Basilicata

Basilicata

 

 

Basilicata

Presentazione
La Basilicata o anche comunemente Lucania (quest'ultima fu la denominazione ufficiale dal 1932 al 1947) è una regione dell'Italia meridionale di 588.132 abitanti ed ha come capoluogo Potenza. Confina a nord e ad est con la Puglia, ad ovest con la Campania, a sud con la Calabria, a sud-ovest è bagnata dal mar Tirreno e a sud-est è bagnata dal Mar Ionio.
Territorio
Il territorio della Basilicata è prevalentemente montuoso (46,8%) e collinare (45,13%) e possiede un'unica grande pianura: la Piana di Metaponto. I massicci del Pollino e del Sirino, il Monte Alpi, il Monte Raparo ed il complesso montuoso della Maddalena costituiscono i maggiori rilievi dell'Appennino lucano. Nell'area nord-occidentale della regione è presente un vulcano spento, il monte Vulture. Le colline costituiscono il 45,13% del territorio e sono di tipo argilloso, soggette a fenomeni di erosione che danno luogo a frane e smottamenti. La più estesa è la piana di Metaponto che occupa la parte meridionale della regione, lungo la costa ionica. A ridosso della Campania, troviamo la fascia montuosa dell’ Appennino Campano, mentre nella parte orientale troviamo la zona collinare che scende man mano che si arriva al mare. Le cime maggiori sono: il Volturino, il Volture, il Monte Sirino, il Monte Pollino nel confine con la Calabria. La larghezza della pianura della Basilicata si aggira attorno a i 20-30 km dalla costa, ed è meno della decima parte del territorio. E’ attraversata dal corso inferiore di alcuni fiumi. Tempo fa’ area pianeggiante era paludosa e malsana, adesso è stata quasi completamente bonificata. Le coste sono lungo il Mar Ionio, basse e uniformi, i tratti sabbiosi si alternano a foci di fiumi, a zone acquitrinose e a paludi. Il versante costiero occidentale, al contrario, è alto e spesso si presenta con profondi dirupi.
I laghi, i fiumi e le coste
I fiumi lucani sono a carattere torrentizio e sono il Bradano, il Basento, l'Agri, il Sinni e il Cavone.Tra i laghi, quelli di Monticchio hanno origini vulcaniche, mentre quelli di Pietra del Pertusillo, di San Giuliano e del Monte Cotugno sono stati costruiti artificialmente per usi potabili ed irrigui. Artificiale è anche il lago Camastra le cui acque vengono potabilizzate. Le coste del litorale ionico sono basse e sabbiose mentre quelle del litorale tirrenico sono alte e rocciose.               

Paesaggio
Gran parte del territorio è montuoso e collinoso, scavato da spaziose e sinuose vallate fino a scendere nella breve fascia di pianura costiera. La zona montuosa si presenta arida e priva di vegetazione. Nelle zone di campagna sono poco le case isolate. Gli agglomerati urbani sono costruiti molto distanti l’ uno dall’ altro, spesso sopra alle grandi colline. Anche se la Regione è bagnata da due mari, non esistono porti molto grandi, come del resto neanche grossi centri urbani.                                                     


Montagna

Pianura

Collina

46,80%

8%

45,10%

Clima
La Basilicata gode di un clima molto vario, determinato dalla latitudine e dall'altitudine. La stessa regione offre bagni in mare dalla primavera all'autunno e, nel contempo, sci su neve per i quattro mesi dell'autunno-inverno. Questa singolarità le consente di staccarsi nettamente, come clima, dalle altre regioni meridionali e costituisce un fattore importante in relazione alla durata del flusso turistico. La Basilicata resta, infatti, uno dei pochissimi punti di riferimento sicuri per gli sciatori da Roma in giù. La montagna, dunque, ha un clima tipicamente continentale, mentre le coste ionica e tirrenica decisamente mediterraneo. Un anello di congiunzione tra questi due opposti è costituito dall'interno del Materano e dal Vulture in particolare. La disposizione dei rilievi influenza la piovosità: a sudovest, per esempio, a ridosso del terreno, si registra un regime di precipitazioni annue attorno ai 1400 mm, mentre tra i bacini dei fiumi Gradano e Basento si riscontrano livelli minimi di 600 mm/anno. Ma la principale caratteristica delle precipitazioni è l'irregolarità, a causa della quale i torrenti si riempiono velocemente e impetuosamente, ma poi si seccano con altrettanta velocità.

Popolazione
I dati dell’Istat fotografano impietosamente la lenta discesa. Il decremento della popolazione è percepibile anche nel brevissimo periodo, praticamente mese per mese. Al primo giorno del 2009 la Basilicata registrava ai propri servizi demografici la presenza di 590.601 residenti.
Trenta giorni dopo, a fine gennaio, ce n’erano già di meno, 590.383. Così, alla fine di agosto dello scorso anno, la popolazione è scesa a 589.499 residenti. In otto mesi mancano all’appello 1.100 persone. In rapporto alla popolazione complessiva è un dato percentualmente rilevante.
Oltretutto il decremento della popolazione in estate viene parzialmente bloccato per la stagione agricola, con apporto di immigrati. Il decremento è più evidente nella provincia di Potenza (386.644 al 1° gennaio 2009, 385.866 al 31 agosto 2009) rispetto a quella di Matera (203739 al 1° gennaio 2009, 203633 al 31 agosto 2009).La Basilicata è una delle regioni meno popolate d’ Italia in quanto il suo territorio montuoso non facilita l’ insediamento dell’uomo. Il territorio secco ed improduttivo ne ha favorito l’ abbandono e l’ isolamento della Regione. Intensa è l’emigrazione e si dice che ci siano più Lucani nel Mondo che nella propria patria.


Provincie

Popolazione

Matera MT

68.300

Potenza PZ

59.700

Province:
Matera
La città si trova nella parte orientale della Basilicata a 401 m s.l.m., al confine con la parte sud-occidentale della provincia di Bari e l'estrema parte nord-occidentale della provincia di Taranto. Sorge al confine tra l'altopiano delle Murge, e la fossa Bradanica, solcata dal fiume Bradano. Il corso di questo fiume è sbarrato da una diga, costruita alla fine degli anni cinquanta, ed il lago artificiale creato dallo sbarramento, chiamato Lago di San Giuliano, fa parte di una riserva naturale regionale denominata Riserva Naturale di San Giuliano.
Gli antichi rioni chiamati Sassi, assieme con le cisterne ed i sistemi di raccolta delle acque, sono la caratteristica peculiare di Matera. Si tratta di originali ed antichi aggregati di case scavate nel tufo, a ridosso di un profondo burrone, la Gravina. Alla fine del 1993 l'UNESCO ha dichiarato i rioni Sassi Patrimonio Mondiale dell'Umanità.                                                        

Fonte: http://www.giocoscuola.it/documenti/geografia/Basilicata.docx

Sito web da visitare: http://www.giocoscuola.it

Autore del testo: Valeria e Silvia

Il testo è di proprietà dei rispettivi autori che ringraziamo per l'opportunità che ci danno di far conoscere gratuitamente i loro testi per finalità illustrative e didattiche. Se siete gli autori del testo e siete interessati a richiedere la rimozione del testo o l'inserimento di altre informazioni inviateci un e-mail dopo le opportune verifiche soddisferemo la vostra richiesta nel più breve tempo possibile.

 

Basilicata

 

 

I riassunti , gli appunti i testi contenuti nel nostro sito sono messi a disposizione gratuitamente con finalità illustrative didattiche, scientifiche, a carattere sociale, civile e culturale a tutti i possibili interessati secondo il concetto del fair use e con l' obiettivo del rispetto della direttiva europea 2001/29/CE e dell' art. 70 della legge 633/1941 sul diritto d'autore

Le informazioni di medicina e salute contenute nel sito sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo e per questo motivo non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione).

 

Basilicata

 

"Ciò che sappiamo è una goccia, ciò che ignoriamo un oceano!" Isaac Newton. Essendo impossibile tenere a mente l'enorme quantità di informazioni, l'importante è sapere dove ritrovare l'informazione quando questa serve. U. Eco

www.riassuntini.com dove ritrovare l'informazione quando questa serve

 

Argomenti

Termini d' uso, cookies e privacy

Contatti

Cerca nel sito

 

 

Basilicata