorrenze festive retribuite sono a carico:
a - del datore di lavoro
b - dell'I.N.P.S.
c - del Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale

320 Gli ispettori del lavoro in caso di inosservanza delle norme in materia di legislazione sociale e di lavoro possono diffidare il datore di lavoro a regolarizzarle:
a - se sono violazioni amministrative sanabili
b - se sono violazioni amministrative non sanabili
c - se sono violazioni penali

321 In caso di mancata o inesatta corresponsione di crediti retributivi derivanti dalle norme contrattuali, l'ispettore, in sede di ispezione, può diffidare il datore di lavoro a far ottenere al lavoratore i suddetti crediti:
a - no, può farlo solo il giudice
b - si
c - no, può farlo solo l'INPS

322 Il datore di lavoro deve consegnare ogni anno al lavoratore:
a - il modello D.M. 10/M b - il modello 01/M - CUD c - il modello CL 10

323 Il potere di vigilanza in materia di sicurezza sul lavoro spetta:
a - alle ASUR
b - Alle ASUR e, in determinate materie, alla Direzione Provinciale del Lavoro
c - all'INPS

324 Gli "enzimi" contenuti nelle sostanze alimentari sono capaci di favorire reazioni chimiche all'interno della cellula che:
a - sono sempre dannose per l'uomo
b - rendono resistente la cellula alle alte temperature
c - possono essere utili o dannose all'uomo

325 Un microrganismo "saprofita" è quello che: a - si nutre di sostanze organiche in decomposizione b - protegge l'alimento dai virus
c - facilita la digestione umana

326 Una sostanza è "sterile" quando:
a - non presenta virus
b - presenta solo saprofiti
c - è priva di microrganismi

327 La "affumicatura" è una pratica che:
a - sterilizza la carne
b - inizia la prima cottura della carne
c - svolge azione battericida, antisettica ed antiossidante sull'alimento

328 La "pastorizzazione" è un procedimento che avviene a temperature tra:
a - 60°C e 65°C b - 70°C e 80°C c - 60°C e 85°C

329 Durante il periodo in cui l'alimento è in "refrigerazione":
a - si blocca ogni attività enzimatica
b - si esalta ogni attività enzimatica
c - continua, pur se lentamente, l'attività enzimatica

330 La "glassage" è:
a - una tecnica di guarnitura dei dolci e delle torte
b - una tecnica di congelazione
c - la base per preparare lo zucchero filato

331 Per attuare una "salamoia" (salatura per via umida) la quantità minima di sale da usare è del:
a - 7,5%
b - 10%
c - 13%

332 La "salmonella" si trasmette:
a - con l'aria espirata ed inspirata
b - per via sessuale
c - dalle feci alla bocca dell'uomo

333 Un foglio di carta con disegnato un bicchiere ed una forchetta:
a - può essere usato solo per incartare bicchieri e/o forchette
b - può venire a contatto con le sostanze alimentari
c - non può essere usato per incartare né bicchieri né forchette

334 L'autorizzazione sanitaria è un documento rilasciato da
a - il Sindaco
b - l'A.S.U.R., Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione e Veterinario
c - i Vigili Sanitari

335 La disinfezione è una pratica che:
a - elimina i topi
b - elimina i virus
c - elimina i germi patogeni

336 Il Decreto Legislativo 155/97 stabilisce che ogni operazione inerente la igienicità e la salubrità delle sostanze alimentari venga programmata ed eseguita su responsabilità:
a - della A.S.U.R. - Servizio Igiene Alimenti e Nutrizione e Veterinario
b - dai N.A.S.
c - dell'imprenditore

337 L'esercizio provvisto di Autorizzazione Sanitaria per la sola somministrazione di bevande:
a - può preparare e conservare anche panini per il solo consumo immediato
b - può preparare e conservare e vendere ad altri rivenditori panini per il consumo solo se li confeziona
c - non può preparare panini poichè non previsto nell'Autorizzazione Sanitaria

338 La liofilizzazione è un processo che:
a - sottrae all'alimento tutta la parte acquosa
b - sottrae all'alimento la parte acquosa ed aggiunge sali minerali
c - è un'operazione che va fatta sotto vuoto

339 Il sottovuoto è un metodo di conservazione che:
a - è efficace verso tutti i microrganismi
b - è efficace verso i microrganismi aerobi
c - è efficace per tutti i microrganismi ma solo per tre mesi

340 I coloranti sono:
a - sostanze che se ingerite in grande quantità possono portare a malattia
b - additivi alimentari
c - costituenti normali della carne

341 L'epatite A si trasmette prevalentemente::
a - per via alimentare b - per via sessuale c - per via area
342 La disinfestazione è un processo di eliminazione di:
a - batteri
b - funghi e virus
c - insetti, parassiti e simili

343 Il documento di autocontrollo è:
a - un registro da far tenere al commecialista
b - un documento che deve raccogliere tutte le fatture
c - un documento da tenere a disposizione dell'autorità sanitaria competente

344 Il pH è:
a - un sistema per capire se l'alimento si è avariato
b - un indice di freschezza del prodotto
c - un misuratore del grado di acidità del prodotto

345 Il corpo umano di un adulto è composto in media da acqua nella misura del:
a - 95 %
b - 60-77 %
c - 50 %

346 Le vitamine idrosolubili sono:
a - quelle che rifuggono dall'acqua
b - quelle che galleggiano sull'acqua
c - quelle che si sciolgono nell'acqua

347 I microelementi sono minerali che si trovano nella dieta:
a - solo mescolati con i grassi
b - solo in tracce
c - solo negli alimenti e nei derivati dell'uovo

348 Un alimento in asepsi è:
a - privo di patogeni
b - privo di non patogeni
c - privo di patogeni e non patogeni

349 Un prodotto alimentare è biologico se:
a - sono stati utilizzati solo terreni selezionati per composizione
b - non sono stati utilizzati nella coltivazione prodotti chimici di sintesi
c - è stato trattato con lampade sterilizzanti

350 Il copricapo che deve raccogliere completamente la capigliatura di chi è addetto alla preparazione delle sostanze alimentari è:
a - obbligatorio per tutti
b - obbligatorio per tutti ad esclusione dei calvi
c - obbligatorio solo per chi ha i capelli lunghi

351 E' soggetto ad Autorizzazione Sanitaria l'esercizio di:
a - stabilimento di produzione, preparazione e confezionamento di sostanze alimentari
b - deposito all'ingrosso di sostanze alimentari
c - entrambe le risposte precendenti

352 I locali adibiti a lavorazione, deposito e vendita delle sostanze alimentari:
a - non devono comunicare direttamente con i servizi igienici
b - possono comunicare direttamente con i servizi igienici
c - possono comunicare direttamente con i servizi igienici purché siano sufficientemente ampi

353 I servizi igienici riservati al personale addetto alla lavorazione di sostanze alimentari:
a - devono essere dotati di acqua corrente sufficiente, vaso a caduta d'acqua, rubinetteria ad erogazione non manuale, distributore di sapone liquido o in polvere ed asciugamani elettrici o non riutilizzabili
b - devono essere sufficientemente areati
c - devono essere comunicanti al laboratorio

354 Gli alimenti deperibili cotti da consumarsi caldi (es. piatti pronti, snacks, polli, ecc.) devono essere conservati alla seguente temperatura:
a - da + 60°C a + 65°C
b - da + 30°C a + 38°C
c - da + 100°C a + 120°C

355 L'Autorizzazione Sanitaria per un esercizio agrituristico ha i requisiti stabiliti da:
a - normativa europea b - normativa nazionale c - normativa regionale

356 La procedura di corretta prassi igienica prevede che gli alimenti deperibili al loro arrivo:
a - vengano manipolati solo con i guanti
b - ne venga verificato subito lo stato di corretta conservazione
c - vengano isolati dagli altri al momento della consegna

357 Il personale dei laboratori di produzione di sostanze alimentari deve indossare:
a - tuta o sopraveste di colore chiaro ed idoneo copricapo che contenga la capigliatura
b - solamente tuta e sopraveste di colore chiaro
c - solo il copricapo

358 Tutti i locali destinati ad attività di vario genere con permanenza di persone (es. bar ed altri esercizi pubblici):
a - devono essere provvisti di almeno un servizio igienico ed un lavabo a suo esclusivo servizio
b - possono non essere provvisti di gabinetto
c - devono essere provvisti di gabinetto solo se superano i 100 mq

359 La contaminazione del cibo da parte dei batteri può essere prevenuta:
a - rinnovando il libretto sanitario ogni anno
b - effettuando la vaccinazione antitifico-paratifica
c - con un'accurata igiene personale e con il lavaggio delle mani prima e durante la manipolazione degli alimenti

360 I virus possono contaminare gli alimenti:
a - si
b - no
c - si, solo il virus dell'epatite B

361 La carne:
a - è una comune fonte di germi patogeni
b - non è una fonte di germi patogeni
c - solo quella del pollame è una comune fonte di germi patogeni

362 I molluschi (es. ostriche, cozze, ecc.) filtrano l'acqua attraverso il corpo e:
a - intrappolano i batteri patogeni
b - possono trasmettere malattie se la polpa è consumata cruda
c - entrambe le affermazioni precedenti

363 Gli animali da compagnia:
a - non trasmettono mai agenti contaminanti purché vaccinati regolarmente
b - possono facilmente trasmettere agenti contaminanti
c - trasmettono agenti contaminanti solo se gravemente ammalati

364 I piccoli animali domestici non dovrebbero essere ammessi:
a - nella zona di preparazione degli alimenti
b - nella zona di conservazione degli alimenti
c - sia nella zona di preparazione che di conservazione degli alimenti

365 La carne di pollame, durante lo scongelamento, ha la tendenza a sgocciolare in quantità e ciò:
a - non crea alcun incoveniente igienico
b - può determinare contaminazione crociata con altri alimenti
c - non comporta alcuna contaminazione se scongela nel frigorifero

366 I cibi cotti:
a - devono esssere conservati separatamente dai cibi crudi
b - possono essere conservati insieme ai cibi crudi
c - possono essere conservati insieme di cibi crudi purché vengano riscaldati prima del consumo

367 Con la pastorizzazione si ottiene un latte:
a - a lunga conservazione b - a media conservazione c - a breve conservazione

368 Con la sterilizzazione si ottiene un latte:
a - a lunga conservazione b - a media conservazione c - a breve conservazione

369 Per ottenere l'Autorizzazione Sanitaria per un laboratorio di preparazione di alimenti annesso ad un esercizio di vendita è necessario presentare richiesta:
a - alla Camera di Commercio
b - al Sindaco
c - alla Pretura

370 Le mosche ed altri insetti possono inquinare gli alimenti:
a - in qualunque periodo dell'anno
b - solo saltuariamente
c - solo da maggio a settembre

371 I serbatoi d'acqua potabile devono essere:
a - di materiale resistente e di basso costo
b - di materiale idoneo per alimenti
c - di qualunque materiale purché non siano in ferro

372 Il trasporto del pane dal luogo di lavorazione all'esercizio di vendita deve essere effettuato:
a - In buste di recupero
b - In recipienti lavabili muniti di copertina a chiusura
c - in buste di plastica

373 Il portatore sano di malattia infettiva è:
a - un soggetto sano che non può infettare gli altri
b - un soggetto ammalato che non può infettare gli altri
c - un soggetto sano che può infettare altri

374 La salmonella si può trasmettere:
a - tossendo sull'alimento
b - toccando gli alimenti senza essersi lavato bene le mani dopo aver usato il w.c.
c - starnutendo sull'alimento

375 La procedura di coretta prassi igienica prevede che gli alimenti deperibili al loro arrivo:
a - vengano al più presto posti nelle condizioni di mantenere il loro stato di conservazione
b - vengano esaminati subito in trasparenza
c - vengano subito pesati

376 La procedura di corretta prassi igienica prevede che qualora la fornitura non garantisca la salubrità dell'alimento:
a - si telefoni al fornitore per protestare
b - si adottino le decisioni in tal caso previste dal Documento di Autocontrollo
c - si protesti col trasportatore

numero SOLUZIONI
risposta
1 a entro 30 giorni
2 c è comunicato al Comune sede dell’esercizio entro 30 giorni dalla data dell’atto di cessione o dell’apertura della successione con l’indicazione degli estremi dell’autorizzazione, del
3 a se il titolare sospende l'attività per un periodo superiore ad un anno
4 c rimesso alla libera determinazione degli esercenti entro il limite giornaliero minimo e massimo stabilito dal Comune, sentite le organizzazioni del commercio, del turismo e dei servizi e le
5 b negli esercizi operanti nell'ambito di impianti sportivi, sagre, fiere, manifestazioni sportive o musicali all'aperto, complessi di attrazione dello spettacolo viaggiante e simili
6 a si, sempre
7 c a tutto quanto previsto nelle due risposte precedenti
8 a al Prefetto, al Questore, alla ASUR e alla Camera di Commercio
9 c dalla Regione
10 c il rilascio sulla base degli indirizzi regionali
11 b la vendita per il consumo sul posto, che comprende tutti i casi in cui gli acquirenti consumano il prodotto nei locali dell'esercizio o in un'area aperta al pubblico attrezzati allo scopo
12 c si, solamente se avviene in locali aperti al pubblico esclusivamente adibiti a tale attività
13 c un'unica tipologia, che comprende anche la somministrazione di bevande alcoliche di qualsiasi gradazione, nei limiti della relativa autorizzazione sanitaria
14 b si, a meno che non sia intervenuto il decreto di chiusura del fallimento
15 c si, solamente se la condanna comporta la restrizione della libertà personale superiore a tre anni
16 c no, mai
17 a a tempo indeterminato
18 c autorizzazioni temporanee valide soltanto per il periodo di svolgimento delle manifestazioni
19 c a dichiarazione di inizio attività presentata al Comune ai sensi dell'art. 19 della legge 7.8.90, n. 241
20 a sei mesi
21 b all'accertamento del possesso dei requisiti professionali e morali da parte del richiedente ed al rispetto dei criteri comunali
22 c tutti i prodotti per i quali sono stati autorizzati alla somministrazione
23 a trenta giorni
24 b l'accertamento dei requisiti professionali e morali del richiedente, nonché dei requisiti di sicurezza e igienico sanitari
25 c l’accertamento dei soli requisiti di sicurezza e igienico sanitari
26 c non può essere contemporaneamente preposto di più società, associazioni e organismi collettivi
27 c no, a meno che non siano trascorsi cinque anni dal giorno in cui la pena è stata scontata o si sia in altro modo estinta, ovvero, qualora sia stata concessa la sospensione condizionale della
28 a trenta giorni
29 c quanto previsto dalla relativa autorizzazione sanitaria
30 b è vietata
31 b si effettua tra commerciante e consumatore finale

32 a Institore
33 b l'agente di commercio
34 a il concessionario
35 a la determinazione della quantità della merce
36 b cedere la proprietà di un bene
37 b pagare il prezzo di un bene
38 c tra due persone denominate venditore e compratore
39 a nel dover trasportare il bene venduto fino al compratore
40 b tiene conto della tara che si paga allo stesso prezzo della merce
41 c la spese di trasporto sono sostenute dal venditore al momento della partenza delle merci
42 c che le spese di trasporto sono a carico del compratore
43 b un elemento di un sistema di trasporto
44 b indica che al merce deve essere pagata al trasportatore per poterla ritirare
45 c merce ed imballaggio figureranno con importi separati nella stessa fattura
46 c documento di trasporto
47 c gli estremi del documento di trasporto
48 c della fattura commerciale
49 b alla fattura
50 c è dato dalla maggior redditività dell'azienda rispetto alle altre similari
51 c risparmio
52 b interesse
53 b figurano tra le attività
54 b il capitale netto
55 c l'elenco di tutte la attività e passività
56 a sono un componente positivo
57 c è calcolato sull'importo della fattura senza tener conto del tempo di anticipazione
58 c a restituire il doppio della caparra ricevuta
59 c colui che riceve un diritto di credito da terze persone
60 b colui che deve adempiere ad una certa prestazione
61 a colui che trasmette un diritto di credito a terze persone
62 a permette il trasferimento del diritto con la cessione del documento
63 c si trasferisce il diritto incorporato in un titolo di credito
64 c con la semplice consegna manuale
65 b si estingue un titolo di credito smarrito, sottratto o distrutto
66 c dal legittimo possessore del titolo
67 a sulla Gazzetta Ufficiale

68 c colui che si impegna a pagare una somma di denaro
69 c un ordine incondizionato di pagare una certa somma a una certa scadenza
70 c è un elemento comune ai due tipi di cambiale
71 c del debitore
72 c accetta la cambiale al momento della presentazione
73 b del traente che dà l'ordine di pagare
74 c il traente e il beneficiario sono la stessa persona
75 b accettazione
76 c all'ordine
77 a la constatazione da parte di un Pubblico Ufficiale del mancato pagamento della cambiale
78 b due giorni successivi, non festivi, alla scadenza della cambiale
79 b dalla Camera di Commercio
80 c dopo aver fatto levare il protesto
81 a simile a quella del debitore principale
82 a del beneficiario che deve riscuoterla
83 c il giorno dal quale cominciano a maturare gli interessi
84 b nominativo
85 b importo illimitato
86 b ai fondi disponibili in c/c
87 c un ordine di pagamento di una certa somma di denaro a vista
88 a ad una cambiale-tratta
89 c può essere pagato dalla banca solo ad un'altra banca o ad un suo cliente
90 b è un documento di quietanza
91 b sono titoli di credito
92 b non sono trasferibili
93 c è un trasferimento di fondi dal debitore al creditore
94 a la differenza tra le attività e le passività
95 a la cassa
96 b le cambiali passive
97 c la differenza tra costi e ricavi
98 b i canoni d'affitto
99 a le spese telefoniche
100 a l'acquisto di un automezzo
101 b l'acquisto di attrezzature
102 b i corrispettivi di vendita
103 a l'accantonamento di una quota

104 b la differenza di costi e ricavi
105 c dalla Camera di Commercio
106 c dal notaio
107 c per dieci anni
108 b solo nei limiti dei beni conferiti alla società
109 b deve agire prima verso la Società
110 c una quota del solo capitale sociale
111 a con il solo patrimonio proprio
112 a il prelievo di merce dal negozio per uso familiare
113 a sui consumi
114 b dal consumatore finale
115 b dal legale rappresentante
116 b il mezzo di trasporto
117 c si, ma sono esclusi dall'esonero i prodotti soggetti ad accisa
118 a un particolare documento emesso per regolarizzare una fattura errata
119 b la possibilità della fatturazione differita
120 c la natura delle merci
121 b operazione intracomunitaria
122 b dai grossisti che vendono presso i negozi
123 c colui che spedisce la merce
124 a quando il bene ceduto viene trasferito da uno stato all'altro dell'Unione Europea
125 c entro il giorno 15 del mese successivo a quello della consegna o della spedizione
126 a immediatamente, alla consegna della merce
127 b la data di compilazione
128 b la fattura accompagnatoria
129 a in due copie
130 b in tre copie
131 a è indicato il tipo di merce e il prezzo, IVA compresa
132 b i ristoranti e le pizzerie, in generale
133 a no
134 c presso le cartolerie autorizzate
135 a il volume d'affari
136 c la scadenza dei versamenti dell'IVA
137 a Il totale delle vendite in un anno, al netto di IVA
138 b ricavare i dati dal registro dei corrispettivi
139 b euro 39.000,00

140 b presentare denuncia di inizio attività presso l'Ufficio dell'Agenzia delle Entrate ai fini dell'attribuzione del numero della partita IVA
141 b di Milano
142 c assegna il numero di partita IVA
143 c la data della prima operazione soggetta ad IVA
144 b entro 30 giorni dalla prima operazione soggetta ad IVA
145 a a seconda del volume d'affari
146 c da tutti i commercianti
147 c tutti i documenti della gestione aziendale
148 b i commercianti al minuto di alimentari
149 b entro il giorno successivo, non festivo
150 a al lordo di IVA e distinte per aliquota IVA
151 b il registro delle fatture ed il registro degli acquisti
152 c prima della liquidazione periodica dell'IVA in cui si esercita il diritto alla detrazione dell'IVA a credito sugli acquisti
153 a il registro degli acquisti ed il registro dei corrispettivi
154 b sul registro dei corrispettivi
155 c entro 15 giorni dall'emissione
156 b la fattura compilata dallo stesso compratore
157 c i commercianti con più di 516.456,90 euro di volume d'affari
158 b all'Ufficio dell'Agenzia delle Entrate entro il giorno successivo
159 c in un registro apposito
160 a la dichiarazione delle imposte sui redditi, la dichiarazione IVA, la dichiarazione IRAP
161 b i bar
162 c dal giorno d'apertura
163 b entro il 16 maggio
164 a entro il 16 aprile
165 a si, sempre quando viene richiesta dal cliente
166 b il pagamento dell'imposta calcolata dal contribuente
167 c la dichiarazione finale IVA
168 a IRE
169 a le persone fisiche
170 c IRE
171 a tutti i redditi di una persona fisica
172 a tutti
173 c derivanti dall'esercizio di attività commerciali
174 c entro il 31 ottobre se si sceglie la trasmissione telematica
175 b ad un Ufficio qualunque dell'Agenzia delle Entrate

176 a presso qualsiasi Ufficio dell'Agenzia delle Entrate
177 b tramite delega di versamento (modello F24)
178 b imposta sul reddito delle persone fisiche
179 a le società di capitali
180 c per la dichiarazione dei redditi delle persone fisiche e delle società
181 c dalle norme che regolano il prelievo effettuato dallo Stato di una parte della ricchezza dei cittadini
182 c l'imposta di registro
183 c i registri dell'IVA
184 c dal reddito complessivo
185 b gli interessi dei depositi bancari personali
186 b in cui si registrano i contratti di compravendita dei fabbricati
187 a il prezzo del prodotto comprensivo di IVA
188 c entro 30 giorni dalla scadenza del contratto annuale
189 a da 11 elementi numerici
190 b l'acconto dell'IRE
191 c progressiva
192 b entro il 30 giugno e il 20 dicembre
193 a sedici
194 b all'Ufficio dell'Agenzia delle Entrate
195 a all'Ufficio dell'Agenzia delle Entrate
196 c un codice alfanumerico
197 a al Comune dove si trova l'immobile
198 c ordinario e semplificato
199 c avvertire l'Ufficio dell'Agenzia delle Entrate competente almeno 5 giorni prima delle operazioni di distruzione
200 b si, per quote costanti (ripartite per un periodo minimo di 10 anni)
201 c si, sempre
202 b si, sempre
203 b all'Ufficio dell'Agenzia delle Entrate
204 c dal Concessionario della riscossione
205 a i prodotti alcolici
206 a alcolici
207 b la licenza dell'U.T.F
208 a non deve pagare l'imposta di pubblicità
209 a entro il 31 gennaio di ogni anno al Comune
210 c si, alle condizioni previste dal regolamento comunale

211 b al Comune
212 c entro 20 giorni dalla firma dell'atto
213 c l'ICI
214 a la TOSAP
215 b 12 per mille
216 a sulla cambiale
217 c non sono previsti pagamenti
218 c no, mai
219 c entro il 20 giugno
220 b i libri di matricola e paga
221 c dieci anni
222 a giornalmente
223 c tanti libri matricola quante sono le unità produttive e un libro matricola riepilogativo dell'intero complesso aziendale da tenere presso la sede
224 c nel luogo di lavoro
225 b non è prevista alcuna preventiva autorizzazione
226 a dall'A.S.U.R..
227 a gli infortuni sul lavoro
228 a quelli che comportino un'assenza dal lavoro superiore ad un giorno
229 c si, sempre
230 b per quattro anni
231 b alcune
232 a coloro che dopo aver perso un posto di lavoro o cessato un'attività di lavoro autonomo, siano alla ricerca di una nuova occupazione da più di 12 mesi (6 mesi se giovani)
233 b di permesso di soggiorno per motivi di lavoro
234 b dalla Questura
235 c in mancanza di contratti collettivi o di accordi tra le parti
236 a illecito amministrativo
237 a al centro per l'impiego e per la formazione
238 b in nessun caso
239 c tre
240 b 180 giorni
241 b non può superare il 100% delle maestranze specializzate e qualificate presenti in azienda
242 a è lo stesso dei lavoratori maggiorenni
243 c in ogni caso
244 c come premio per capacità ed attaccamento all'azienda
245 c si, purché la riduzione dell'orario non pregiudichi la finalità formativa
246 b si, dandone formale disdetta

247 b non può superare le 40 ore settimanali
248 b 30 giorni di ferie
249 b svolgere alcune lavorazioni previa autorizzazione in deroga della Direzione Provinciale del Lavoro
250 b all'inizio del rapporto di lavoro
251 b in ogni caso
252 b di 2 giorni
253 b al Centro per l'Impiego e la Formazione
254 a 4 ore e mezzo
255 b prestato alle dipendenze e sotto la direzione altrui
256 a avente durata limitata con scadenza prestabilita
257 c si, per motivi di carattere tecnico, produttivo, organizzativo e sostitutivo
258 b qualora la durata del rapporto di lavoro non sia superiore a 12 giorni lavorativi
259 b dopo 10 giorni o 20 giorni, se il contratto ha avuto rispettivamente una durata inferiore o superiore a 6 mesi
260 c si, ma la durata complessiva del rapporto, proroga compresa, non può eccedere i 3 anni
261 b pena della reclusione e multa se non le versa entro tre mesi
262 c sono obbligatorie
263 a devono essere versati
264 b mensilmente
265 a sono obbligatorie come per gli italiani
266 c previdenziali, assistenziali e fiscali
267 b i soggetti di età compresa tra i 18 e i 29 anni
268 c deve rispondere alla chiamata nel caso di sottoscrizione della clausola di impegno alla risposta
269 b dell'I.N.P.S.
270 b l'obbligo di iscrizione all'ente previdenziale è stato sostituito con l'iscrizione al Registro delle Imprese presso le Camere di Commercio
271 a del datore di lavoro
272 b all'I.N.P.S.
273 b dall'A.S.U.R.
274 b un familiare parente o affine entro 3°grado
275 b non costituiscono un onere per il datore di lavoro
276 a del datore di lavoro
277 b sì, almeno cinque giorni prima dell'inizio
278 c l'infortunio occorso al lavoratore mentre si reca o torna dal lavoro
279 b all' I.N.A.I.L e alla locale autorità di Pubblica Sicurezza
280 b in nessun caso

281 c è autonomo, ma deve coordinarsi con l'organizzazione del commitente

282 b agli adolescenti e giovani iscritti ad un ciclo di studi universitari o ad un istituto scolastico e da svolgersi durante le vacanze estive
283 a durata complessiva non superiore a 30 giorni all'anno con lo stesso committente e compenso non superiore ad euro 5.000,00 all'anno
284 c il part-time orizzontale, verticale e misto
285 a dalla Direzione Provinciale del Lavoro
286 c il prospetto di paga
287 b nell'illecito amministrativo

288
b
lavoro svolto oltre l'orario ridotto, ma entro il limite del tempo pieno
289 a si, in ogni caso
290 a dal contratto collettivo di lavoro
291 b due mesi prima e tre mesi dopo il parto o un mese prima e quattro mesi dopo il parto
292 c 80 % della retribuzione
293 a 30 % della retribuzione
294 c incaricando medici degli istituti assicurativi
295 b dal datore di lavoro
296 a dall'inizio del periodo di gravidanza fino al compimento di un anno di età del bambino
297 a due ore
298 a sì, fino al compimento di 3 anni del bambino, senza limiti temporali
299 c in nessun caso
300 b dalla Direzione Provinciale del Lavoro
301 a pagamento di una ammenda
302 a almeno 11 ore consecutive
303 a 48 ore
304 a 40 ore
305 b dai contratti collettivi di lavoro
306 a di almeno 7 ore consecutive, comprendenti l'intervallo tra la mezzanotte e le cinque del mattino
307 b ogni 7 giorni
308 b nella sanzione amministrativa
309 a 4 settimane
310 b dalla Direzione Provinciale del Lavoro
311 a all'intera retribuzione
312 c non sono rinunciabili
313 c 14 mensilità
314 c con conguaglio con i contributi mensili dovuti all'I.N.P.S.

315 b è dovuta in ogni caso
316 c dall'I.N.P.S.
317 c dal Centro per l'Impiego e per la Formazione
318 b ad una giornata di riposo retribuita
319 a del datore di lavoro
320 a se sono violazioni amministrative sanabili
321 b si
322 b il modello 01/M - CUD
323 b Alle ASUR e, in determinate materie, alla Direzione Provinciale del Lavoro
324 c possono essere utili o dannose all'uomo
325 a si nutre di sostanze organiche in decomposizione
326 c è priva di microrganismi
327 c svolge azione battericida, antisettica ed antiossidante sull'alimento
328 c 60°C e 85°C
329 c continua, pur se lentamente, l'attività enzimatica
330 b una tecnica di congelazione
331 b 10%
332 c dalle feci alla bocca dell'uomo
333 b può venire a contatto con le sostanze alimentari
334 a il Sindaco
335 c elimina i germi patogeni
336 c dell'imprenditore
337 c non può preparare panini poiché non previsto nell'Autorizzazione Sanitaria
338 a sottrae all'alimento tutta la parte acquosa
339 b è efficace verso i microrganismi aerobi
340 b additivi alimentari
341 a per via alimentare
342 c insetti, parassiti e simili
343 c un documento da tenere a disposizione dell'autorità sanitaria competente
344 c un misuratore del grado di acidità del prodotto
345 b 60-77 %
346 c quelle che si sciolgono nell'acqua
347 b solo in tracce
348 c privo di patogeni e non patogeni
349 b non sono stati utilizzati nella coltivazione prodotti chimici di sintesi
350 a obbligatorio per tutti
351 c entrambe le risposte precedenti

352 a non devono comunicare direttamente con i servizi igienici

353 a devono essere dotati di acqua corrente sufficiente, vaso a caduta d'acqua, rubinetteria ad erogazione non manuale, distributore di sapone liquido o in polvere ed asciugamani
354 a da + 60°C a + 65°C
355 c normativa regionale
356 b ne venga verificato subito lo stato di corretta conservazione
357 a tuta o sopraveste di colore chiaro ed idoneo copricapo che contenga la capigliatura
358 a devono essere provvisti di almeno un servizio igienico ed un lavabo a suo esclusivo servizio
359 c con un'accurata igiene personale e con il lavaggio delle mani prima e durante la manipolazione degli alimenti
360 a si
361 a è una comune fonte di germi patogeni
362 c entrambe le affermazioni precedenti
363 b possono facilmente trasmettere agenti contaminanti
364 c sia nella zona di preparazione che di conservazione degli alimenti
365 b può determinare contaminazione crociata con altri alimenti
366 a devono essere conservati separatamente dai cibi crudi
367 c a breve conservazione
368 a a lunga conservazione
369 b al Sindaco
370 a in qualunque periodo dell'anno
371 b di materiale idoneo per alimenti
372 b In recipienti lavabili muniti di copertina a chiusura
373 c un soggetto sano che può infettare altri
374 b toccando gli alimenti senza essersi lavato bene le mani dopo aver usato il w.c.
375 a vengano al più presto posti nelle condizioni di mantenere il loro stato di conservazione
376 b si adottino le decisioni in tal caso previste dal Documento di Autocontrollo

Fonte: http://www.ap.camcom.gov.it/upload/file/455/227669/filename/testoquiz_rec.pdf

Sito web da visitare: http://www.ap.camcom.gov.it/

Autore del testo: non indicato nel documento di origine

Il testo è di proprietà dei rispettivi autori che ringraziamo per l'opportunità che ci danno di far conoscere gratuitamente i loro testi per finalità illustrative e didattiche. Se siete gli autori del testo e siete interessati a richiedere la rimozione del testo o l'inserimento di altre informazioni inviateci un e-mail dopo le opportune verifiche soddisferemo la vostra richiesta nel più breve tempo possibile.

 

Commercio domande e risposte

 

 

I riassunti , gli appunti i testi contenuti nel nostro sito sono messi a disposizione gratuitamente con finalità illustrative didattiche, scientifiche, a carattere sociale, civile e culturale a tutti i possibili interessati secondo il concetto del fair use e con l' obiettivo del rispetto della direttiva europea 2001/29/CE e dell' art. 70 della legge 633/1941 sul diritto d'autore

Le informazioni di medicina e salute contenute nel sito sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo e per questo motivo non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione).

 

Commercio domande e risposte

 

"Ciò che sappiamo è una goccia, ciò che ignoriamo un oceano!" Isaac Newton. Essendo impossibile tenere a mente l'enorme quantità di informazioni, l'importante è sapere dove ritrovare l'informazione quando questa serve. U. Eco

www.riassuntini.com dove ritrovare l'informazione quando questa serve

 

Argomenti

Termini d' uso, cookies e privacy

Contatti

Cerca nel sito

 

 

Commercio domande e risposte