Glossario medico infermieristico

Glossario medico infermieristico

 

 

Glossario medico infermieristico

Significato dei termini medici

 

GLOSSARIO DI TERMINI MEDICI ED INFERMIERISTICI
(a cura di G. Zanotto)

 

Algia: dolore. Es. mialgia = dolore muscolare; gastralgia = dolore gastrico
Alvo: parola che si riferisce alla funzione di eliminazione dell’intestino. Es. Alvo regolare, alvo stitico, alvo chiuso, alvo aperto alle feci ed ai gas
Aneurisma: dilatazione della parete di un vaso. Es. Il sig. Rossi è stato operato d’urgenza per la rottura di una aneurisma della aorta addominale.
Angina (pectoris): dolore costrittivo al torace sintomo di una sofferenza ischemica del cuore  (= ridotta ossigenazione del cuore)
Angiografia: indagine radiografica con mezzo di contrasto con cui si ottiene la visualizzazione delle vene di un organo o distretto.
Anuria: Mancata (o ridottissima) produzione di urina. Il paziente anurico non urina, non  ha lo stimolo ad urinare, non ha globo vescicale, la vescica è vuota.
Aritmia: irregolarità del ritmo cardiaco. Es. il sig. Rossi è stato ricoverato in UCC per una grave aritmia;

Aritmico: è aggettivo  derivato da aritmia, es. -  il polso è aritmico
Arteriosclerosi: condizione caratterizzata da ispessimento delle pareti delle arterie con perdita di elasticità e contrattilità, es. l’arteriosclerosi è una delle cause dell’aumento della pressione arteriosa. Molto spesso le persone anziane hanno l’arteriosclerosi.

Arteriosclerotico: è l’aggettivo derivato da arteriosclerosi
Articolazione: giuntura fissa o mobile tra due ossa. Es. articolazione del gomito, articolazione della spalla…

Artrite = infiammazione acuta di una articolazione.

Artrosi = malattia degenerativa dell’articolazione. Es. artrosi dell’anca (coxartrosi) – artrosi del ginocchio (gonartrosi)
Artroscopia: tecnica invasiva che permette di visualizzare un’articolazione. Si fa con uno strumento a fibre ottiche che si chiama artroscopio. Es. domani il sig. Rossi sarà  sottoposto ad artroscopia al ginocchio sinistro. L’artroscopia è un intervento a scopo diagnostico.
Ascesso: raccolta di pus in una cavità neoformata (di nuova formazione). Un ascesso può essere conseguenza di un’iniezione intramuscolare eseguita con ago non sterile. Si dice: “incidere un ascesso” = far uscire il pus facendo un taglio con un bisturi.
Ascite: anomalo accumulo di liquido nella cavità addominale (peritoneo). Es. Il paziente affetto da cirrosi (che ha la cirrosi) presenta, frequentemente, ascite. L’ascite, se è imponente (molto abbondante), può causare difficoltà respiratoria (dispnea). La manovra con cui si estrae (si toglie, si fa uscire) il liquido ascitico si chiama paracentesi.


Asepsi: assenza di microrganismi patogeni (che causano malattie). Asettico = senza infezione (sepsi). Es. Medicazione asettica

Asma: malattia, di natura allergica, caratterizzata da difficoltà respiratoria causata da spasmi della muscolatura bronchiale. Es. Un attacco di asma deve essere curato con farmaci broncodilatatori
Aspirazione: inalazione (introduzione) di particelle liquide o solide nella apparato respiratorio. L’aspirazione può portare a polmonite che viene chiamata: polmonite “ab ingestis”

Atelettasia: mancata o incompleta distensione degli alveoli polmonari. Es. L’atelettasia può essere presente nei bambini nati prematuramente
Atrofia: riduzione del volume di un organo o tessuto. Es. L’atrofia muscolare può essere secondaria a (essere conseguenza di) una lunga immobilizzazione.

Atrofico: è l’aggettivo che deriva da atrofia. Es. arto superiore sinistro atrofico.
Bario: mezzo di contrasto usato nelle radiografie dell’apparato digerente. Battericida: sostanza capace di uccidere i germi. Es. il cloro è un ottimo battericida Batteriemia: presenza di batteri nel sangue (un sinonimo di batteriemia è setticemia)
Bendaggio: tecnica per immobilizzare con bende una parte del corpo o per mantenere in sede una medicazione. Es. Al sig. Rossi è stato fatto un bendaggio compressivo in Pronto Soccorso.
Bilancio idrico: calcolo della differenza tra la quantità di liquidi introdotti nell’organismo e quelli usciti. Es. Nei pazienti con scompenso cardiaco è importante tenere (fare) un accurato bilancio idrico.
Biopsia: prelievo di un frammento (piccolo pezzo) di tessuto per vedere se ci sono alterazioni cellulari. Es. Il sig. Rossi è stato ricoverato per fare una biopsia epatica. La biopsia renale della signora Rossi è stata programmata per domani mattina alle nove.
Bisogno: ciò che è necessario. Bisogni fisiologici = bisogni necessari per mantenere la vita (bisogno di respirazione, di alimentazione, di eliminazione, di sonno e riposo, di mantenere la giusta temperatura corporea…). Altri bisogni = di sicurezza, di stima…..
Bolo: parola usata nell’espressione “bolo alimentare”, indica il cibo masticato e mischiato alla saliva che viene deglutito. La parola “bolo” viene usata anche per indicare la somministrazione della terapia endovenosa in un tempo relativamente breve. Es. al sig. Rossi che era in una situazione di pre edema polmonare, sono state                                               somministrate cinque fiale di lasix in bolo.
Bradicardia: frequenza cardiaca inferiore alla norma. Da bradicardia deriva l’aggettivo bradicardico: Es. il polso del signor Rossi  è bradicardico.
Bradipnea: frequenza respiratoria inferiore alla norma.
BPCO (broncopneumopatia cronico-ostruttiva)


Broncospasmo: restringimento dei bronchioli causato dalla contrazione dei muscoli lisci delle pareti. Il brocospasmo è presente nell’attacco di asma.

Calcolo: formazione simile ad un sassolino originata da sali minerali di varia natura, che può formarsi nel rene e nelle vie urinarie (calcoli renali, calcoli uretarali) e nelle vie biliari (calcolo biliare).

Calcolosi: malattia causata da presenza di calcoli (si dice: paziente affetto da calcolosi renale)

Caloria: unità di misura del calore / misura dell’apporto calorico dei cibi all’organismo. Fabbisogno calorico = calorie necessario per un determinato organismo. Dieta ipocalorica è la dieta che fornisce poche calorie; Dieta ipercalorica è la dieta che dà un maggior numero di calorie

Capillare: il più piccolo vaso sanguigno. Nei capillari avviene il passaggio dell’ossigeno dall’emoglobina alle cellule. Prelievo capillare = prelievo di sangue da un capillare venoso (il prelievo capillare più comune è quello che si fa dal polpastrello delle dita per la valutazione della glicemia).
Caposala: infermiere abilitato alla gestione dell’assistenza infermieristica nei reparti di degenza o in alta unità operativa.
Carboidrati: parola usata in chimica per indicare i cibi che contengono zuccheri semplici e composti.
Catabolismo: una delle due fasi del metabolismo (precisamente la fase distruttiva, la prima fase è detta: fase anabolica)
Catetere: cannula che viene introdotta in una cavità corporea o in un vaso per l’evacuazione o l’introduzione di liquidi. I più comuni cateteri sono: il catetere vescicale, il catetere venoso periferico ed il catetere venose centrale. Quando il catetere vescicale viene lasciato in vescica si dice:”catetere a permanenza”.
Chirurgia: trattamento di malattie con tecniche manuali invasive. Es. Chirurgia vascolare, chirurgia urologia, chirurgia oncologica.
Chirurgia elettiva: chirurgia che si può programmare e differire. Si fa per patologie non immediatamente pericolose per la vita o per la funzione di un organo.
Cifosi: accentuata curvatura della colonna vertebrate nel tratto toracico. Una cifosi marcata (grave) si manifesta con una deformazione che viene detta gobba.
Cisto- : prima parte di parole che si riferiscono alla vescica. Es. Cistite è infiammazione della vescica; Cistoscopia è la visualizzazione dell’interno della vescica mediante il cistoscopio che viene inserito attraverso l’uretra
Clistere: introduzione di liquidi nel retto e nel colon, attraverso lo sfintere anale, a scopo evacuativo.
Coagulazione: processo, composto da una serie di fasi, che porta alla solidificazione del sangue. Es. Il paziente cirrotico ha il processo della coagulazione alterato.


Codice Deontologico: Documento che presenta i principi che ispirano una professione e le regole che ne derivano. L’ultimo Codice Deontologico degli infermieri è stato pubblicato nel 1999.
Colica: dolore acuto, crampiforme (a crampi), causato dalla contrazione violenta della muscolatura di un organo cavo (colica ureterale, colica biliare, colica addominale…). L’aggettivo da colica è colico (dolore colico). Es. Il sig. Rossi ha chiamato il medico perché aveva una dolorosissima colica renale.
Colite: infiammazione/irritazione del colon.

Colonstomia: sbocco del colon sulla superficie cutanea dell’addome. Es. Il sig. Rossi è portatore di colonstomia. La colonstomia richiede particolare cura per evitare irritazioni della cute circostante.
Coltura: tecnica che favorisce la crescita di micro organismi così da rilevarne la presenza. (urinocoltura, emocoltura, coprocoltura…). Es. Un prelievo per una “coltura” deve essere fatto con tecnica sterile per evitare di contaminare il campione che si preleva.
Coma: perdita di coscienza e della mobilità a causa di malattia o trauma, con continuità della sola vita vegetativa. Il coma può essere: superficiale - profondo - irreversibile
Comunicazione: scambio di messaggi, informazioni tra due o più persone. La comunicazione può essere verbale: lo scambio avviene con la parola, non verbale: la comunicazione avviene con gesti, espressioni, atteggiamenti, silenzi…..
Consenso informato: è l’adesione (consenso) che il paziente dà a qualsiasi intervento sanitario che venga fatto sulla sua persona. Perché il consenso sia valido, il paziente deve conoscere e capire la proposta terapeutica, le sue conseguenze e le possibili alternative. Il consenso informato si concretizza in un documento scritto che viene firmato dal paziente
Contrattilità: capacità di contrarsi (accorciarsi). Si parla di contrattilità muscolare, soprattutto di contrattilità del muscolo cardiaco (il cuore). Es. Lo scompenso cardiaco è dovuto anche ad una diminuita contrattilità del cuore. La digitale aumenta la forza di contrattilità del cuore.
Cronico: che dura nel tempo (è il contrario di acuto). Es. Un dolore cronico, una malattia cronica.
Cultura: è l’insieme dei comportamenti, dei costumi, delle credenze, dei modi di vivere di una popolazione. Es. La cultura dei popoli europei, la cultura araba.
Cute: pelle. Frequente è l’uso dell’aggettivo sottocutaneo: sotto la cute. Es. l’insulina deve essere somministrata per via sottocutanea
Decontaminazione: rimozione di potenziali agenti patogeni da una superficie o un  oggetto precedentemente contaminati. Es. Bisogna provvedere alla decontaminazione del pavimento che è stato sporcato con materiale organico. I ferri usati per la medicazione settica vanno decontaminati prima di essere lavati e sterilizzati.
Defecazione: espulsione delle feci dall’intestino. Il verbo che indica l’azione è defecare
Deiscenza: riapertura di una ferita già suturata o che si riteneva in via di guarigione, es.: Il sig. Rossi è stato riportato in camera operatoria per una deiscenza della ferita chirurgica.


Deontologia: insieme dei principi etici e dei doveri che ne conseguono, che regolano lo svolgimento di una professione. Questi principi e doveri vengono raccolti nei Codici Deontologici. Es. l’infermiere nel suo operare, deve rispettare la deontologia infermieristica.
Diagnosi infermieristica: problema di salute, reale o potenziale, identificato e risolto dall’infermiere con interventi autonomi o in collaborazione.
Diastole: fase dell’attività cardiaca  in cui i ventricoli si rilasciano e si riempiono del  sangue proveniente dagli atri. Da distole si ha l’aggettivo diastolico: Es. pressione diastolica = pressione minima.
Digiuno: non assumere nessun cibo o bevanda. Es. Il sig. Rossi deve stare a digiuno  dalla mezzanotte perché dovrà essere sottoposto ad una gastroscopia (dovrà fare una gastroscopia).
Disartria: Difficoltà all’articolazione delle parole. Es. Il paziente comunica con difficoltà a causa di una grave disartria.
Disidratazione: situazione di grave carenza (mancanza) di liquidi nell’organismo. Es. Vomito e diarrea possono portare a disidratazione. Da disidratazione si forma l’aggettivo disidratato.
Disinfettante: Sostanza chimica in grado di ridurre fortemente la carica batterica.
Disinfezione: è l’azione del disinfettare.
Dispnea: respirazione difficoltosa. Se un paziente ha dispensa si dice che il paziente è dispnoico. Quando la dispnea compare dopo una attività fisica viene detta “dispnea da sforzo”. Es. La dispnea è spesso presente nel paziente con asma.
Disuria: minzione difficoltosa. Es. L’ipertrofia prostatica è spesso causa di disuria.

Diuresi: urina prodotta in una determinato periodo di tempo. Diuresi oraria è urina  prodotta in un’ora. Diuresi delle 24ore è urina prodotta in un giorno. Es. Nei pazienti in grave stato di shock è necessario controllare la diuresi oraria.
Diuretico: farmaco che fa aumentare la diuresi (l’eliminazione urinaria). Es. I pazienti con ipertensione arteriosa vengono curati con diuretici.
Dolore: sensazione che si avverte come risposta ad uno stimolo nocivo. Il dolore è uno  dei principali sintomi di malattia. L’infermiere deve essere in grado (essere capace) di rilevare: 1. caratteristiche del dolore (acuto, a fitte, colico, bruciore…), 2. localizzazione (dove), 3. modalità di insorgenza (come inizia), 4. intensità, 5. irradiazione (dove si propaga).
Drenaggio: presidio utilizzato per rimuovere (fare uscire) liquidi (pus, sangue… ) da una cavità o da una sede di intervento chirurgico. Es. Il paziente è portatore di un drenaggio toracico. Quando c’è un drenaggio, l’infermiere deve controllare: 1. pervietà del drenaggio (non ostruzione), 2. quantità del liquido drenato, 3. qualità del liquido drenato (ematico, siero ematico, sieroso…)
Edema: accumulo di liquidi negli spazi interstiziali con rigonfiamento dei tessuti. Es. Il paziente con scompenso cardiaco può avere edemi agli arti inferiori.


Effetti collaterali: azioni secondarie prodotte da un farmaco oltre l’azione principale. Es. La sonnolenza è un effetto collaterale dei farmaci ansiolitici. La pirosi gastrica (bruciore di stomaco) è un effetto collaterale di molti farmaci antinfiammatori.

Elettrolita: sostanza chimica presente in una soluzione in forma di “ioni” (lo ione è un atomo con carica elettrica positiva o negativa). Gli elettroliti che più comuni presenti nel plasma sono il Potassio (simbolo chimico = K), il Sodio (Na) ed il Cloro (Cl).
Ematocrito: percentuale della parte corpuscolata del sangue. Es. Il paziente ha un ematocrito alto a causa di una grave disidratazione.
Ematoma: raccolta di sangue in un tessuto come conseguenza di una rottura di vasi sanguigni. Es. Il sig. Rossi presenta un vasto ematoma in zona parietale. Il paziente in terapia anticoagulante può avere degli ematomi anche per piccoli traumi.
Ematuria: Presenza di sangue nelle urine. Microematuria = il sangue non è visibile; si evidenzia solo al microscopio e con apposito reagente. Macroematuria = la presenza del sangue è visibile. Es. L’ematuria è molto frequentemente causata da patologia tumorale della vescica.
Embolo: sostanza, generalmente solida ma a volte anche gassosa, che circola nel sangue e può ostruire i piccoli vasi causando un’embolia. Es. Il signor Rossi è stato trasferito in Rianimazione per una embolia polmonare.
Emocromo: esame del sangue che misura la quantità di emoglobina presente e esegue il conteggio dei globuli bianchi, globuli rossi e delle piastrine. Es. Il signor Rossi deve eseguire un emocromo di controllo postoperatorio alle ore 16,00. Dall’emocromo eseguito questa mattina risulta che il signor Rossi ha un numero di globuli rossi inferiore alla  norma.
Emogasanalisi: dosaggio dei gas presenti nel sangue (emogasanalisi arteriosa / emogasanalisi venosa), soprattutto ossigeno (02 ed anidride carbonica CO2). Viene valutato anche l’equilibrio acido-base (pH). Es. Si deve eseguire una emogasanalisi quando si sospetta una insufficienza respiratoria.
Emoglobina: proteina presente nei globuli rossi del sangue, in grado di trasportare l’ossigeno. Es. Il paziente con valori di emoglobina inferiori alla norma, può avere astenia e dispnea.
Endoscopia: tecnica diagnostica che permette di vedere l’interno si organi cavi (es. esofago, stomaco, vescica…). Si esegue con uno strumento a fibre ottiche chiamato “endoscopio”
Endovena: modalità di somministrazione di liquidi o terapia che vengono introdotti direttamente in una vena. Es. Il medico ha prescritto di somministrare il lasix per endovena”. La sigla usata per indicare la somministrazione endovenosa è: e.v.
Enfisema: malattia caratterizzata dalla dilatazione delle cavità alveolari (è una delle bpco).
Enuresi: minzione involontaria che si manifesta prevalentemente durante il sonno (incontinenza urinaria notturna). Es. Andrea ha sei anni e soffre ancora di enuresi
Epidemia: si dice di malattia infettiva che si diffonde rapidamente in un territorio o tra una popolazione. Es. Gli abitanti della città sono stati colpiti da una epidemia di salmonellosi a causa della contaminazione dell’acquedotto.


Epistassi = emorragia dal naso. Es. Il sig. Rossi è stato ricoverato d’urgenza nel reparto  di Otorino per una forte epistassi.
Eritema = arrossamento della cute (pelle) dovuto ad una dilatazione dei vasi sanguigni. Es. Luigi ha un forte prurito alla schiena a causa di un eritema solare (eritema causato dall’esposizione ai raggi del sole). Molto frequentemente l’eritema cutaneo è il primo  segno di una reazione allergica.
Esantema: manifestazione cutanea di tipo eruttivo caratteristica di alcune malattie infettive (morbillo, varicella, scarlattina…) che vengono anche chiamate: malattie esantematiche.
Escara: tessuto necrotico, duro e nero che ricopre una ferita
Escoriazione: perdita dello strato superficiale della pelle. Es. Luigi è caduto mente giocava e si è procurati un’escoriazione al ginocchio.
Escretore, apparato: insieme degli organi che servono all’eliminazione dal corpo dei prodotti di rifiuto (es. Reni, ureteri, vescica,uretra, ghiandole sudoripare…).
Esogeno: prodotto da una fonte esterna al corpo umano
Essudato: liquido che viene rilasciato dai capillari in seguito ad un  processo infiammatorio. Si distingue dal trasudato che è liquido che si produce per osmosi.
Etica professionale: principi (regole fondamentali) a cui si ispira una professione. Es.
L’infermiere che non tiene conto della religione del paziente va contro l’etica professionale.
Evacuare = eliminare le feci con l’atto della defecazione. Nota: altri modi per indicare l’evacuazione o defecazione sono: “scaricarsi” e “andare di corpo” Es. Il paziente non si scarica da tre giorni. Il signor Rossi dice di essere andato di corpo regolarmente.
Eziologia = Causa. Es. Studiare l’eziologia di una malattia è studiare la causa che ha prodotto la malattia. Alcune malattia hanno una eziologia sconosciuta.
Farmaco da banco: Farmaco che può essere comperato senza ricetta medica. Es. l’aspirina è un farmaco da banco.
Farmacocinetica: E’ la parte della farmacologia che studia il percorso del farmaco nel corpo umano, dal suo assorbimento alla metabolizzazione ed alla eliminazione.
Farmacodinamica = E’ lo studi dell’azione del farmaco
Fasciatura: sinonimo di bendaggio. Es. dopo la medicazione l’arto è stato immobilizzato con una fasciatura.
Febbre: indica la situazione in cui la temperatura del corpo è al sopra della norma.. Viene anche detta “piressia”, per cui la persona senza febbre viene detta “apiretica” ed i farmaci che servono ad abbassare la temperatura corporea vengono chiamati “antipiretici”.
Fecaloma: massa di feci dure che il paziente non riesce ad espellere, es. L’infermiere ha rimosso (tolto) un fecaloma al sig. Rossi
Feci: prodotti di rifiuto solidi eliminati dall’intestino. Le feci normali vengono definite come “feci formate”. Feci liquide si dicono “feci diarroiche”. Feci biancastre  (da  mancanza  di bile) si dicono “feci acoliche”


Ferita: interruzione dell’integrità cutanea per trauma (ferita traumatica) o per intervento chirurgico (ferita chirurgica). Es. Il sig. Rossi presenta una ferita xifopubica che deve essere medicata ogni giorno.

Fistola: condotto patologico che mette in comunicazione due organi cavi tra loro o con l’esterno.

Flatulenza: presenza di gas nel tratto gastrointestinale
Flebite: infiammazione di una vena. I segni e sintomi della flebite sono: rossore, dolore e gonfiore.
Flora batterica: insieme dei batteri che si trovano in un certo tessuto, così: flora batterica intestinale = batteri presenti normalmente nell’intestino.
Frattura: rottura. Es. La frattura del femore è frequente negli anziani a causa della fragilità delle loro ossa. Frattura composta = frattura in cui i capi ossei sono rimasti allineati Frattura scomposta = frattura i capi ossei sono spostati

Germicida: sostanza capace di distruggere i batteri, specialmente i germi patogeni
Glicemia: indica la presenza del glucosio nel sangue. Iperglicemia indica una presenza  di glucosio superiore alla norma; ipoglicemia indica una presenza di glucosio inferiore ala norma.
Glicosuria: indica la presenza di glucosio nelle urine. Es. Il paziente iperglicemico ha spesso anche un’elevata glicosuria.
Gravidanza: condizione della donna che va dal momento del concepimento al parto.   Es.
La signora Rossi è al quinto mese di gravidanza
Guarigione di una ferita per prima o seconda intenzione: si dice che una  ferita guarisce per prima intenzione quando i bordi della ferita sono ben accostati tra loro come, ad esempio, nelle ferite chirurgiche. La guarigione per seconda intenzione  avviene  quando c’è stato una perdita di tessuto, i bordi della ferita sono lontani tra loro e la guarigione avviene per la produzione di nuovo tessuto, iniziando dal basso della ferita.

Iatrogeno: che deriva (che è causato) da un trattamento medico–sanitario. Es. le infezioni ospedaliere sono spesso malattie iatrogene
Ictus: improvviso arresto delle funzioni celebrali che si manifesta con perdita della coscienza e paralisi motoria monolaterale (in una sola metà del corpo) o bilaterale (sia parte destra che parte sinistra). Può essere conseguente ad emorragia = ictus emorragico, oppure ad ischemia = ictus ischemico.
Ileo paralitico/ileo meccanico: vedi Occlusione intestinale

Ileostomia: sbocco dell’ileo sulla superficie cutanea addominale attraverso una stomia.
Immunità: capacità dell’organismo di resistere a microrganismi patogeni. L’immunità può essere naturale o acquisita (ottenuta). L’acquisizione dell’immunità avvenire con la produzione di anticorpi specifici dopo vaccinazione o dopo la guarigione dalla malattia infettiva.


Incontinenza: incapacità a controllare l’eliminazione urinaria e/o fecale. Chi soffre di incontinenza si dice Incontinente. Es. Il sg. Rossi ha una grave incontinenza urinaria e deve portare sempre il pannolone.
Iper- :Prima parte (prefisso) di parole che indica “aumento”. Es. iperglicemia = aumento del glucosio nel sangue ipertensione = aumento della pressione arteriosa.

Ipertrofia: aumento di volume di un organo o tessuto, es. Gli uomini sopra i cinquanta  anni sono spesso colpiti da ipertrofia prostatica
Ipo- : prima parte (prefisso) di parole composte che indica “diminuzione”. Es.: ipoacusia è la diminuzione dell’udito; ipovolemia è la diminuzione dei liquidi in circolo (una forte emorragia è causa di ipovolemia).
Ischemica: mancato afflusso (arrivo) del sangue in una parte del corpo. Es. Il sig. Rossi è ricoverato in Neurochirurgia in seguito ad ischemia cerebrale.
Isotonica: è un aggettivo che si applica ad una soluzione che ha una concentrazione uguale a quella dei liquidi del corpo umano. Es. La soluzione fisiologica è una soluzione isotonica.
-ite: seconda parte (suffisso) di parole con inl significato di infezione / infiammazione / malattia acuta. Es. epatite, polmonite, bronchite.
Ittero: colorazione giallastra della cute e della e delle sclere da aumento della bilirubina  nel sangue. Nota: il neonato, a volte, può presentare un ittero che viene detto fisiologico
Litiasi: formazione di calcoli in un organo cavo o il un apparato ghiandolare. Es. Il sig Rossi soffre di coliche a causa di una litiasi renale.
Lordosi: curvatura della colonna vertebrale (a livello lombare) con convessità anteriore Iperlordosi = posizione che si fa assumere al paziente ponendo uno o due cuscini sotto la schiena, in a lombare
Meconio: le prime feci emesse dal neonato
Melena: feci miste a sangue digerito (le feci sono molto scure ed hanno un odore caratteristico). Es. La melena è conseguenza di emorragia della prima parte dell’apparato digerente.
Menarca: prime mestruazioni
Menopausa: cessazione delle mestruazioni. La menopausa può essere fisiologica (per l’età) o chirurgica (asportazione delle ovaie)
Mezzo di contrasto: sostanza radio-opaca (che non viene passata dai raggi X) usata per indagini radiografiche. Es. Il sig. Rossi ieri ha fatto una TAC con mezzo di contrasto.
Midriasi: dilatazione delle pupille. Si dice midriasi fissa quando le pupille non reagiscono alla luce.
Minzione: atto con cui l’urina viene espulsa all’esterno. Es. Il sig. Rossi è stato ricoverato per disturbi menzionali. Da minzione viene il verbo mingere (mingere non è un verbo usato comunemente, si usa più frequentemente il verbo urinare e, per i bambini, fare la pipì)


Nicturia: minzione (volontaria) durante la notte. Es. Il signor Rossi è andato in bagno due volte durante la notte, a causa della sua nicturia.
Occlusione intestinale: arresto del transito del contenuto intestinale (il contenuto dell’intestino si ferma, non va avanti). Le cause possono essere di tipo meccanico (ad esempio: ostruzione o compressione) o funzionale (paralisi). Orale = aggettivo che si riferisce alla bocca. Così: Cavità orale = bocca. Igiene del cavo orale = igiene della bocca, e dei denti. Somministrare la terapia per via orale = somministrare la terapia per bocca
Ortopnea: grave forma di dispnea che obbliga il malato a stare in posizione seduta. Si  dice anche “respiro ortopnoico”
Ortostatismo: La posizione eretta del corpo. Es. La pressione arteriosa misurata in ortostatismo può essere inferiore a quella misurata con il paziente seduto o supino.
-osi: seconda parte (suffisso) di parole che indicano patologie croniche o degenerative. Es. Artrosi – cirrosi.
Osmosi: passaggio di un liquidi tra due soluzioni, separate da una membrana semipermeabile. Il passaggio avviene dalla soluzione meno densa alla più densa.
Paracentesi: Evacuazione di liquido raccolto nella cavità peritoneale. Es. Durante la paracentesi il paziente deve restare in posizione seduta Nota: nei pazienti traumatizzati si esegue spesso la paracentesi esplorativa per scoprire eventuali emorragie interne.
Paraplegia: perdita della motilità e sensibilità degli arti inferiori. Es. Il sig. Rossi è paraplegico in seguito ad un incidente stradale.
Parenterale: via di somministrazione di alimentazione o farmaci diversa da quella gastroenterale. Es. Il paziente ha in corso l’ alimentazione parenterale totale. Le iniezioni intramuscolari ed endovenose sono somministrazioni parenterali
Parotite: infiammazione delle ghiandole parotidi (le più importanti ghiandole salivari).  Nota: questa malattia viene conosciuta comunemente con il nome di orecchioni, perché l’ingrossamento delle parotidi sposta in alto il padiglione auricolare.
Parto: l’espulsione del feto (momento della nascita). Nota: il parto regolare, senza difficoltà, viene chiamato parto eutocico; il parto che avviene con difficoltà si chiama parto distocico. Le doglie sono i dolori causati dalle contrazioni muscolari che servono per far nascere il bambino, Il travaglio E’ il periodo che precede il parto e in cui le doglie diventano più intense e frequenti.
Pneumotorace: Presenza di aria tra i foglietti pleurici. Può essere spontaneo o post traumatico o iatrogeno (secondario a manovra medica: ad esempio durante il posizionamento di catetere venoso centrale). Es. Il sig. Rossi è arrivato in pronto soccorso con grave dispnea  un pneumotorace. E’ stato subito posizionato un drenaggio toracico.
Pollachiuria: minzione molto frequente. E’ Il signor Rossi è disturbato da una fastidiosa pollachiuria.
Puerperio: periodo di 6 -8 settimane dopo il parto, va dall’espulsine della placenta al ritorno degli organi genitali femminili alle dimensioni fisiologiche. Puerpera è la donna che si trova nel periodo del puerperio


Rachicentesi (puntura lombare): prelievo del liquor tramite puntura al di sotto della seconda vertebra lombare. Es. Per diagnosticare una meningite è necessario effettuare un prelievo del liquor tramite rachicentesi
Ritenzione urinaria: incapacità di espellere le urine presenti in vescica. Può essere presente lo stimolo ad urinare e globo vescicale. Attenzione a non confondere la ritenzione urinaria con l’anuria
Scoliosi: deviazione laterale della colonna vertebrale. La scoliosi può essere favorita da posizioni sbagliate mantenute per lunghi periodi di tempo
Scopia: seconda parte (suffisso) di parole che indicano l’esame visivo di un organo. Es.
Gastroscopia – cistoscopia – endoscopia
Sfintere: muscolo a forma di anello che permette di aprire e chiudere un condotto. Es. Lo sfintere anale regola la fuoriuscita delle feci.

Sistole: Fase di contrazione dei ventricoli del cuore. Con la contrazione del ventricolo sinistro il sangue viene spinto nell’aorta e poi nella grande circolazione. Durante la sistole la pressione arteriosa raggiunge il suo massimo(pressione sistolica).
Spirometria: misurazione della funzionalità respiratoria.
Stenosi: restringimento patologico. Es. Il sig. Rossi  soffre di disuria a causa di una  stenosi dell’uretra. La stenosi dell’aorta è frequente nelle persone con arterosclerosi.
Stomatite: infezione della mucosa della cavità orale (bocca). Es. Il sig. Rossi si alimenta con fatica a causa di una stomatite molto dolorosa. Lo stomatologo è il medico  specialista delle patologie della bocca, la stomatologia è la specialità medica che si occupa di queste patologia.
Stranguria: minzione dolorosa e difficoltosa
Supino: sdraiato con la schiena appoggiata al materasso. Es. Il paziente con frattura del bacino deve stare obbligatoriamente supino.
Tachi-: prima parte di parole a cui da significato di aumento di frequenza. Es. Tachicardia
= aumento della frequenza cardiaca / agg. = tachipnoico. Tachipnea = aumento della frequenza respiratoria / agg. = tachipnoico
Tetraplegia: paralisi degli arti superiori ed inferiori
Toracentesi: Evacuazione di liquido raccolto tra le due pleure. Es. Il sig. Rossi respira molto meglio dopo la toracentesi evacuativa.
Ulcera: ferita che guarisce con difficoltà. Es. Le ulcere causate da decubito obbligato sono di difficile guarigione
Uretra: ultima parte dell’apparato urinario. Termina con il meato urinario.
Uretrite: infiammazione dell’uretra
Urinocoltura: esame per la ricerca di batteri nelle urine. Es. Si deve eseguire una urinocoltura al  sig. Rossi perché si sospetta  un’infezione delle vie urinarie


Ustione: lesione dei tessuti causata da contatto con fonti di calore (fiamma), acidi o elettricità. Es. Le gravi ustioni devono essere curate in reparti specializzati. Nell’ospedale di Niguarda c’è un centro per grandi ustionati.
Vaccinazione: metodo per rendere l’organismo resistente a batteri o virus. Si fa introducendo nel corpo delle sostanze (antigeni) che stimolano l’organismo a produrre altre sostanze (anticorpi) che proteggono l’organismo. La vaccinazione si fa con il vaccino Es. Alcune vaccinazioni sono obbligatorie per tutti i bambini, altre sono facoltative. Le fiale con il vaccino devono essere tenute in frigorifero
Valvola: struttura che può aprirsi e chiudere. Es. Le valvole cardiache regolano il passaggio del sangue dagli atri ai ventricoli
Varici: dilatazioni allungate e tortuose di vene superficiali. Es. Varici esofagee, barici emorroidai.

 

SIGLE
c. v. = catetere vescicale
c.c. = centimetro cubo (= 1 ml) cp. = compressa
CPS = Centro Psico Sociale
CRT = Centro residenziale terapeutico cucch. = cucchiaio
e.v. = endovena
E.C.G. = elettrocardigramma
E.E.G. = elettroencfalogramma EPA = edema polmonare acuto
F.A. = fibrillazione striale
FANS = Farmaci antiifiammatori non steroidei
F.C. = Frequenza cardiaca fl. = fiala
gr. = grammo gtt = gocce
i.m. = intramuscolo
IMA = infarto acuto del miocardio IRA = insufficienza renale acuta IRC = insufficienza renale cronica
IVG = interruzione volontaria di gravidanza
mg. = milligrammo (millesima parte di un grammo) ml = millilitro (millesima parte di un litro)
OSS = Operatore Socio Sanitario
P.A. = pressione arteriosa
per os = per bocca / per via orale
Q.U. = Quantità urine
RSA = Residenza Socio Assistenziale
s.c. = sotto cute
Ser.T = Servizio Tossicodipendenze
S.O. = Se occorre (al bisogno) supp. = supposta
T.I.A. = Attacco Ischemico


TS = tentato suicidio
TSO = Trattamento sanitario obbligatorio

Fonte: http://www.massimofranzin.it/pdf/glossariomedicoinfermieristico.pdf

Sito web da visitare: http://www.massimofranzin.it

Autore del testo: indicato nel documento di origine

Il testo è di proprietà dei rispettivi autori che ringraziamo per l'opportunità che ci danno di far conoscere gratuitamente i loro testi per finalità illustrative e didattiche. Se siete gli autori del testo e siete interessati a richiedere la rimozione del testo o l'inserimento di altre informazioni inviateci un e-mail dopo le opportune verifiche soddisferemo la vostra richiesta nel più breve tempo possibile.

 

Glossario medico infermieristico

 

 

I riassunti , gli appunti i testi contenuti nel nostro sito sono messi a disposizione gratuitamente con finalità illustrative didattiche, scientifiche, a carattere sociale, civile e culturale a tutti i possibili interessati secondo il concetto del fair use e con l' obiettivo del rispetto della direttiva europea 2001/29/CE e dell' art. 70 della legge 633/1941 sul diritto d'autore

Le informazioni di medicina e salute contenute nel sito sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo e per questo motivo non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione).

 

Glossario medico infermieristico

 

"Ciò che sappiamo è una goccia, ciò che ignoriamo un oceano!" Isaac Newton. Essendo impossibile tenere a mente l'enorme quantità di informazioni, l'importante è sapere dove ritrovare l'informazione quando questa serve. U. Eco

www.riassuntini.com dove ritrovare l'informazione quando questa serve

 

Argomenti

Termini d' uso, cookies e privacy

Contatti

Cerca nel sito

 

 

Glossario medico infermieristico