Assiri

Assiri

 

 

Assiri

Una temibile macchina da guerra: l'esercito assiro
Il crollo degli Hittiti consenti lo sviluppo di un nuovo e potentissimo impero: quello degli Assiri.
Gli Assiri erano un popolo di pastori e agricoltori stanziati in una regione montagnosa dell’alta Mesopotamia.
La terra degli Assiri era la zona di frontiera tra le pianure della Mesopotamia, l’altopiano anatolico e la costa della Siria; era una regione poco fertile, povera di materie prime e circondata da vicini ostili.
Circa la metà del Il millennio a.C. l’Assiria era rimasta un piccolo Stato
Verso il 1300 a.C., invece, si liberò dal giogo stranier e divenne indipendente: ben presto gli Assiri iniziarono a espandersi, forti di un esercito agguerrito. Risentirono contro “popoli del mare”.
Strumento della politica assira fu l’esercito fanaticamente fedele al re, il quale il re  fu sempre un capo militare. L’organizzazione bellica comprendeva grandi masse di cavalleria, carri da combattimento e una fanteria numerosa, attrezzata con macchine da guerra per gli assedi.
l’Assiria fu un immenso accampamento militare(военный лагерь), uno Stato-caserma rigidamente centralizzato.
Un impero fondato sul terrore
Principali caratteristiche dello stato assiro:

  • la mobilitazione permanente di gran parte della popolazione;
  • usavano il sistema delle deportazioni di massa: grandi quantità di uomini  di popoli sottomessi che, come schiavi о come lavoratori semiliberi, dovevano coltivare i campi e fare altri servizi, come la costruzione di opere pubbliche, canali per irrigazioni (орошения).

Gli Assiri esercita la politica del terrore contro le regioni conquistate.
I re assiri non hanno riuscito mai ad amalgamare (внедрить) i popoli sottomessi, così da formare uno Stato unitario. I popoli sottomessi cercavano alleati (союзники) tra le popolazioni sottomesse. Quando la superiorità militare degli Assiri venne meno e i popoli sottomessi  formano una coalizione contro di loro, il crollo dell’Impero fu immediato.
Da Tiglatpileser ad Assurbanipal
1100 a.C. circa- Il fondatore dell’Assiria fu il re Tiglatpileser I che sottomise una parte dell’Anatolia ed entrò in Babilonia.
Cosi da allora

  • lo Stato babilonese fu per molti secoli satellite (спутник) di quello assiro;
  •  i re babilonesi dovevano pagare tributi (дань)
  • spesso sul trono erano I sovrani imposti dai re assiri.

In tal modo, tutta la Mesopotamia si trovò nuovamente sotto il potere effettivo di un unico re.
I successori di Tiglatpileser proseguirono una politica di espansione conquistano:

  • Siria, la Fenicia e la Palestina;le popolazioni dell’Altopiano Anatolico.

L’accrescimento del regno assiro vide il suo culmine tra il 800 e il 650 a.C., grazie a una serie di campagne militari che portarono alla conquista del Vicino Oriente:

  • Il re Sargon II (721-705 a.C.) sottomise il regno di Israele.
  •  Il suo successore Sennacherib distrugge Babilonia e l’Egitto.
  •  Assurbanipal fu un grande guerriero e un abile politico: ha sottomesso definitivamente l’Egitto; una parte del territorio fu amministrata direttamente da governatori assiri, un’altra parte fu invece distribuiti a nobili locali che governavano una miriade di principati vassalli dell’Assiria. Assurbanipal, fu anche un re mecenate: ha raccolto un’immensa biblioteca nella quale furono raccolte i testi della letteratura mondiale dell’epoca.

Il declino dell’Impero assiro
Dopo Assurbanipal l’Impero assiro crollò rapidamente. Alla sua morte, infatti, Babilonia recuperò la sua indipendenza; I Babilonesi avevano trovato un capo abile ed energico nel re Nabopolassar (625-605 a.C.), un generale proveniente dalla tribù dei Kaldu.  La capitale  assira, Ninive, fu distrutta nel 612 a.C. Il re babilonese Nabopolassar ha riuscito a unificare tutta la Mesopotamia, dando origine al Impero “neobabilonese" durato per circa un secolo. Gli Assiri, distrutti da Medi e Babilonesi  sparirono così per sempre dalla storia.
Una fase di equilibrio instabile
Dopo il crollo dell’Impero degli Assiri (612 a.C) altre popolazioni tributarie (племенные)  tornano la propria indipendenza. In Asia Minore, si svilupparano i regni dei Frigi e dei Lidi.

  • I Lidi fondano uno Stato abastanza grande e hanno sottomesso anche le città greche stanziate sulla costa dell’Anatolia; Il regno dei Lidi si ingrandisce rapidamente tra VII e VI secolo a.C. (e altrettanto rapidamente crollò): il loro re Creso, era noto in tutto il mondo per le sue grandi ricchezze.
  • In Egitto il potere fu preso da un principe locale, Psammetico, già vassallo dell Austria, che riunifìcò rapidamente il paese.
  • L’Impero neobabilonese crolla rapidamente dopo la morte di Nabucodonosor. Babilonia, nel 538 a.C., perde la sua indipendenza a causa dell’invasione dei Persiani.I Persiani, guidati dal re Ciro, fecero di Babilonia una provincia del loro impero.

Un’antichissima forma di Stato: l’impero
L’ impero è un forma di Stato che prevede il controllo su un territorio molto esteso da parte di un ristretto gruppo di persone facenti a un unico sovrano. Si viene a costituire un impero quando  un popolo occupa ampie zone al di fuori dei confini del proprio territorio: gli Hittiti fondarono il loro impero quando dalle montagne anatoliche mossero alla conquista di Siria e Mesopotamia.
Per dominare un territorio molto ampio è necessario un forte controllo centrale; perciò il sovrano racchiude nelle sue mani l’intera gestione dello Stato, comanda l’esercito. Il suo potere è illimitato e per questo viene spesso considerato di origine divina: sappiamo, per esempio, che i faraoni egizi portavano un copricapo con il disco solare, simbolo di Amon-Ra (il Sole) di cui si consideravano figli.
Una caratteristica tipica dell’impero è la componente multietnica. Il territorio sottoposto all’Impero persiano nel periodo di massimo splendore comprendeva popoli mesopotamici, Egizi, Ebrei, Fenici, Greci delle coste ioniche. Per riuscire a gestire in maniera efficiente tante situazioni diverse fra loro, nei grandi imperi si sviluppa una potente burocrazia formata da governatori, funzionari, e, in società antiche come quelle mesopotamiche, dagli scribi, una classe di specialisti della scrittura che registrano tutti gli atti dell’amministrazione pubblica.

 

Fonte: http://ciao.ucoz.com/testi/Storia/Assirii.docx

Sito web da visitare: http://ciao.ucoz.com/

Autore del testo: non indicato nel documento di origine

Il testo è di proprietà dei rispettivi autori che ringraziamo per l'opportunità che ci danno di far conoscere gratuitamente i loro testi per finalità illustrative e didattiche. Se siete gli autori del testo e siete interessati a richiedere la rimozione del testo o l'inserimento di altre informazioni inviateci un e-mail dopo le opportune verifiche soddisferemo la vostra richiesta nel più breve tempo possibile.

 

Assiri

 

 

I riassunti , gli appunti i testi contenuti nel nostro sito sono messi a disposizione gratuitamente con finalità illustrative didattiche, scientifiche, a carattere sociale, civile e culturale a tutti i possibili interessati secondo il concetto del fair use e con l' obiettivo del rispetto della direttiva europea 2001/29/CE e dell' art. 70 della legge 633/1941 sul diritto d'autore

Le informazioni di medicina e salute contenute nel sito sono di natura generale ed a scopo puramente divulgativo e per questo motivo non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico (ovvero un soggetto abilitato legalmente alla professione).

 

Assiri

 

"Ciò che sappiamo è una goccia, ciò che ignoriamo un oceano!" Isaac Newton. Essendo impossibile tenere a mente l'enorme quantità di informazioni, l'importante è sapere dove ritrovare l'informazione quando questa serve. U. Eco

www.riassuntini.com dove ritrovare l'informazione quando questa serve

 

Argomenti

Termini d' uso, cookies e privacy

Contatti

Cerca nel sito

 

 

Assiri