Proverbi sul mare

Proverbi sul mare

 

 

Proverbi sul mare

 -Il sapere ha un piede in terra e l’altro in mare.
-Scienza, casa, virtù e mare molto fan l’uomo avanzare.
-Un uccello di mare ne val due di bosco.
-Chi va e torna, fa buon viaggio.
-Popolo marinaro, popolo libero.
-Chi va per il mondo impara a vivere.
-Tre cose fanno l’uomo accorto: lite, donne e porto.
-Chi ha passato il guado sa quanta acqua tiene.
-Piè di montagna e porto di mare fanno l’uomo profittare.
-Chi non s’avventura non ha ventura.
-Chi non sa pregare, vada in mare a navigare.
-Chi non va per mare, Dio non sa pregare.
-Chi scappa ad una tempesta, ne scappa  cento.
-Il mare fa la fortuna ma non le fonti.
-Abbi fortuna e gettati in mare.
-Loda il mare ma tieniti la terra.
-Preparati al mare prima di entrarvi.
-Chi dice navigar dice disagio.
-Mare, fuoco e femmina tre male cose.
-Meglio chiamar gli osti in terra che i Santi in paradiso.
-Chi fa due volte naufragio, a torto accusa il mare.
-Meglio stare al palo che annegare.
-Acqua di mare non porta mai quiete.
-Chi non ha navigato non sa che sia male.
- La fine del corsaro è annegare.
-La bellezza, il fuoco e il mare fanno l’uom pericolare.
-Chi vuol viaggiare a stento, metta la prora al vento. 
-Dal mare sale, dalla donna male.
-Se debbo annegare, voglio annegarmi in grande mare.
-In tempo di tempesta, ogni scoglio è porto.
-Chi sa navigare, va al fondo; chi non sa navigare, anche.
-Chi ha danari fa navi.
-Chi ha bevuto al mare può bere anche alla pozza.
-Chi è portato giù dall’acqua si abbranca ad ogni spino.
-Chi s’affoga si attaccherebbe ai rasoi.
-Chi casca in mare s’abbraccia anche al serpente.
-Chi scioglie le vele ad ogni vento, arriva spesso a porto di tormento.
-Vento potente, fotte la corrente.
-I temporali più grossi vengono all’improvviso.
-Quando si balla nella tempesta ci si dimentica dei temporali.
-Ben diremo e ben faremo: ma va la barca senza remo?
-Fama vola e la barca cammina.
-Vascello torto purché cammini dritto.
-Casa senza amministrazione, nave senza timone.
-Gran nave vuol grand’acqua.

 

 

-Nave senza timone va presto al fondo.
-Gran nave, gran pensiero.
-A nave rotta ogni vento è contrario.
-Non giudicar la nave stando a terra.
-In nave persa, tutti son piloti.
-Tre cose son facili a credere:uomo morto, donna gravida e nave rotta.
-Dove va la nave può ire il brigantino (infatti è più piccolo).
-A tal nave, tal battello.
-Un po’ di bene e un po’ di male tien la barca dritta.
-Dove può andare barca, non vada carro.
-Nave genovese, mercante fiorentino.
-Senza barca non si naviga.
-Per un peccatore perisce una nave.
-Chi non unge non vara.
-La bandiera copre…la mercanzia.
-Ogni nave fa acqua.
-Chi non rassetta il buchino, rassetterà il bucone.
-Chi s’è imbarcato con il diavolo ha da stare in sua compagnia.
-Tira più un pel di femmina che gomena di nave.
-Chi mette pece nella barca degli altri, perde pece e barca.
-Barca luccicante non guadagna.
-A barca sfondata non basta la sassola.
-Quando la barca và, qualunque coglione la sa guidare.
-Barca ormeggiata non fa strada.
-A barca rotta, ogni vento ben venga.
-Barca rotta, conti fatti.
-Dai e dai la barca arriva all’ormeggio.
-Bastimento non sta senza zavorra.
-Argomento al nocchier son le procelle.
-Il buon nocchiero muta vela ma non tramontana.
-Ognuno sa navigare quando è buon vento.
-Chi ha buon tempo navighi e chi ha denaro, fabbrichi.
-Vento in poppa, mezzo porto.
-Vento in poppa, vele al largo.
-Secondo il vento, la vela.
-Chi non s’aiuta, s’annega.
-Molti piloti, barca a traverso.
-Chi mal naviga, mal arriva.
-Chi naviga contro vento, conviene stia sulle volte.
-Tutti vogano alla galeotta (tirando a sé).
-Altro è vogare, altro arrivare.
-Il mondo è fatto a tondo; chi non sa navigare va a fondo.
-E’ un cattivo andar contro corrente.
-Gran laguna fa buon porto.

 

 

 

-Più vale un remo che sia indietro che dieci che vanno avanti (basta uno contrario per far saltare un affare).
-In tempo di burrasca, ogni tavola basta.
-Isola fa porto.
-L’arte del marinaio morire in mare; l’arte del mercante, fallire.
-Il buon marinaio si conosce al maltempo.
-O polli o grilli; o principe o marinaio.
-Barca rotta, marinaio a spasso.
-Promesse di marinai e incontro d’assassini costano sempre quattrini.
-Montagnini e gente acquatica, amicizie e poca pratica.
-Giuramenti d’amore, giuramenti da marinaio.
-I marinai son come la luna; in tutti i paesi ce n’han una.
-L’amor di marinaio non dura un’ora; dove va lui, s’innamora.
-Chi perde in mare, perde in terra.
-Il mondo è come il mare;vi affoga chi non sa nuotare.
-Chi teme acqua e vento, non si metta per mare.
-Il mare è il facchino della terra.
-Chi sa nuotare non se lo scorda mai.
-Come ogni acqua vien dal mare, così ogni acqua torna al mare.
-A togliere senza mai mettere, si seccherebbe il mare.
-Chi vuol prendere a mattonate il mare, perde tempo e mattoni.
-Chi lo smidollato mandi al mare non aspetti il suo tornare.
-Chi casca in mare e non si bagna, paga la pena.
-Naviglie ad acqua, febbre bella e fatta.
-Per mare non ci stanno le taverne.
-Merita di bere il mare a capo chino chi, con l’acqua, rovina il vino.
-Né moglie, né acqua, né sale a chi non te ne chiede non glie ne dare.
-Onda che si piega, si riversa.
-In cento anni e cento mesi,il mare si riprende quello che gli vien tolto.
-Chi dorme non piglia pesci.
-Invan si pesca se l’amo non ha l’esca.
-Dal mar salato nasce il pesce fresco.
-Un pesce in man vale più che uno in mare.
-Meglio padrone di una barchetta che garzone di nave.
-Pesce cotto e carne cruda.
-Carne giovane e pesce vecchio.
-Pesce in mare e carne in terra.
-Tramontana torba e scirocco chiaro, tieniti all’erta o marinaio.
-Vento a libeccio; ne pane ne neccio (castagnaccio toscano)
-Levante chiaro e tramontana scura, buttati in mare e non aver paura.
-Nuvole grosse, vento a mucchi.
-Dal mare le “pecorelle” annunzian le procelle.
-Pallidezza del nocchiero, di burrasca segno vero.
-Arco in mare, buon tempo vuol fare.

 

 

 

-Nave senza timon va presto a fondo-
-Barca senza timone non può tenere la rotta.
-Chi dorme non piglia pesci.
-Chi non ha fortuna non vada a pescare
-Chi scapita in mare, scapita in terra.
-Chi teme acqua e vento non si metta in mare.

 

 

 

 

Fonte: http://www.fratelli-della-costa.it/Contents/Cultura/tradizionidelmare/proverbi/RACCOLA%20DI%20PROVERBI%20DI%20RENZO%20BAGNASCO.doc

Sito web da visitare: http://www.fratelli-della-costa.it

Autore del testo: R.Bagnasco

Il testo è di proprietà dei rispettivi autori che ringraziamo per l'opportunità che ci danno di far conoscere gratuitamente i loro testi per finalità illustrative e didattiche. Se siete gli autori del testo e siete interessati a richiedere la rimozione del testo o l'inserimento di altre informazioni inviateci un e-mail dopo le opportune verifiche soddisferemo la vostra richiesta nel più breve tempo possibile.

 

Proverbi sul mare

 

 

I riassunti , gli appunti i testi contenuti nel nostro sito sono messi a disposizione gratuitamente con finalità illustrative didattiche, scientifiche, a carattere sociale, civile e culturale a tutti i possibili interessati secondo il concetto del fair use e con l' obiettivo del rispetto della direttiva europea 2001/29/CE e dell' art. 70 della legge 633/1941 sul diritto d'autore

Le informazioni di medicina e salute contenute nel sito sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo e per questo motivo non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione).

 

Proverbi sul mare

 

"Ciò che sappiamo è una goccia, ciò che ignoriamo un oceano!" Isaac Newton. Essendo impossibile tenere a mente l'enorme quantità di informazioni, l'importante è sapere dove ritrovare l'informazione quando questa serve. U. Eco

www.riassuntini.com dove ritrovare l'informazione quando questa serve

 

Argomenti

Termini d' uso, cookies e privacy

Contatti

Cerca nel sito

 

 

Proverbi sul mare